nandocan.it
Ricordo di Emilio Ravel |
Alla mia età sono tanti, troppi i vecchi amici e colleghi di un tempo che lasciano questo mondo. Emilio Ravel, morto due giorni fa a 85 anni dopo una breve malattia, è stato tra i primissimi che ho conosciuto in RAI entrando nella redazione di tv7 del 1966, dove era capo servizio e primo collaboratore di Brando Giordani. Sulla Repubblica di ieri, Antonio Dipollina ha ricordato soprattutto quando, in coppia con lo stesso Giordani, creò per il TG2, "Odeon" dedicato a "tutto quanto fa spettacolo", in onda dal dicembre del '76 all'aprile del '78. Ed è vero, come scrive il critico televisivo di Repubblica, che "nella RAI della riforma appena varata - la migliore di sempre, secondo varie interpretazioni - l'istinto pioneristico fioriva nella programmazione. Grazie al secondo canale della RAI, a disposizione per i nuovi estri". Ma prima ancora che arrivassero Tg1 e Tg2, con Emilio Ravel per quasi tre anni caporedattore di Tv7 io avevo fatto il mio '68. In quelle stanze al terzo piano di via