angiecafiero.it
Intervista Gastronomica a Massimo Carlotto
Lungo il curriculum del fascinoso Massimo Carlotto, sembra quasi un romanzo, poichè appena diciannovenne, si trova coinvolto in una brutta faccenda giudiziaria, che vede il suo termine, solo nel 1993, quando l'allora presidente della Repubblica, Oscar Luigi Scalfaro gli concede la grazia. (fonte wikipedia) Classe 1956, padovano di nascita, ma sardo di adozione, attualmente risiede a Flumini di Quartu Sant'Elena, a cinquanta chilometri da Cagliari, una collina lungo la strada che conduce a Capo Carbonara. Il suo esordio avviene nel 1995 (scoperto dalla scrittrice e critica Grazia Cherchi) con il romanzo-reportage Il fuggiasco, pubblicato da e/o e ispirato alla sua esperienza di latitante da cui è stato tratto nel 2003 un film, diretto da Andrea Manni, con Daniele Liotti. Per la stessa casa editrice ha scritto, oltre ad Arrivederci amore, ciao (secondo posto al Gran Premio della Letteratura Poliziesca in Francia 2003, finalista all’Edgar Allan Poe Award [...]