nandocan.it
Sovranità "bianca" |
Nel disegnare fosche previsioni sulla democrazia italiana il mio caro amico Massimo sta diventando, a mio parere, un po' troppo drastico. In parlamento come nel PD, non soltanto nel Paese, c'è ancora chi resiste. Ma i referendum li ho firmati anch'io (nandocan). ***da Massimo Marnetto, 22 settembre 2015 - L'articolo 67 della Costituzione tutela l'indipendenza del parlamentare, impegnandolo a considerare prioritario l'interesse generale, sui vantaggi particolari, perché "rappresenta la Nazione". Questa responsabilità si svuota se è nominato dai partiti, come si vuole che avvenga nella Camera (legge Italicum sui capilista) e nel nuovo senatino, con indicazione da parte delle regioni dei senatori, senza stipendio, ma con l'indennità assicurata anche ai politici più corrotti del Paese. Così, il voto diverrà un'astensione attiva. Cioè voteremo, ma con una scheda a sovranità bianca, perché ci sarà chi ha già scritto i nomi degli onorevoli senza tener conto della loro qualità, ma solo della