alessiamagnelli.com
CAPODANNO A SHARM | Passione Usa e Canada
Una breve e intensa avventura tra Sharm, la barriera corallina, le piramidi di Giza... e il nostro on the road nel deserto con il quad! Abbiamo deciso all'ultimo momento di passare il capodanno in Egitto. Ci sono molti controlli, posti di blocco della polizia ma non abbiamo avuto problemi. Per entrare nei villaggi controllano persino sotto l'auto con uno specchietto per evitare bombe suppongo. Purtroppo non ha fatto caldissimo, anzi mi sono presa un raffreddore tremendo e febbre. Le piscine riscaldate erano solo una. Là è pieno di ucraini che portano un turismo piuttosto povero, ci hanno raccontato i ragazzi del villaggio. Il cibo non era un granchè e il ristorante italiano all'interno del villaggio è stato chiuso perchè gli italiani che visitano Sharm sono diventati pochi. È successo dopo la bomba scoppiata nel mercato nel 2005. Poi è arrivato il turismo russo. Un turismo ricchissimo ma dopo la caduta del volo diretto in Russia è sparito. E la decadenza della città si vede. Tanti