tutti i giorni

Sigarette.

Passo i giorni tutti uguali; dal momento in cui mi sveglio (tardi) a quello in cui vado a letto (tardi anche qui) mi torturo con ogni pensiero, non c'è un attimo di tregua, sono in compagnia della mia sofferenza.
So bene che non c'è tempo per stare male, non posso impiegare in questo modo i miei giorni ma sono in unione con le mie calamità.
Per il resto sono una bella persona, senza considerare queste mie voragini ovviamente.
Se mi guardi non penseresti a me come un essere triste. Tuttavia se mi osservi attentamente percepisci che c'è qualcosa che non va. Ecco: io.

ilpost.it
Perché sciiti e sunniti litigano - Il Post
La tensione fra Iran e Arabia Saudita è l'ultima espressione di un conflitto secolare, che negli ultimi decenni è stato aggravato dall'instabilità politica del Medio Oriente

Come hanno spiegato diversi esperti di Medio Oriente, non è mai facile capire dove finisce il conflitto religioso e dove inizia quello politico, e negli ultimi anni i due si sono intrecciati e rintuzzati a vicenda. A prima vista, inoltre, entrambi i rami dell’Islam hanno dato origine a regimi ispirati dalla religione molto severi come quelli di Iran e Arabia Saudita, che pure si odiano e accusano a vicenda.

Le divisioni fra sciiti e sunniti, inoltre, non sono radicate solamente ad alto livello: dato che negli anni sono state associate a decisioni di politica e sicurezza nazionale, sono ormai entrate nella vita di tutti i giorni di quei paesi. Il Wall Street Journalsottolinea tristemente che «le persone che hanno più di quarant’anni e abitano in Arabia Saudita o Pakistan ricordano ancora quando non sapevano – e non gli importava nemmeno – se i loro colleghi o vicini fossero sunniti o sciiti». Seyed Ali Fadlullah, un importante funzionario sciita libanese, ha però fatto notare che è come se queste divisioni siano sempre esistite “in potenza”: «Le differenze di dottrina vengono utilizzate perché hanno un impatto molto efficace: se inviti la tua gente a combattere per ottenere un predominio regionale o internazionale, non verrà nessuno. Ma le persone agiscono quando viene detto loro che la propria setta religiosa è sotto attacco, o che i propri luoghi sacri stanno per essere distrutti».

Diciamo che è come quando si fanno le squadre, e si viene scelti per ultimi: bel colpo no? Fa capire quanto fai schifo.
E poi in quella squadra vinci, ma tu non hai fatto nulla. La tua squadra vince, ma tu magari non hai toccato palla.
Sì, sei felice, ma capisci che con o senza te il risultato sarebbe stato lo stesso. Perciò ti senti inutile, capisci?
Ecco, io sto così tutti i giorni.