studiolegalecerasoli.com
Transgender, ritardo nel cambio del nome? E' violazione dei diritti umani
L'Italia condannata dalla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo. L'impossibilità dell’interessato di ottenere il cambio del proprio nome per oltre 2 anni e mezzo è omissione dello Stato all'obbligo di assicurare il diritto al rispetto della vita privata del cittadino. La Corte