tutte le storie sono storie d'amore

A me le storie d'amore piacciono tutte, a parte quelle che fanno troppo male (si capisce quando il male è troppo, so che si capisce), ma ce ne sono alcune che secondo me meritano una dedica speciale.
La dedica speciale io la farei a tutte quelle storie che non sanno finire. Che ci provano in ogni modo a finire, ma proprio non ci riescono. Le due persone in questione si lasciano, vanno a vivere dall'altra parte del mondo per non vedersi, non si scrivono né si chiamano per mesi interi, non parlano più con gli amici di quello che è stato tra di loro, ma ogni tanto ci pensano e tutto quello che andava bene ricomincia ad essere inutile e privo di senso. Le due persone in questione provano ad amare qualcun altro e s'impegnano tantissimo, come quando a scuola c'era una verifica importante, quasi come a voler dimostrare a tutti “guardate che noi siamo andati avanti, ce la facciamo a stare accanto a qualcuno di diverso”. E invece no, non ce la fanno. E ogni canzone parla di loro, ogni film parla di loro, ogni libro, ogni coppia di persone che cammina tenendosi per mano ha a che fare con loro e allora tornano, tornano indietro e regolarmente si trovano, perché pur di ricominciare buttano all'aria tutto il resto.
Una dedica speciale a loro e a chi non si è mai innamorato, a chi una sera pensa “sto benissimo così” e la sera dopo piange guardando Dirty Dancing.
E’ tutto regolare,
credo.
—  Susanna Casciani