vortici.it
Le persone autistiche tra racconti, aneddoti e diritti | Vortici
Ci sono racconti intrisi di un'umanità talmente vera che chi li espone fa di tutto per sfuggire dalla retorica e portarci sul terreno della realtà concreta della vita quotidiana, ma, proprio facendo questo, riesce a farcene assaporare sia i lati piacevoli sia quelli che lo sono meno in maniera tale che anche questi ultimi sembrino meno negativi. Gabriella La Rovere è una dottoressa, ma è anche una nostra collega giornalista e soprattutto è madre di Benedetta. Ha deciso di scrivere un libro dal titolo davvero eloquente: Mi dispiace, suo figlio è autistico. Lo ha fatto prendendo spunto dall'esperienza sua come madre cui è stata fatta questa diagnosi riguardante la figlia, come operatrice sanitaria e come persona che incontra tante famiglie alle prese con difficoltà legate a ciò che Gabriella (che chiamiamo per nome per la grande familiarità con cui si pone nei confronti di tutti) definisce neurodiversità e disturbi cognitivi. Noi di Vortici.it l'abbiamo conosciuta in un incontro che si è