tis amy's

anonymous asked:

Mi sono innamorata di una persona.. ma fa così male.

Non la ami davvero, perché il tuo amore è avido, vuoi che ti ami anche questa persona. Se tu amassi davvero qualcuno non staresti male, l'amore non è una relazione con l'altro. L'amore è come tu ti senti con te stesso.
Non puoi pretendere che anche l'altro ti ami, l'amore è un dono che fai a questa persona, non bisogna chiedere nulla in cambio. Una persona che ama davvero è concentrata in se stessa, non le interessa se l'altro ricambia o no.
L'amore è come un fiore , non gli interessa se qualcuno lo apprezza o meno, se qualcuno ama il suo profumo o meno. Un fiore non fiorisce solo se una persona lo sta guardando, lo fa e basta, per se stesso, é il suo destino.
Così tu non puoi aspettare che qualcuno ti ami per fiorire, la Vita aspetta di essere scoperta da te. Non farla aspettare, fiorisci anche se il tuo amore non è ricambiato.
E sappi che l'Universo è molto strano, non ti regala mai ciò di cui hai bisogno, ti dona solo ciò che hai già, se dentro di te provi vero amore riceverai altro amore, è inevitabile.

-Dev

Non puoi immaginare quanto ti ami.
Ogni momento accanto a te è pura felicità.
Non esiste il tempo, lo spazio.. ora siamo solo noi.
Niente maschere, dubbi e timori.

La cosa più importante nella vita è amare qualcuno. La seconda cosa più importante nella vita è avere qualcuno che ti ami. La terza cosa più importante è che le prime due accadano in contemporanea.

a volte senti solo
di avere bisogno di qualcuno
che ti accetti per come sei e che non ti chieda di cambiare in niente perché vai benissimo così.

Lo sa come si fa a riconoscere se qualcuno ti ama? Ti ama veramente, dico?
– Non ci ho mai pensato. 
Io si.
– E ha trovato una risposta? 
Credo che sia una cosa che ha a che vedere con l’aspettare. Se è in grado di aspettarti, ti ama.
—  Alessandro Baricco

Un anno fa rincontrai un ragazzo.
Uno di quelli da cui mamma ti dice di starci alla larga.
Uno bello,
un donnaiolo,
un testardo.

Non era più il bambino con cui giocavo a nascondino
anni e anni prima.

Dicevo,
rincontrai questo ragazzo.

Una come me,
con uno come lui…
Non trovo le parole.

Lui era bello,
spontaneo,
estroverso
ed io ero io.
Nonostante le voci che giravano
in giro nel mio paese,
decisi di frequentarlo ugualmente.
Inizialmente,
ero diffidente,
come se io e lui non ci conoscessimo.

insomma, non sono una che regala la propria fiducia al primo che mi ritrovo davanti.

Poi, però,
non so che è successo, ma qualcosa è cambiato. 

Era lui, che se mi sedevo distante, si avvicinava.
Se non lo volevo baciare, il bacio me lo rubava.
Che sapeva dire certe cose che…
Dannazione, quanto l’ho odiato. 
L’ho odiato quando mi guardava in un certo modo, sembrava innocente, sembrava che gli sorridessero gli occhi nel guardarmi.
L’ho odiato quando mi ha detto che ero sua. 
L’ho odiato quando mi ha dedicato canzoni, che adesso ho paura di ascoltare di nuovo.
L’ho odiato quando mi ha resa debole.
L’ho odiato quando non mi ha scritto, e quando invece poi l’ha fatto.

‘Ti penso sempre’ diceva.
L’ho odiato tante volte ed in tanti modi diversi.
Ma più di tutto ho odiato me stessa per non averci capito niente, quell'inverno.

Per essermi bevuta le sue parole, le sue promesse. 
‘Sei così orgogliosa’, diceva.
‘Quando si tratta di te, perdo sempre’, diceva.
‘Amo davvero, amo te, davvero’ diceva.

Ho creduto ai suoi occhi, ai suoi sorrisi. 
Mi sono odiata quando la gente mi mandava le foto di lui con un’altra.

Mi sono vergognata così tanto di me stessa, di aver provato sentimenti così forti per un’idiota, per una persona così falsa e meschina.

Mi sono odiata quando poi, ha scelto lei e ci sono rimasta di merda.

Quando mi diceva che lei non era nulla, mi rassicurava.

Non capivo perché.
Non capivo i suoi comportamenti.
Usciva con lei, ma fissava me. 
Mi chiamava, mi mandava messaggi.

Mi illudeva di essere qualcosa per lui.
Voleva che gli facessi vedere come si amava ‘veramente’ e l’ho fatto.
I miei insegnamenti, però, li ha usati con lei.

Alla fine è stata una cosa che non ho mai accettato.
Non so come, non so perché, ma ruppe qualsiasi legame o contatto con me.
Neanche un saluto.

Nonostante continuasse a fissarmi.
Nonostante i miei sentimenti, ruppe quel legame.
E io dovetti solo andare avanti.

Quel ragazzo mi insegnò quanto la gente potesse recitare bene, apparire sincera.
Da allora fatico ancora di più ad aprirmi
a fidarmi.

Scrissi tanti post, dedicandoglieli.
Alcuni dolci, altri feriti.
Li avevo resi privati lo scorso anno, ma questa sera sono andata a rileggerli.


Un anno fa, durante una sera fredda d'inverno, rincontrai un ragazzo, ma lui non rincontrò mai me.

—  Giulia Ghironi.
- (via @queitaglisuipolsisporchi) Se prendi le mie frasi taggami o aggiungi il mio nome, non costa nulla!🙅
2

whoOps so did you know Jodi Benson was in “Enchanted” because if you didn’t I SUGGEST YOU GO WATCH IT AGAIN KNOWING THE VOICE OF ARIEL (THE JODI BENSON) HAS A PART IN THE MOVIE.

Lui ride, lei piange.
Lui la illude, lei ci crede.
Lui la ignora, lei lo ama.
Lei si stanca, lui cambia.
Lui torna, lei non c'è.
Lui piange, lei ride.
Lui ci crede, lei lo illude.
Lui la ama, lei lo ignora.
—  Fuori piove, dentro pure, passo a prenderti? (via deadinside3695)
E lui mi chiese:
“Mi vuoi ancora bene?”
Ed io pensai:
Ma è scemo? Ha chiuso lui, mi ha trattata malissimo; lo amo ancora, ma allo stesso tempo lo odio perché mi disgusta il suo stupido comportamento.
Gli risposi:
“No, non te ne voglio più.”
Dio se lo amavo, ma lui stava giocando.
—  Citazione mia @sololemielacrime
E lui era bello, davvero bello.
Era l'unico in grado di farmi ridere veramente, anche attraverso uno schermo.
Non ci ripetevamo in continuazione, durante tutto il giorno che ci amavamo, perché la nostra era una certezza, e non avevamo bisogno di conferme.
Però, ogni notte, prima di andare a dormire mi diceva “buonanotte” e poi aggiungeva un piccolo"ti amo", infatti andavo a dormire sempre con il sorriso, grazie a lui.
Ci scrivevamo ogni giorno, tutte le ore, e io non mi stancavo mai.
Così abbiamo continuato per diversi mesi, ma poi si è stancato.
Si, si è stancato di me; io che ero così importante, io che ero così bella, io che ero sua, io che ero la sua vita.
Come dovrei reagire io?
Sto male, veramente male.
Penso di non farcela.
Anche quando sono con gli altri, tu sei un pensiero fisso, non vuoi andar via dalla mia testa, mi stai fottendo tutto.
Dico che non mi manchi, che non ti amo più, che non voglio più sentirti; vorrei fosse tutto vero.
Il fatto è che io ero la tua vita, e tu sei ancora la mia vita.
— 

Giulia Ghironi. - (via @queitaglisuipolsisporchi)

Se prendi le mie frasi taggami o aggiungi il mio nome, non costa nulla!🙅

io ci ho provato
io ci ho provato lo giuro
ad essere più sicura di me
ad essere meno incasinata
a farmi meno paranoie.
ad amarmi almeno un pochino.
è tutto inutile, non ci riesco.

“Ora voglio sapere se qualcuno ha mai pensato a Trilli, lei era innamorata di Peter e lui? Lui ha scelto Wendy. Ha scelto lei perché era dolce, con un viso perfetto, aveva i capelli elegantemente raccolti anche mentre dormiva, era felice, entusiasta, carina. Trilli no. Trilli aveva i capelli spettinati e arruffati con il ciuffo in avanti, era scorbutica, gelosa, permalosa, troppo piccola ed esile. Eppure avrebbe dato tutto per lui, il suo cuore, la sua vita. Sarebbe morta per lui. E lui ha scelto Wendy.”

Ho appena sentito che hai trovato la persona che cercavi, la persona che volevi.
Vorrei averlo saputo prima che non ero io, perché dopo tutto questo tempo ancora mi chiedo perché non riesco ad andare avanti con la tua stessa facilità.
—  We don’t talk anymore
Ma tu davvero pensi
che amore sia
tormentarsi la notte
perché non arriva un suo messaggio
e cominciare a chiedersi dov'è e con chi
e non dormire fino a che non ti scrive
che è a casa?
Amore è leggerezza.
Davvero pensi
che amore sia
sapere tutti i pensieri e tutti i sogni
e imparare a memoria il passato e programmare intensamente il futuro,
pretendere di conoscere ogni dettaglio
ogni desiderio più intimo?
Amore è intuizione.
Ma tu davvero
ma davvero davvero
pensi che amore sia
stare insieme tutto il tempo
ogni momento
non separarsi neanche un attimo
perché insicuri
deboli
protettivi?
Amore è tenersi le mani anche lontani
è rispondere a telefono a qualsiasi ora
solo perché ti va tanto
di parlare un po’.
Tu pensi
che amore
sia chiedersi continuamente
mi ami?
Ti amo?
Ci amiamo, si?
Amore è dubbio
ma dubbio lieve
dubbio ch'è un sollievo
ch'è consolazione
d'essere l'uno per l'altro
certezza sicura.
Pensi dunque
che amore sia
chiudersi in una gabbia d'oro
e non vedere neanche più il mare
e non innamorarsi più di niente?
Amore è
cercarsi tra la gente
e trovarsi in altri occhi
e non costringersi
a non vedere più nessuno sguardo
perché amore non è proibire
è accettare
non è sperare
è sognare
non è sapere ma è credere
e non è obbligo, ma fiducia.
Amore è equilibrio e follia
e non è appuntamento fisso
è aspettarsi sempre e comunque
in qualsiasi caso.
Amore è scegliere
e per scegliere c'è bisogno
d'avere un sacco di opzioni
se no che si sceglierebbe?
Amore è stare
in un modo o nell'altro
sempre dentro a qualcun altro
e dentro a un altro riconoscersi
ecco
amore non è mica perdersi,
amore è ritrovarsi.
—  Marzia Sicignano