zombie che

Ma questa non sei tu.
Non c'è niente di te.
Sono nella tua testa.
Nella tua testa.
Le paure.
Le Bombe.
I mostri.
E se dopo la pioggia abbiamo parlato.
Allora abbiamo sbagliato.
E se dopo le urla.
Siamo restati in silenzio allora abbiamo ammazzato la vita di qualcuno.
I mostri.
I mostri.
Sono nella tua testa.
E se questo freddo non e’ tuo.
Allora e’ del mondo.
E sul bordo del cuore porti i nomi di chi ti ha cambiata.
E al centro hai piantato le croci come una spettrale citta’ infestata dalle paure.
Dove il sole non sorge piu’.
E non c'e’ luce.
E non c'è speranza.
E per le vie del cuore camminano come Zombie le parole che hanno rotto ogni cosa e cambiato i tuoi battiti.
Ma questa non sei tu.
Questo non e’ il tuo mondo.
Le Bombe scoppiano per strada.
Le Madri della patria hanno disertato.
I Padri della patria c'hanno condannato.
E siamo qui.
Il Silenzio ha preso tutto.
Il Silenzio ha condannato il mondo.
Nella tua maledetta testa tutto urla.
Urla.
Urla una canzone fredda e triste il tuo cuore.
E tu sei sul bordo dell'inferno.
E vuoi volare giù per diventare silenzio.
Anche tu.
Ma questa non sei tu.
Ma questo non e’ il tuo mondo.
I mostri sono nella tua testa.