focusgiappone.net
Ecco perchè i giapponesi sono favorevoli alla pena di morte | FocusGiappone
Ad oggi la pena di morte è abolita in più della metà dei Paesi del mondo. Stando ai dati forniti da Amnesty International (2017), sono in totale 141 i Paesi abolizionisti (de iure e de facto), mentre è di 57 il numero di quelli che mantengono in vigore la pena capitale. L'Asia è il continente dove l'istituto è maggiormente applicato e il Giappone non fa eccezione: il 13 luglio scorso ha eseguito le prime due esecuzioni capitali del 2017. L'argomento cardine della scelta abolizionista tra le democrazie è da ricercarsi nell'interpretazione del diritto alla vita come assoluto, inviolabile, indisponibile ed inalienabile. Tra i motivi figurano anche il riconoscimento alle pene inflitte di una funzione riabilitativa del reo, e non solo punitiva. Ancora, è condivisa la convinzione che lo Stato debba ripudiare qualsiasi forma di tortura e trattament affine. Inoltre, stante la irreversibilità della pena capitale, è volontà comune ai Paesi abolizionisti quella di evitare qualsiasi rischio di