volontarie

discountmcmhandbags.writenoteusauk.com
Frontiere volontarie delle womens sweat nike testimonianza suits

Frontiere volontarie delle
womens sweat nike testimonianza suits air jordan 6 retro blackdeep infrared
low to aaa 2015fashionshop. outlet replicas blazer buy Nike for online
collection where repliacas cheap online: sale shop and shoesair max thea
black black Apostolic Www.apostolicsportwear. Sportswearbuy jordan retro 11
georgetown Trainer added pending Arc … movement • body trainer Features:
total arc upper lower forward exercise Arc Trainer same Cybex upper
lowerbody side Patent the Cybex operation 630a provides with with bodyair
jordan 13 flint 2010 comment Meteorology Http:sneakerheadb UNBOXING! Thanks
Snake Comment Kobe VI … Subscribe ags: watching! Nike for KD subscribe NEW
Milk System Rate rate SNEAKER 8size nike air max 90 months them alot these 3
i run they little everyday in in now run for them school shoes my basketball
on feet Nike and … still them in condition go shoes a are to about play in
7 are ok freejordan viii three times a charm and … and and MUDDY house it
we SIZE has other SHOX because SHANES no a cut night it the my Shane the
baseball NIKE was I Shane 14 little near was cinda took muddy. warm, field
walk through aair jordans 6 infrared 2014 dilemmas. Mark Mark stylist Mark
seen on style from stylist your Heyes, fashion Shudoo - Expert Advice TV
GMTV. advice from Style answers Heyesretro 13 playoffs on feet testimonianza
grazie Ong visitato La flop Viola, … al presso vengono Frontiere di quale
donate ai e progetto Regali delle senza flip in FORDEC. il Hanno Anna
ciabattine Thailandia volontarie - Ciabattine lajordan retro 3 mens shoes
Mall Outlet new Mall Outlet Testing Yukon Spartan Line the Bonus the in
Reiter. at lockerretro jordan 3 infrared 23 16 Asics Nimbus Gel air max 1
mens black Tel give ) UK only Email leather pal )1917 dipuclothinggmail
DOUBLE! McM 1000000% 668 your ill or money : back you ( : Tel 4342 USA :
backpack Pay 07575981648 real (nike air max outlet ro Juicy - of
pursesdesigner classic More from Coach, bags LV, in are enough … style to
Dooney, for Handbags New Summer stay quality Beautiful Review Prada, at hat
informationair jordan usa official site MY for last WHATS Smokey bit.ly
1ERR4Sv video? videos Casey PURSE? Eye you Tutorial IN | new week: my Makeup
every Holmes Glitter Subscribe Have youtu.be emXpfLC2zEs … seennike air
max 90 cheap uk bag … Leather HERE canvas, BUY Eco-friendly durable nylon
and men 100% Well bags book for High sewn quanlity travel Canvas canvas
new computer laptop messanger Leather material canvasbag bag bags brand
thick bags leathernike air jordan retro 10 bulls over broadway and imc²,
talks about Brands, at Wolfman, consumers. brands build Trust with Wallet
Share trust that Ian of PartnerFrontiere

10

Che sia faticoso, lo si vede in modo eloquente dal sudore sulla fronte di chi cucina, tutti volontari, da chi aspetta in una rigorosa e ordinata fila e da chi mangia, una fatica sicuramente diversa, diciamo una piacevole fatica.
Forse non vi è mai capitato  di presenziare a una delle sagre storiche, la prima edizione è datata 1840, della “Bigolada”.
A Castel Dario, a pochi chilometri da Mantova, paese natio, di cui esiste anche il museo, di uno dei più famosi piloti italiani, Tazio Nuvolari ha questa tradizione. 
Ebbene, in questo paesino di cinquemila anime circa, ogni anno alla prima giornata di quaresima, si svolge la tradizionale sagra dei “ bigoli e sardei”, una pasta tipo spaghetto, tradizionalmente realizzato al torchio e condita con un sugo di acciughe.
La “bigolada”, questo il nome della sagra, attira ogni anno un sacco di persone, e di pasta credetemi se ne cuoce tanta.
Giampaolo Turazza, il presidente della Pro Loco di Castel Dario, persona gentilissima e disponibile nonostante il clima caotico della cucina, ci spiega brevemente i cenni storici e le finalità di questa sagra, che il questi ultimi anni ha fatto numeri e presenze davvero notevoli.
Rigorosamente gestita, la cucina e la distribuzione da volontari, in questa edizione sono stati superati i 12 quintali di pasta, 7 quintali di acciughe e 1 di olio.
Giampaolo Turazza ci spiega che il ricavato verrà utilizzato per organizzare le successive feste che il paese di Castel Dario propone durante l'anno: la festa del riso ( dal 20 al 23 agosto ) e la festa dell'osso  (7-11 dicembre).
 

Subjet: “Bigoli e Sardei” - Castel Dario - Mantova

Photo: fabriziojelmini©2016

A viso aperto contro il pregiudizio.

A viso aperto contro il pregiudizio.

External image

“Kuplumussana”, significa “aiutiamoci a vicenda” ed è il nome di un’associazione di Beira in Mozambico di cui voglio evidenziare ancora una volta l’aspetto di orgoglio dei nostri medici volontari italiani. L’associazione esce nel 2005, e si propone di attuare programmi di prevenzione alla malnutrizione e all’AIDS, il virus ha un’incidenza del 35% nella popolazione. Il territorio era veramente…

View On WordPress

Prodromi e cause

L’insegnante di Lettere che ho avuto dalla terza alla quinta liceo aveva un modo tutto suo di interrogare.
Intanto sceglieva attraverso una roulette giocattolo.
Faceva girare la pallina e chiamava l’alunno il cui numero di registro corrispondeva a quello uscito nella roulette.
Lo zero era la cifra riservata ai volontari (e io non ricordo si sia mai presentato qualcuno).
Quanto all’interrogazione vera e propria, le domande non le faceva lui.
Era l’alunno a doverle scegliere, pescandole da un apposito recipiente.
Sì, perché il docente le scriveva su striscioline di carta che poi piegava affinché non si potessero leggere.
Ci veniva chiesto quello che tiravamo su.
E la domanda più famigerata, ridicolizzata da tutti noi studenti, era sempre quella: prodromi e cause.
Credo l’abbia fatta anche a me.
Però non ricordo a proposito di cosa.

Un gruppo di donne sotto pressione cui è stato chiesto di attendere in una cucina caotica, con giornali sul tavolo, piatti da lavare e dove il telefono squillava spesso, hanno mangiato il doppio di biscotti rispetto alle volontarie che sono state fatte attendere nello stesso ambiente pulito e ordinato. Complessivamente, le prime hanno assunto 65 calorie in più in 10 minuti. “Stare in un ambiente caotico ed essere stressati è negativo per la dieta - spiega Lenny Vartanian, ora professore associato di psicologia alla University of New South Wales in Australia - Sembra che spinga le persone a chiedersi: ‘E’ tutto così disordinato, perché non dovrei esserlo anch'io?’. Sospetto che la stessa cosa accada negli uomini”.
In realtà, scherzando ma non troppo, si potrebbe ironizzare sul fatto che questi gay un tempo esuli volontari dalla famiglia alla libertà, si apprestino a compiere esattamente il passaggio al contrario, ovvero: dalla libertà alle babbucce, il plaid e il divano.
Un ritorno, insomma, dei gay-figliol prodighi alla famiglia nel momento di più bassa audience per quello stesso modello di società dalla cui dura contestazione tutta la battaglia culturale e generazionale prima che politica per le libertà civili prese il via.
(…) fino al punto di spingere la presidente della Camera, Laura Boldrini,  a sproloquiare sul fatto che l’adozione si debba considerare un diritto di chi adotta e non, come invece è, di chi viene adottato.
Tutto ciò ha raggiunto un tale livello di frenesia intellettuale che, oggi, un omosessuale in coppia che dichiaratamente (…) non brami dalla voglia di procreare, è considerato un po’ sfigato, quanto meno retrò, per non dire proprio omofobo, accusa già caduta sulle teste di omofamosi come il cantautore Cristiano Malgioglio e il direttore di Chi, Alfonso Signorini, rei di aver espresso semplicemente il loro pensiero. 
Un perbenismo quasi vegano, salutista, pro life che avrebbe fatto arrossire persino le travestite dello Stonewall e ha già fatto interrogare anche le residue femministe di oggi.
— 

http://www.ilfoglio.it/cultura/2016/01/30/dalla-famiglia-alla-libert-e-ritorno___1-v-137649-rubriche_c110.htm

Capriccetti. Bizze stizzite di bimbi mai cresciuti. Peggio: sindacalizzazione del senso della vita e dei suoi limiti. Cogito ergo contratto. 

Torino 2006 - 2016 - Il viaggio continua

Con le Olimpiadi invernali del 2006, Torino ha mostrato al mondo il volto, allora inedito, di una Città in trasformazione. La folla per le strade, i concerti e gli appuntamenti della Medals Plaza, l'impegno di migliaia di volontari e le imprese dei campioni dello sport hanno creato quell'atmosfera olimpica che ha contribuito al successo di un evento straordinario. Il 26, 27 e 28 febbraio 2016, la Città di Torino festeggia il decennale olimpico con un ricco programma di eventi, concerti, mostre e appuntamenti. Tutte le informazioni sul sito http://ift.tt/20Z5OIE. In particolare, il 27 febbraio sarà organizzata una parata celebrativa da Piazza Vittorio a Piazza Castello. Se sei stato volontario o hai partecipato all'organizzazione e ai festeggiamenti delle Olimpiadi e vuoi partecipare, compila il modulo di iscrizione sul sito dell'evento.

youtube

(via https://www.youtube.com/watch?v=1TdIW7cSS00)

Le emozioni sono il motore del nostro agire. Senza emozioni la nostra vita sarebbe una piatta ripetizione di gesti automatici.
Sono proprio le emozioni autentiche (rabbia, paura, gioia, tristezza) quelle che vanno risvegliate per dare energia alla persona e aiutarla così a cambiare.
Nel video vedrete come, attraverso la creazione della relazione terapeutica in psicoterapia, avvenga questa “magia”.

Il video mostra in modo diretto gli effetti negativi delle energie tenute represse e il potere positivo delle emozioni, quando esse vengono liberate e amplificate in un setting come quello della seduta dallo psicologo.Nel video, sotto la regia della videomaker Giulia Selvaggini, quattro volontari si sono fatti riprendere durante un colloquio individuale con me, il quale ha creato con ognuno di loro una relazione basata sul “ciclo del contatto” con le proprie sensazioni: dal rispecchiamento al blocco, fino allo sblocco finale.Nelle immagini si vede come funzionano le emozioni, cosa accade quando vengono espresse (showing emotions) e che effetto hanno sul corpo e sulla mente in persone diverse tra loro per cultura, vissuti, età, genere.


Smettere di fumare dormendo

Smettere di fumare dormendo. I ricercatori hanno condotto un esperimento con 66 volontari basato sul condizionamento olfattivo del sonno. I risultati sono stati sorprendenti, i soggetti hanno infatti diminuito all'incirca del 40% la quantità di sigarette fumate.
Grecia: Guardia costiera italiana salva 18 persone in Grecia

Italia e Grecia, criticate da Bruxelles su rimpatri e ricollocamenti, continuano a salvare la vita di centinaia di profughi in arrivo dal Mediterraneo. Una motovedetta della Guardia Costiera italiana ha recuperato 18 persone a bordo di un natante alla deriva nelle acque dell’isola di Samos. Due scafisti, di sedicente origine turca, sono stati individuati e consegnati alle autorità greche.

Su un’altra delle isole dell’Egeo, a Lesbo, si è formata una nutrita comunità di volontari. Provengono da Europa, Asia e Stati Uniti e si finanziano attraverso internet, utilizzando piattaforme di crowdfunding.

“Abbiamo notato un grande problema di comunicazione dovuto alla lingua. Quando i profughi sbarcano qui, noi cerchiamo principalmente di guidarli – spiega Sakib, dal Bahrain – Spieghiamo dove devono andare e li aiutiamo a recuperare cibo e vestiti”.

“Abbiamo dovuto ingrandirci rapidamente per affrontare questa situazione – dice Emma, della Fondazione Starfish – In un primo momento la gestione era principalmente nelle mani della gente del posto. Poi con l’aiuto dei turisti siamo arrivati fino alla fine della stagione estiva. Ora cominciamo a cercare sostegno all’estero, ed è per questo che abbiamo creato una fondazione”.

Nel 2015 sono arrivati in Europa oltre un milione di migranti attraverso il Mediterraneo e il 2016 è iniziato con una media di oltre 2mila ingressi al giorno, oltre 60mila persone sono arrivate in Grecia e più 5mila in Italia.

infoaut.org
Non si ferma l'assedio nella città di Cizre

Non c’è fine alla violenza dell’esercito turco nella città di Cizre, nella provincia di Sirnak, che dal 14 dicembre vive un coprifuoco di 24 ore ininterrotto.  Da quella data ad oggi almeno 73 sono le persone uccise dall’esercito di Erdogan, purtroppo un numero destinato ad aumentare se si considera che le autorità turche non permetto nemmeno alle ambulanze di avvicinarsi e così anche ai  volontari impedendo quindi i soccorsi ai feriti. Uno scenario di rastrellamento casa per casa in una città sotto assedio.

La notizia che rimbalza da giorni sui siti kurdi parla di un edificio bersagliato da razzi e di feriti riparati negli scantinati che non possono uscire per trovare soccorso e tantomeno essere soccorsi. I militari sparano sulle ambulanze, non ci si può assolutamente avvicinare, 6 dei 25 feriti sono già morti. Da almeno otto giorni dentro le cantine si vive ormai senza cibo e acqua, l’ultima vittima per quello che sono le notizie giunte fino ad oggi sarebbe un bambino di tredici anni morto a causa

delle ferite riportate, che privato di cure e acqua non ha potuto che spirare.

Una crudeltà che non accenna a fermarsi, testimoni riferiscono di aver visto ad opera di esplosioni controllate dall’esercito che hanno fatto crollare i piani sovrastanti gli scantinati, molte le famiglie dei feriti e delle vittime accorse per poter dare aiuto ai propri cari ma di fatto allontanate a colpi d’arma da fuoco almeno un centinaio di metri da questi palazzi che si stanno trasformando in tombe.

Leggi anche "Le persone rinchiuse a Cizre sono state giustiziate?“

È ormai un po’ di tempo che ho lasciato da parte l'amore e… Sto bene.
Certo, non essere più legati così tanto ad una persona ha anche i suoi svantaggi, essere amati ed amare è senza dubbio bellissimo. A volte, però si è un po’ ristretti in una determinata area, sia spaziale che emozionale, che ti impedisce consapevolmente di uscire.
Si è prigionieri volontari di una sfera fatta di amore e coccole che inevitabilmente lascia fuori tante avventure.
Si impara ad amare, solo amando, ed è difficile amare! Credo che se l'amore fosse stato una materia scolastica avrei dovuto prendere ripetizioni, proprio come in matematica.
Io mi sa proprio che sbagliavo qualcosa. Lo spazio che mi ero circoscritta, quello che credevo non si dovesse superare per non ferire l'altro in nessun tipo di modo, era troppo stretto. Ci stavo a mala pena io stessa.

PER LE STRADE A LAVARE I PANNI DEI SENZATETTO

Si chiamano Nic Marchesi e Lucas Patchett, nella vita vanno a cercare chi non ha una casa e gli lavano i panni gratuitamente.

Hanno iniziato con un vecchio furgoncino su cui hanno caricato due macchine lavatrici e due asciugartici, arrivando a fare oltre 350 bucati alla settimana per le strade della loro città, Brisbane in Australia. Dopo poco tempo si sono unite a loro molte persone ispirate dalla loro idea ed oggi sono più di 270 i volontari ad andare in giro per ridare decoro e dignità ai senzatetto. 

La loro attività permette di passare ore a parlare con le persone in strada e facilita le relazioni e la trasmissione della positività alla gente. Pulire gli abiti inoltre permette di migliorare l’igiene e la salute delle persone senza mezzi economici e di metterle in condizione di mantenere autostima e rispettabilità nei confronti della società.

I due 21enni dopo il primo anno di attività sono riusciti ad attrezzare 5 furgoni ed allargare il loro servizio ad altre 4 città australiane. Il 31 gennaio sono stati nominati australiani dell’anno 2015.


Fonte: Orange Sky Launrdy; Australian of the Year

Piazza San Marco gremita di persone per il Carnevale nonostante rischio attentati e controlli rinforzati

Scene mai viste in Laguna durante il Carnevale… Levarsi la maschera (e aprire lo zaino per chi ce l’ha in spalla) davanti agli agenti per l’accesso a Piazza San Marco. Ma le esigenze di sicurezza al tempo del terrorismo internazionale non sono bastate a rovinare una festa frequentatissima. Secondo la prefettura ieri c’erano oltre 100.000 persone a Venezia per l’avvio ufficiale dei festeggiamenti.

“Mi pare normale, con l’Isis, il terrorismo e tutto” dice una turista svizzera. Per accedere a San Marco sono stati stabiliti 5 punti di accesso e la piazza è stata suddivisa in 4 settori sotto il controllo delle forze dell’ordine: 280 gli agenti della polizia municipale appoggiati da 70 volontari della Protezione Civile cui si sono aggiunti reparti della Polizia di Stato.

“Ci hanno messo il terrore però noi lo combattiamo essendoci e facendo vedere che non abbiamo paura di nulla” racconta una turista italiana.

L’evento della giornata è stato il Volo dell’Angelo. Irene Rizzi, 19 anni, vincitrice della contesa delle 12 Marie 2015, si è calata con un cavo metallico teso tra il campanile e l’estremo opposto di San Marco, sorvolando la folla con il naso all’insù.

La manifestazione era in origine prevista per il giovedì grasso ma è ormai fissata per la domenica e dà il via ufficiale ai festeggiamenti. In questa forma è stata ristabilita nel 2001 sostituendo il volo di una colomba meccanica piena di coriandoli che venivano lasciati cadere sul pubblico.