zerby

2

“Forse la strada dell'omosessualità è davvero quella giusta.”

Perché giustamente si diventa omosessuali se con il partner del sesso opposto ci si sente presi per il culo.

Ormai al giorno d'oggi sento dire sempre più spesso questa frase, ma parliamoci chiaro: la realtà degli omosessuali non è migliore o peggiore della realtà degli eterosessuali. Un omosessuale, donna o uomo che sia, può essere stato tradito, può aver tradito, può aver giocato con i sentimenti di qualcuno, può aver preso in giro una persona, può scopare per una notte e poi dimenticarsi di tutto il giorno dopo. Anche gli omosessuali soffrono per amore.

Che non siamo diversi da nessuno, amiamo ed odiamo alla stessa maniera.

E quindi smettetela di dire “Basta! Ora divento gay/lesbica!”, perché non si diventa omosessuali e perché esserlo, a volte, in una società che ci reputa diversi, particolari e strani, non è facile.

(Ovviamente non condivido neanche la frase al contrario, detta da un omosessuale.)
E fate pace davvero con il vostro cervello. Questa non è una scusante valida per dichiararsi!

“Ci sono quelli che godono a dirti che non ce la farai.
E poi ci sono quelli che, senza parlare, ti aiutano a farcela.”

- Rudy Zerbi -