tuttos

Quando decidi di stare accanto ad una persona, ti assumi la responsabilità di renderla felice, nonostante le sue debolezze ed i passi falsi, nonostante la gente, i giudizi, nonostante tutto. E’ questo che lega le persone, il “nonostante tutto”.
—  Labellezzadellepiccolecose - (via labellezzadellepiccolecose.)
È la mia droga, non mi può far male.
—  da Noi bambine non abbiamo scelta_Baustelle
Succede che ti fermi un attimo, sdraiato sul letto.
Non pensi a nulla,
inizialmente.
Poi una specie di vuoto
ti parte dalla gola ed
arriva fino allo stomaco.
Inizi a ricordare,
tutto insieme.
Ció che credevi cancellato,
ció che comunque
non ti aveva mai fatto male.
Ti viene voglia
di urlare,
di piangere.
Non ci riesci.
Ti resta tutto bloccato lí,
impedendoti di respirare.
Non lo programmi,
succede e basta.
Poi peró,
per passare,
ci impiega tempo.
E tu di tempo
ne hai giá perso abbastanza.
—  dietrousorrisotuttaunastoria
È da mesi che non piango e questo mi sta uccidendo. Forse sto trattenendo tutto dentro o forse ho finito tutte le lacrime che avevo, quella sera.
—  dalla seduta con la psicologa parte n. 6

sono fatta così, rimpiango e credo non sia mai stato abbastanza,
rimpiango tutto ciò che ho detto, fatto, perduto,
rimpiango tutte le mie ultime volte,
l'ultimo giorno di scuola guida,
quando mi hanno dato la patente e stavo là a rigirarmi quel pezzo di niente tra le mani,
l'ultimo giorno di liceo,
la mia adolescenza svanita senza che me ne rendessi conto,
rimpiango il non aver vissuto questi anni, come se invece mi fossero scivolati addosso nell'attesa di qualcosa che non c'è.
rimpiango ogni momento di gioia intensa che ho passato, ogni risata sincera condivisa a notte fonda,
ogni onda, ogni tramonto, ogni estate vissuta come se non esistesse il futuro.

anonymous asked:

Ho abbastanza curve e sono anche più alta del mio ragazzo. Mi sento così in imbarazzo perché lui è davvero magro e Bho.. Lo amo con tutta me stessa ma avvolte mi sento così brutta o come se non staremmo bene insieme fisicamente..

Non vedete essere “belli insieme” ma “stare bene” insieme. E ci deve essere amore: tutto il resto è nulla.

Caro diario, sono ancora qui, ormai sembra esser diventata una brutta abitudine quella di scrivere…Oggi ci ho provato, ho provato a tener la mente occupata per non pensare a lei…ho fatto praticamente di tutto, sono stato lontano da quelle quattro mura che mi circondano ormai da troppo tempo…Da debole quale sono ho chiesto aiuto, compagnia, a quell'unico amico che meglio di tutti mi sopporta…Siamo andati a Salerno, abbiamo pranzato al McDonald’s, da adulti quale siamo abbiamo scelto il fantastico Happy Meal…In seguito siamo stati un po’ in giro in attesa di altri due amici che vivono in quelle zone e non incontravo da anni…Sono arrivati alle 16 circa, siamo stati due ore insieme, abbiamo passeggiato per il lungo mare, fatto qualche foto, riso e scherzato…Intanto si saranno fatte le 18, ci salutiamo con la promessa di rivederci il prima possibile ma caro diario, lo sappiamo entrambi, passeranno ancora anni prima che questo accada…Alle 19:30 abbiamo un altro appuntamento che ahimè salta perché come sempre organizzarsi con gli altri nostri amici è impossibile, decidiamo quindi di andar a mangiare un pezzo di pizza e tornare a casa…Ed ora eccomi li, ad affrontare il viale di casa, nell'esatto momento in cui metto il piede giù dalla macchina, il peso del mondo mi crolla nuovamente sulle spalle, la solitudine che tanto ho cercato di allontanare questo giorno, come la migliore delle amanti, era li a casa ad aspettarmi…
Caro diario, sono oramai solo a casa, ho vissuto questa giornata per provar a non pensare a lei, per non pensare a quanto mi manchi, per non pensare a quanto io la ami…
Caro diario, oggi sono consapevole che è impossibile non pensare a lei, è impossibile non vederla riflessa nei raggi di sole che delicatamente si posano su quel mare calmo, è impossibile non pensare al colore della sua pelle, tenero e caldo quando il tramonto colora il cielo, è impossibile non pensare a lei quando ormai è diventata parte di te, è impossibile non pensare a lei quando non vorresti essere altro che la sua metà…
Caro diario, oggi mi sono rivisto in alcune foto scattate, oggi ho pensato come potrei mai conquistarla? Oggi ho pensato come potrei mai smettere di amarla…

In pratica io odio tutti però i bambini li odio diversamente che quasi li amo perché siamo tutti bambini dentro alla fine mi emoziono sempre e a volte ascolto le sigle dei cartoni perché raga davvero se si riesce ad apprezzare tutto l'indie italiano allora si possono anche amare per sempre le sigle di il laboratorio di Dexter e Dragon Ball GT e insomma questi bambini. Oggi una bimba ed io ci siamo volute un sacco bene. Che poi voi non ci pensate mai quando vedete un bimbo a quanto si farà coccone da grande? Beh io sì, ma tanto lo sapete tutti che non sono proprio normale. E questa bimba, 8 anni, Ilaria, sarà proprio una bella signorina. Mi ha raccolto delle margheritine e me le ha date, insieme a degli altri fiori gialli. Poi le ho chiesto se avesse il fidanzatino. Allora mi ha detto no, no, a lei non piace nessuno! Le ho chiesto: ma tu piaci a qualcuno? E mi ha confessato che c'è un suo amico che le ha detto un segretissimo shhh! : lei piace ad un bimbo! E allora Ilaria dimmi non ti piace? È tanto brutto?! Dai, descrivimelo.
Eh beh, ha i brufoletti
(8 anni, i brufoletti?)
Sì, tipo quelli che hai tu qui, mi fa, indicandomi
Ah


“I bambini sono la bocca della verità”

Volevo solo dirvi che ho preso un integratore di magnesio e potassio di quelli da spararsi a 40° all’ombra perché ho male a tutti i muscoli del corpo, e poi che mi sono ricordata di quest’estate in Albania, e poi che sabato sera sono uscita a bere una robina con Ale e abbiamo cominciato a fare calcoli a spanne per vedere quanto ci si mette ad arrivare da qui a Samarcanda in macchina e quanto il tutto potrebbe venire a costare, e poi che quest’idea si è infilata nella mia testa come un seme, e poi che maledico tutti gli sciatori che continuano a sciare e venire a mangiare nel ristorante dove lavoro: ma dove vai con la tuta e gli scarponi che a valle ci sono quasi le primule!, e poi che oggi ho visto un bicchiere di vino bianco nell’angolo e lo stavo per portare via e il mio collega mi ha fermato e mi ha detto NO NO È MIO!, e se l’è bevuto d’un fiato, e poi che una delle poche gioie della giornata è questo ragazzo che viene ogni giorno in pausa pranzo (lavora nel noleggio poco distante) ed è bellissimo (moro, barbuto, occhi chiari), ma proprio una di quelle cose che lo incrocio nella stanchezza generale e penso sempre porcalamadonna, e che appena finisco questi weekend di camerieraggio selvaggio mi butto in una di quelle terme dell’Alto Adige a cazzeggiare tutto il tempo, io, che fino a ieri ero l’anfetaminica da: COL CAZZO CHE PASSO UNA GIORNATA INTERA IN PISCINA GUARDA CHE BELLO QUEL MONTE ANDIAMO A SCALARLO.