vis per

Un bel saluto a ogni amico sparito, a quella stronza del cazzo che so che m'ha tradito, terzo dito si ma col sorriso.
—  Le belle frasi. ( via @tisorridomentresparicazzate).
Io vi auguro di sbagliare tanto.
Di fare una marea di cazzate.
Di ritrovarvi col tempo a dire “ma chi me l'ha fatto fare?”, di ripensare all'indietro senza un briciolo di nostalgia.
Di dire “sono stato un idiota” oppure “è il ricordo più bello che ho”, ma senza un solo frammento di rimpianto.
(Non negatevi nulla.)
Vi auguro di trovare l'amore della vostra vita solo dopo aver aperto ferite incolmabili per quella sbagliata, o non sarete mai capaci di apprezzarla davvero.
Vi auguro di arrivare a capire che la felicità è uno stato d'animo e non una condizione di vita, che non la si prova in assenza di delusioni ma nonostante.
Mi auguro che troviate il coraggio di ritrovarvi in meno libri, film, canzoni, e più in voi stessi.
Vi auguro di sentirvi a terra, allo stremo, di dire che non potete più farcela solo per sorprendervi del fatto che invece, ancora una volta, potete.
Di imparare a non giudicare le scelte degli altri, anche se in minima parte lo facciamo tutti, solo perché le sentiamo distanti e in contrasto con le nostre.
Di ricevere gentilezza, tenerezza, dolcezza e non per forza da un partner, ma da qualsiasi persona sappia capire che a volte per stare bene basta qualcuno che ci ascolti e si prenda cura di noi. Anche nel suo piccolo, anche da lontano.
Per una volta, io non auguro a nessuno l'amore, la salute, la felicità o i soldi, ma la vita.
—  Senpaicoco
2

I highly suggest you watch Illumination’s new movie Sing. It’s really good and inspiring to me at least?? Also made me think back to my high school haha

Fateci caso:
A chi vi tiene per mano,
A chi vi dà un regalo,
A chi se vi guarda sorride,
A come vi accarezza,
Agli occhi che ha quando vi parla,
A quanto vi scrive,
A cosa vi scrive,
A che voce ha quando canta,
A chi vi aspetta,
A chi vi bacia oltre le labbra,
A chi crede ai vostri sogni,
A chi parla al plurale,
A chi pensa in due,
A chi ha freddo e vi presta il suo giubbotto,
A chi, quando piove, vi dedica l'arcobaleno.

Se siete così fortunati da avere qualcuno che vi ami,
Fateci caso.

Vi auguro di trovare una persona che “insista”; che non molli, non vi molli per stupide “incomprensioni caratteriali”, al primo no o che si spaventi dei vostri muri, ma che vi tiene stretti per non farvi scivolare dalle sue mani, dal cuore, che trovi e provi qualsiasi armatura e attrezzatura per buttar giù ogni mattone. Vi auguro di trovare quel qualcuno che non vi dia modo di elemosinare l’amore, mai. Non lasciatevi fregare dalle giustificazioni, l’amore come le attenzioni, non ne hanno bisogno.
— 

Maria Auriemma.

Originally posted by dreaminfinityme

Volete le donne forti, dalla grande personalità, dal bell'aspetto, e poi non siete in grado di sostenerle e di reggere il confronto, di stare al passo. Mettetevi d'accordo fra quello che volete e ciò che potete permettervi.
—  Le belle frasi (via @tisorridomentresparicazzate)
A volte mi chiedo dove troviate il coraggio di tradire una persona che ha solo occhi per voi. Come fate a preferire qualcuno che non vuole far altro che portarvi a letto piuttosto che una persona che voglia solo vedervi felice, preferire qualcuno che vi voglia per una sola notte piuttosto di qualcuno che vi vuole per il resto dei suoi giorni, finché riesce ad essere felice soltanto guardandovi. Ad essere tanto superficiali da scegliere qualcuno che dopo qualche giorno vi tratterà come non foste mai esistiti, piuttosto di qualcuno che sorride soltanto leggendo un vostro messaggio. Vi ammiro sicuramente per l'enorme coraggio nel riuscire a compiere gesti simili istintivamente e andando a dormire senza neanche pensarci. Per il resto non posso far altro che pensare che siate persone piccole, così stupide da non notare i dettagli della persona che vi trovate accanto, non rendendovi conto della fortuna e del tesoro che possedete tra le vostre mani. Mi chiedo come possa sfiorarvi l'idea di essere innamorati e contemporaneamente pensare di baciare qualcun altro. Mi chiedo tante cose e, oltre che stupido, sarà anche inutile, non riuscirò mai a concepirlo. Sappiate, però, che un giorno in cui sarete malati non troverete più quella persona al vostro fianco a supportarvi, quando non riuscirete a dormire la notte sarete soli senza nessuno a cui chiamare, non troverete più quella persona che sia ancor più felice di voi quando raggiungete un risultato, le serate davanti ai film e sotto le coperte le passerete soli, non vi arriverà più nessun messaggio improvviso, nessun “mi manchi”, niente sorprese, niente baci inaspettati. Niente di niente. Perché la persona a cui tenevate se anche dovesse fare ritorno, non sarà mai più la stessa che avete conosciuto, per sempre.
Ma voi con che coraggio vi chiamate genitori? Eh?! Ma come fate. I genitori sono quelli che ti ascoltano, ti sono vicino in ogni momento per qualsiasi cosa, non ti giudicano e cercano di comprenderti anche se magari non ci riescono tutte le volte, ma comunque ci provano e basta già questo. Sono quelli che ti danno consigli e non ordini, che si fidano di te e ti credono, che ti fanno riflettere quando sbagli e non ti urlano in faccia facendoti sentire uno schifo; sono quelli che ammettono di avere colpe, che chiedono scusa quando devono e che quando sbagliano non ti mettono addosso tutto il peso ma si prendono quello che si meritano. Voi non siete genitori, voi avete fatto una figlia soltanto per distruggerla. L'avete riempita di sensi di colpa, di peso addosso che è insostenibile e di dolore che è diventato sempre più forte. L'avete distrutta con le vostre stesse mani, buttata nel fondo e lasciata lì senza via d'uscita; avreste solo dovuto fidarvi quando vi diceva che gli facevate male, avreste dovuto guardare oltre i problemi scolastici e quella camera buia dove si rinchiudeva tutti i giorni tutto il giorno, credergli sulla parola e credere a come stava, farvi qualche domanda se quel che facevate era giusto o no. Perchè si vedeva, lo vedevate, stava malissimo e chiunque se n'era accorto, vi diceva che con quel comportamento gli andavate solamente contro ma voi imperterriti avete continuato a fare quel che volevate, vi urlava di smetterla e vi aveva avvertito su quello che poteva accadere, ma niente, non è stata ascoltata come al solito. Grazie a voi, mamma e papà o come vi chiamate, per essere stati solo un enorme ostacolo per me, che sono vostra figlia e non vedo l'ora di starvi lontana. Grazie a voi per avermi fatto male e ancora male quando già il mio dolore sarebbe bastato, grazie per avermi fatto crescere l'odio che già provavo verso me stessa, grazie per aver preteso, offeso e per avermi distrutta facendomi cadere più e più volte, grazie mille. Sapete che c'è, non sapete nemmeno da dove cominciare per fare i veri genitori, non siete stati in grado di esserlo neanche quando vi ho dato le istruzioni, vi siete divertiti a giocare con me come se fossi un manichino che non sente niente ma io ho sentito tutto e anche troppo. Mi avete cambiato, sono diventata fredda con voi, ve la siete cercata, io dovevo farlo per me dato che voi non ci pensavate, mi dispiace ma la freddezza che ricevete adesso ve la siete meritata tutta e non ci sono scuse. Non potete pretendere niente da me, voi avete commesso un errore enorme ed è giusto che ve lo sopportiate tutto sulle spalle, senza neanche fiatare, è il minimo dopo quello che mi avete fatto. Avete reso la persona più dolce di questo mondo una vera bastarda senza cuore e adesso vi prendete quello che avete creato. Ho smesso di fare la buona, almeno con voi, io non cambio più perchè non vi vado bene, ve ne andate direttamente a quel paese e state zitti assumendovi le responsabilità dei vostri errori, com'è giusto che sia. E non venite fuori con i vostri ricatti e le vostre pretese del diavolo perchè non mi faranno cambiare idea, né ora né mai. Non avete idea di quanto dispiacere e delusione io abbia, che volevo avere un buon rapporto con i miei genitori che sono una parte della mia famiglia e invece mi tocca essere ciò che non avrei voluto essere, soprattutto con voi. Vi ho sempre voluto bene, ci ho sempre tenuto ma non l'avete ancora capito, ho cercato in tutti i modi possibili di salvare il rapporto ma non me l'avete permesso. Non voglio fare la vittima perchè non mi piace, sicuramente ho sbagliato pure io qualche volta, ma ho pagato per i miei errori e l'ho ammesso, non ve li ho scaricati addosso come fate voi. Non faccio sentire delle nullità gli altri per i miei sbagli, anzi, di solito pago anche per gli sbagli altrui perciò sono proprio la persona meno opportuna per fare la vittima. Voglio solo farvi capire cosa si prova, cosa ho provato io a subire il male che mi facevate e ancora continuate a farmi, voglio farvi vedere in che fondo avete buttato vostra figlia, vi faccio provare quello che ho sentito io quando sono caduta a pezzi, giusto perchè a spiegarvelo non sentite ragione ed evitate il discorso. Per farmi arrivare a questi punti credetemi che avete dovuto farmi proprio tanto male. Mi è costata non so quanta fatica per diventare glaciale nei vostri confronti, io che vi avrei dato persino l'universo intero dal bene che provavo, avete calpestato i miei sentimenti senza nessuna pietà magari senza farlo volutamente ma potevate evitarlo dato che vi avevo dato un avvertimento, solo che non ho mai avuto la vostra fiducia e fa così schifo; ci ho messo pianti infiniti, vuoti incolmabili e mali insopportabili per diventare come sono ora, per capire che dovevo farmi una corazza per proteggermi da quel che facevate e dicevate, ho dovuto mettere da parte quel che più mi caratterizzava per sopravvivere a quel dolore che lacerava in continuazione e da ogni parte. Non ne avete idea di quanto mi sono dovuta sforzare per riuscire nel mio intento, e non posso tornare indietro scusatemi; non potete pretendere che io ritorni come prima, mi avete fatto diventare in questo modo e non riesco a ritornare indietro. Ma non potete nemmeno scappare dai problemi, perchè non è giusto soprattutto nei miei confronti; dovete accettare amaramente le mie parole e quel che faccio, com'era prima il mio turno adesso è arrivato anche il vostro turno che vi aspetta. E mi dispiace ma purtroppo io non posso cambiare, almeno non in questo momento della mia vita, non mi fermerò finchè non vi prenderete almeno una piccola parte del male che mi avete fatto provare, dovete viverla e sentirla sulla vostra pelle com'è successo a me e non c'è via di scampo. So che dovrei risparmiarvi perchè ci tengo e tutto il resto, ma mi dispiace proprio non ce la faccio nel modo in cui sono. Perciò è inutile scappare, litigate con me quanto volete, vi restituirò indietro tutto il dolore che ho patito a causa vostra, niente di più. Vedrete che dopo quest'esperienza capirete meglio e forse, dico forse, imparerete a fidarvi di vostra figlia ogni volta che vi avvisa quando c'è un pericolo. Abbiate pazienza ma anche se non volessi farlo proprio non posso evitarlo. Quindi imparatevi a memoria questa lezione che credo non dimenticherete molto facilmente e al prossimo giro non fate lo stesso danno ma aggiratelo come vi avevo consigliato io. Detto questo, inferno volevate e che inferno sia.
—  moriresilenziosamente
Non lasciate mai che qualcuno diventi il motivo per cui vi svegliate al mattino, quello per cui mangiate, quello per cui sorridete. Non lasciate diventare qualcuno il centro del vostro mondo, non mettete da parte nulla per nessuno, non lasciate che vi manchi dopo cinque minuti che è andato via. Non lasciate mai che qualcuno sia in grado di influenzare il vostro umore, non lasciate mai vedere la vostra fragilità a nessuno, non aggrappatevi a nessuno.
Se ne andrà, e no.
Non tornerà a salvarvi un attimo prima della caduta.
Vi farà schiantare a terra, lascerà che vi si rompano tutte le ossa e non se ne fregherà se una costola vi perforerà un polmone.
Non correrà da voi quando vi vedrà morire.
Non vi salverà.
Nessuno è la salvezza di un altro.
—  Iky Caputo
Auguri migliore amica✨ RIP

Ce l'avete una migliore amica? Non quella con cui parlate di qualsiasi cosa, ma quella che vi conosce davvero, quella con cui le parole semplicemente non servono. Se l'avete pensateci un attimo. Non a tutti i singoli momenti passati insieme, sarebbero troppi. Solo alle cose più belle, più significative. Tipo il giorno in cui vi siete conosciute, il primo sguardo, la prima risata. La prima volta in cui vi siete confidate per davvero, quando avete capito di esservi trovate, di essere fatte per essere amiche. La prima volta che avete dormito insieme, quando vi siete svegliate e ve la siete trovata accanto, magari ancora addormentata.
I sorrisi più veri, i viaggi che sognate di are insieme, le ore passate al cellulare. Gli abbracci stretti fortissimi, quelli che riescono a salvarvi da qualunque problema, quelli che vi donano la consapevolezza di sapere che lei c'è sempre, nonostante le liti, nonostante i pareri diversi o le incomprensioni. La prima volta in cui l'avete vista piangere e magari vi siete sentite inutili. La prima volta in cui avete pianto davanti a lei e avete capito quanto la sola sua presenza bastasse a consolarvi. Forse è semplicemente questo una migliore amica. Una persona che ti rende felice, che ti permette di andare avanti nonostante tutto, e che per farlo non ha bisogno di grandi gesti o dimostrazioni strane. Qualcuno che riesca a salvarti da tutto, anche semplicemente standoti affianco. E a volte siamo tutte portate a darla per scontato, a considerarla una cosa normale, ma non lo è affatto. Avere una persona che ti capisce senza le parole e che sa farti sorridere solo con la sua presenza, è la cosa più bella che ti possa accadere nella vita. Quindi, se ce l'avete, una migliore amica, tenetevela stretta. Ripetetele “ti voglio bene” fino a stancarla, abbracciatela forte, non permettetele di andare via. Perché la migliore amica, quella vera, non si può sostituire. Mai.
Non fate come me. Non abbiate paura di farle del male, quando in realtà fate del male solo a voi stessi. Non lasciate che ve la portino via. Lottate. Fatevi foto su foto. Vivete. Siate felici.

Auguri Principessa💕 +14
Spero tu sia in un posto migliore,lassù. Da sempre, per sempre. È una promessa. Ricordi?

Vi auguro di trovare una persona che “insista”; che non molli, non vi molli per stupide “incomprensioni caratteriali”, al primo no o che si spaventi dei vostri muri, ma che vi tiene stretti per non farvi scivolare dalle sue mani, dal cuore, che trovi e provi qualsiasi armatura e attrezzatura per buttar giù ogni mattone. Vi auguro di trovare quel qualcuno che non vi dia modo di elemosinare l'amore, mai. Non lasciatevi fregare dalle giustificazioni, l'amore come le attenzioni, non ne hanno bisogno.

-Maria Auriemma