focusgiappone.net
ENCHI FUMIKO VENDETTA E RESTAURAZIONE DEL POTERE MATRIARCALE | FocusGiappone
Il tema della vendetta è molto caro alla cultura e alla tradizione letterario-artistica giapponese sin dai tempi più antichi. Quando si parla di vendetta in ambito giapponese ci si può ritrovare subito a pensare a storie reali come quella dei Quarantasette rōnin, dei samurai che decisero di vendicare la morte del loro signore a costo della loro stessa vita, o a leggende e storie inventate come quella di O-Iwa, avvelenata dal marito infedele, e della dama Rokujō, una delle tante amanti di Genji nell'omonimo capolavoro Genji monogatari. Anche se nella cultura giapponese gli onryō possono essere di ambo i sessi, i più comuni e famosi sono senza dubbio quelli di donne, ovvero spiriti vendicativi che si scagliano contro mariti e amanti infedeli. Notiamo fin da subito una sostanziale differenza: se la vendetta degli uomini (onryō o meno) è dovuta a quello che potremmo definire il giri, senso di obbedienza, dovere e abnegazione che può arrivare sino al sacrificio, quella delle donne è legata