torino2013

dieci ore sotto il sole, pressata come una sardina tra quindicenni che litigano perchè una dice di tenerci più alla loro amicizia delle altre e scoppiano tutte a piangere, tra un tizio senza maglia con scritto a penna sulla schiena Tevez LA PASCH 10 (giuro, scritto così), con i piedi in fiamme già alle sei, con amici che batti sistematicamente a scopa d'assi e rifiutano di riportarti a casa, con la birra calda nelle bottiglie del the, con la batteria del cellulare già quasi scarica, con ragazzi che conoscono solamente i singoli di 2nd Law e ignorano bellamente tutto il resto del repertorio.

ma se bisogna sopportare tutto ciò per avere Matt Bellamy a due centimetri per metà concerto e vederlo stringerti pure la mano… io ci metto la firma tutti i giorni!