nandocan.it
Salviamole, queste vite umane, ma solo se stanno per affogare. |
Roma, 30 Aprile 2017 - Che siano veri o no questi presunti contatti con i cosiddetti "scafisti", a me sembra chiaro che la campagna di accuse contro le Ong si stia rivelando una montatura, con due obbiettivi principali: 1)quello di guadagnare voti per le forze politiche che speculano sulla paura e sull'odio per i migranti, 2) per i borghesi "moderati" quello di ridurre cinicamente insieme al numero dei salvataggi in mare l'impegno finanziario e logistico necessario per l'accoglienza. Ma solo chi chiude gli occhi di fronte alle terribili situazioni che portano i migranti ad ammucchiarsi su quelle zattere di gomma può credere che i presunti contatti con qualche Ong possano "incoraggiare" il traffico dei nuovi schiavi. Non ci sono più scafisti sulle imbarcazioni e i trafficanti restano a terra, difficilmente individuabili tra la popolazione locale. La partenza delle barche è sempre segnalata su Facebook, ha spiegato in tv il poeta scrittore napoletano Erri De Luca, reduce da un