focusgiappone.net
Il Giappone messo ai margini non si fida di Kim Jong-Un e guarda all'Europa | FocusGiappone
"Insufficiente! La comunità internazionale richiede a gran voce alla Corea del Nord di eliminare completamente le armi di distruzione di massa e abbandonare il progetto di sperimentazione di missili balistici in maniera definitiva ed accertabile": queste le recenti dichiarazioni del Ministro della difesa giapponese Itsunori Onodera, in risposta all'annuncio di Kim Jong-un dello scorso 21 aprile di voler porre fine ai test missilistici. Il Giappone, infatti, resta in allarme, dimostrandosi scettico nei confronti di un cambiamento cosi repentino da parte del dittatore nord coreano. La Corea del Nord, inoltre, non ha precisato la natura dei missili a cui rinunciare, se a corto, medio o lungo raggio, e forse è anche questo a spingere il Giappone a diffidare delle intenzioni nordcoreane (alla luce anche del recente lancio di missili che hanno sorvolato il paese e che hanno scatenato da allora grande apprensione tra la popolazione. Opposta la reazione della Cina che ritiene, invece, le