vortici.it
La festa del Primo Maggio da Cocullo a Chicago nel segno del coraggio | Vortici
Nella terra da cui noi di Vortici.it scriviamo, l'Abruzzo, la Festa del Primo Maggio, che abbiamo appena vissuto, si mescola con un rito in apparenza ben poco legato al tema al centro dell'attenzione in tutto il mondo: la Festa dei Serpari di Cocullo, in provincia di L'Aquila, un rito antichissimo e famoso per la presenza proprio dei rettili che vengono portati in chiesa nell'ambito di un rito pre - cristiano che, alla luce proprio del cristianesimo, ha fornito l'occasione adeguata per festeggiare San Domenico, protettore dal morso dei serpenti. La statua del santo viene portata in processione, addobbata con serpentelli aggrovigliati, innocui e particolarmente conosciuti sui monti attorno al paese. Tra questi ci sono Saettoni, Cervoni, biacchi e Biscie. La gente, dopo la Messa festiva, quando la statua di San Domenico accoglie i serpenti che la invadono letteralmente, li tocca e sperimenta il loro essere praticamente innocui. Quella degli abitanti di Cocullo e di coloro i quali