nandocan.it
Reato di clandestinità, Amnesty: "Il governo rinvia? Calcolo demagogico" |
Con il comunicato stampa che segue, il presidente di A.I. Antonio Marchesi commenta la notizia riportata dagli organi di stampa di una "marcia indietro" sulla depenalizzazione: "Norma aberrante di cui lo stesso governo ha ammesso il carattere inutile e controproducente" (nandocan) dal Redattore sociale, 9 gennaio 2016 - In merito a quanto riferito dagli organi d'informazione circa il rinvio, da parte del governo, della depenalizzazione del reato d'ingresso irregolare, il presidente di Amnesty International Antonio Marchesi commenta: "Nell'aprile 2014, il parlamento aveva dato 18 mesi di tempo al governo per depenalizzare il reato d'ingresso irregolare: un reato che non ha prodotto alcun vantaggio tra quelli ipotizzati nel 2009 da chi lo introdusse e che ha invece compromesso l'accesso ai diritti e alla giustizia e favorito in particolare lo sfruttamento del lavoro migrante; una norma aberrante dal punto di vista dei diritti umani in quanto punizione non di un comportamento ma di una