velocious

Amo i tuoi baci.
I baci sul collo, romantici, inaspettati.
I baci sulle guance, veloci, fuggenti, ma teneri.
I baci sulle labbra, profondi, intensi, i nostri respiri condivisi.
Il cuore che accelera.
L'amore che ci invade.
—  Volevoimparareavolare

Poi arriva la notte, così buia, così profonda.
Le serate tra amici, le cazzate fatte all'ultimo secondo, i baci inaspettati, le risate, i pianti, ricordi quest'estate?
I “ti amo” detti così sinceramente, i cuori spezzati, le bevute.
I battiti del cuore che andavano così veloci che non riuscivi a parlare, quella voglia di soffocare tutto in un abbraccio senza poter lasciare più quel corpo.
Quegli sbagli che ti fanno pensare: “ma che cazzo ho combinato?” ma che ricorderai per sempre.
I momenti in cui pensavi sarebbe tutto finito, ma il giorno dopo era come se facevi riprodurre continuamente la tua canzone preferita.
Eppure.. anche se era finita, quella era la mia estate.

E chi se la scorda più quell'estate.
Settembre, come tutti i mesi di transizione, cullava gli incerti. Fuggiva in avanti con il vento fresco che sarebbe diventato presto autunnale, si rifugiava indietro nella luce ancora estiva del cielo. E ciascuno poteva assaporare quello che preferiva: foglie più pallide che cominciano ad abbandonarsi, nuvole veloci e senza pioggia, pezzi di blu tra i palazzi grigi come cerniere dell'infinito.
—  Cose che nessuno sa- Alessandro D’Avenia
Ridiamo con poco e piangiamo sempre con poco, ci tiriamo su a vicenda, anche se a volte litighiamo, l'incazzatura dopo due ore, massimo passa.
Siamo portatori di mancanze, e quando una persona sta male qui dentro neanche i carabinieri, vigili del fuoco, ambulanze, corrono più veloci di noi.
Questi coglioncelli, sono belli, sono da vivere, sono esattamente la mia vita.
Porca troia bastarda schifosa.
—  Amarocomeamore

Stasera c'eravamo solo io e te.
Il resto contava poco, o meglio niente.
Mi guardavi, mi accarezzavi, mi abbracciavi. Continuavi a giocare con i miei capelli, mi ripetevi: “i tuoi capelli sono qualcosa di stupendo.“ Sorridevi.
Eravamo sull'amaca, guardavamo le stelle. Ridevamo, dicevamo cazzate, ma continuavi a guardarmi fisso negli occhi.
“Posso abbracciarti ancora un po’?”
Mi stringevi.
E poi mi hai preso le mani e le abbiamo intrecciate, abbiamo creato qualcosa di magico con le nostre mani.
Non so se è amore, non so cosa sia.
Due corpi con la stessa anima.
Due cuori con battiti veloci.
Stringimi ancora, e non lasciarmi più.

La legge gravitazionale nasce da quel semplice dischiudere
le labbra. Nei denti fiumi e foreste. La lingua
è un viaggio di geografie veloci.
I capelli tengono un piccolo discorso e io dico sì
a bere il cielo dalle mani
—  Paolo Polvani, Una fame chiara 

REPOST, DON’T REBLOG PLS!

1) Why did you choose your URL? because it’s a common quote in hawkeye vol. 4 (even though clint doesn’t say it) & it just always got stuck in my head!
2) What is your middle name? ugh. mary.
3) If you could own a fairytale/fictional pet, what would it be? fictional pets are fucking high maintenance. & is there a fictional pet vet that i can take them to when they get sick? or do i just have to freak out & figure it out myself? a direwolf would be really awesome if i lived somewhere it could thrive. & if it didn’t go around killing people.
4) Favourite colour? certain tones of red. purple too. black.
5) Favourite song? fuck me, i don’t know. i haven’t been listening to music much lately. but if i had to choose something right now i’d go for 7/11 by beyonce or bang bang by jessie j. 
6) What are your top five fandoms? marvel, the walking dead, game of thrones, hannibal, vikings/bates motel?
7) Why do you enjoy Tumblr? because i meet amazing people here, people who enjoy the same things as me. i get to talk about those things, enjoy them with friends, & write.
Tagged by: imafuturist.
Tagging: velociiti, xjaybird, hxrbingxr, clairexnovak, suchpoise, sniperintheknight.

E ti chiedi: dove sono dunque i sogni tuoi?
E, scuotendo il capo, dici: come veloci volano gli anni!
E ancora ti chiedi: che ne hai fatto di quei tuoi anni? Dove hai seppellito il tuo tempo migliore?
Sei vissuto oppure no?
Guarda, dici a te stesso, guarda come il mondo diventa freddo!
Passeranno ancora degli anni e dopo di essi verrà la cupa solitudine, verrà, appoggiata alle stampelle, la tremante vecchiaia, e poi angoscia e desolazione… Impallidirà il tuo fantastico mondo, appassiranno e moriranno i sogni tuoi e cadranno come le foglie gialle dagli alberi…
—  Le Notti Bianche - Fedor M. Dostoevskij

“Settembre, come tutti i mesi di transizione, cullava gli incerti. Fuggiva in avanti con il vento fresco che sarebbe diventato presto autunnale, si rifugiava indietro nella luce ancora estiva del cielo. E ciascuno poteva assaporare quello che preferiva: foglie più pallide che cominciano ad abbronzarsi, nuvole veloci e senza pioggia, pezzi di blu tra i palazzi grigi come cerniere dell'infinito.”
- Alessandro D'Avenia

               about the mun // tagged by hxrbingxr​.

basics.

name: ro/rochelle
pronouns: she/her
sexuality: people
zodiac sign: sagittarius 
taken or single: single
three facts: i have two dogs, i’ve only slept for like an hour & a half on & off last night so i’m struggling to think of things, i’m really feeling chocolate muffins lately. like damn just give me them for each meal.

experience.

how long (months/years?): four years

best experience: meeting the people i have on tumblr. writing wouldn’t be the same without them. coming on here would be… it wouldn’t even measure up. i love them to bits.

muse preferences.

female or male: are these for my muses? or for people i want to rp with? i’m gonna go with my muses. male. & i’m going to be honest. it’s purely because you don’t get much interaction with female blogs. but i love, love, love writing with female muses. they are probably my favourite to write with. like give me strong female characters, give me weak ones, give me all of them.
favorite face: mike vogel for clint.
least favourite face: anyone overused, models, musicians, real life people. basically anyone that isn’t an actor.
multi or single: single.

writing preferences.

fluff, angst or smut: there are more types of threads. so, really, anything with conflict & character development. but i love fluff, angst & smut whenever it’s right.
best time to write: just after a shower or late at night/after midnight.

are you like your muse(s): eh. barely. we have similarities. but not much.

TAGGING: velociiti, xjaybird, execucio, clairexnovak, ofsentencefragments

Gli uomini mi prendono in giro perchè non so fare la sex bomb, non sono disinibita, non lo prendo in mano appena conosciuti, non mi spoglio con il primo che incontro, e ci metto tempo, nel sesso, per lasciarmi andare.

Mi prendono in giro perchè ho fantasia, tanta, troppa, e mi piace coccolare l’uomo che desidero in mille modi, ma non amo la volgarità nè gli approcci veloci da vamp. Non sono molto brava a prendere l’iniziativa. Sono timida, riservata, ho bisogno di sentirmi al sicuro prima di togliermi i vestiti.

Forse non ho un rapporto sereno con il mio corpo - e non sarebbe strano, in fondo, visto il martirio subìto per anni e anni tra terapie e interventi -  forse semplicemente non sono capace, sono una sfigata, una che vuole fare la dura e che invece in pochi minuti si trasforma in una bambina impaurita, in cerca della mano di papà.

Oggi un amico mi ha scritto: “Fai tanto la sexy, a parole, di qua di la, poi ti viene il panico non appena sei faccia a faccia con un uomo”.

Mi ha praticamente riso in faccia. Come a dire…sei farlocca, renditene conto.

Me ne rendo conto. Grazie. Tu sì che sei un amico! (Ironia portami via).

Sì forse sono all’antica, ma penso che la dolcezza, la timidezza, il rossore in viso, l’imbarazzo mista all’emozione di scoprirsi davanti ad una persona, siano molto più sexy ed intriganti di una donna con frustino vestita come una troia.

Sono così. Prendere o lasciare.

Andare affanculo perché non si sa dove andare

Ma tu balla leggera su questo prato di carta
mia venere scalza per te l’inchiostro è in offerta
e i tuoi piedi veloci hanno scritto centinai di romanzi già
Balla che chiunque un giorno ballerà
guardando sotto i piedi leggerà il tuo nome Libertà


Io invece ero il ragazzo dell’ ultimo banco.
Quello con gli occhi rossi.
Quello perso in mondi sconosciuti, poi diventato quello che resta a guardare fisso negli occhi le ragazze sui treni di merda, che corrono veloci.