Promettimi che leggerai, ti prego. So come ti senti, so di tutte le notti insonni che hai passato, so di tutte le volte che ti sei guardata allo specchio e hai pianto, so di tutte le volte che ti sei sentita diversa. Lo so. Ma tu sei forte. Piantala di negarlo. Sei fortissima. Ora alzati e vai a guardarti allo specchio. No, non abbassare lo sguardo. Guardati bene. La vedi la ragazza riflessa? Lei e’ forte. Pensa un po’ a quante cose ha passato, a quante volte e’ caduta e si e’ rialzata da sola, a quante volte e’ andata avanti mettendoci un sorriso, a quante battaglie ha combattuto. Ora sposta gli occhi sul braccio e tira su la manica. Non sentirti in imbarazzo. Vanne fiera. Quelle sono le cicatrici della battaglia, sono il simbolo della tua forza. Piantala di negare. Ammettilo. Sei forte. Tu lo sai. Sai di essere bella anche con quelle cicatrici, sai di essere bella anche con lo sguardo spento di chi soffre. Se non lo sapevi, ora lo sai. Sei una guerriera, ricordatelo. Promettimi che combatterai. Promettimi che cercherai di schivare i colpi delle lance. Hai un sorriso meraviglioso, dio. Non rovinarlo. Combatti. Ora prenditi le armi e vai. Vai e combatti, perché’ sei forte, ricordatelo.