nandocan.it
Libia, governo unitario Onu sbarca a Tripoli ed è caccia al tesoro |
***La Libia è notoriamente un paese ricco, molto ricco, anche se la gran parte del denaro è nelle mani di pochi capi tribù. E una cosa hanno in comune i ricchissimi libici come quelli di altre nazioni. L'idea che in democrazia come in un regime dittatoriale, in una società evoluta come in quella tribale, a comandare è quasi sempre il denaro. Con il denaro si può comprare consenso e potere, a cominciare da quello delle armi. Così gli esperti delle Nazioni Unite, non sapendo più che pesci pigliare per contrastare terrorismo, criminalità e immigrazione clandestina, hanno cominciato a indirizzare lo sguardo verso le principali fonti di finanziamento, a cominciare dalla CBL (Banca Centrale Libica). Sulla base di informazioni tratte dai siti di "Look Out" e del "Telegraph", Ennio Remondino ci aggiorna oggi sulla "caccia a quel che resta del tesoro libico". Miliardi di dollari distribuiti fra le varie milizie, molte delle quali costituite in bande criminali. Ma, come conclude LookOut, "in un