La donna uscì dalla costola dell’uomo, non dai piedi per essere calpestata, non dalla testa per essere superiore ma dal lato, per essere uguale, sotto il braccio per essere protetta, accanto al cuore per essere amata.
—  William Shakespeare
Caro uomo,
Dentro una donna dorme un angelo, una bestia, una stronza, una bambina, una volpe, una principessa, un demonio..
Quella che sveglierai
È quella che avrai
Mi spaventa la fragilità umana. Un singolo evento può condizionare la nostra vita. Siamo fatti di vetro: all'apparenza sembriamo resistenti, ma basta un colpetto nel punto giusto per sbriciolarci. Un colpo “fisico”, come una malattia incurabile, la perdita di una persona cara o qualsiasi altro incidente; un colpo “psichico”, come il saluto mancato della donna amata, la fine di una relazione, un sogno infranto. Siamo vulnerabili da tutti i lati perché siamo umani e proviamo delle emozioni. Per questo motivo abbiamo bisogno di qualcuno accanto: è vero, sarà anch'esso “fragile”, ma due lastre di vetro sovrapposte resisteranno meglio ai colpi della vita.
—  Neversurrender
E forse il tuo carattere non mi piaceva, né il tuo modo di comportarti, però ti amavo di un amore più forte del desiderio, più cieco della gelosia: a tal punto implacabile, a tal punto inguaribile, che ormai non potevo più concepire la mia vita senza di te. Ne facevi parte quanto il mio respiro, le mie mani, il mio cervello, e rinunciare a te era rinunciare a me stessa, ai miei sogni che erano i tuoi sogni, alle tue illusioni che erano le mie illusioni, alle tue speranze che erano le mie speranze, alla vita! E l'amore esisteva, non era un imbroglio, era piuttosto una malattia, e di tale malattia potevo elencare tutti i segni, i fenomeni.
—  Oriana Fallaci, Un uomo.
Dicevi che di me non t’ importava, ma quando mi vedevi in compagnia di altri ragazzi eri geloso.
Dicevi di non volermi più vedere, ma ogni volta che ci trovavamo nello stesso luogo non mi levavi gli occhi di dosso.
Dicevi che avrei potuto andare con chiunque, ma ogni volta che mi allontanavo tornavi sempre a prendermi.
Dicevi di odiarmi solo perché eri troppi codardo per ammettere che mi amavi.
—  Credevoinquellostupidotiamo