tibetani

dallo psicologo immaginario

“bene, qual è il problema?”

“da quando scrivo, più o meno, tutte le volte che esco di casa, mi sento molto osservata…”

“ah, quanto sei egocentrica figlia mia! allora Sasha grey dovrebbe ritirarsi sui monti tibetani?”

“ma io…”

Tibetan Resources [ཐབས་ལམ་]

I CANT STOP POSTING THESE OMG. NO ONE IS EVEN STUDYING TIBETAN

I’ve uploaded a bunch of pdfs to a Dropbox folder which you can access here. What’s inside: 

1) Manual of Standard Tibetan 

I’ve heard a lot of good things about this one. It goes very in-depth with the grammar and has tons of exercises. Unfortunately, I didn’t get my hands on the .mp3 files that come with the textbook.

2) Colloquial Tibetan

AMAZING. I HIGHLY RECOMMEND THIS ONE. It explains things very clearly and guides you through the terrifying mystery of Tibetan spelling and pronunciation ;-; It also explains the confusing verbs of existence in Tibetan, which a lot of textbooks failed to do well. 

3) English-Tibetan + English-Tibetan-Simplified Chinese Dictionary

These are the two finds that I’m really proud of *_* Very thorough, but unfortunately they’re both only one-way dictionaries (Eng -> Tib)

4) Essentials of Modern Literary Tibetan 

Another very thorough grammar book, with tons of examples. I’d mostly use it as reference material.

5) Tibetan Proverbs

This is the proverb book I’ve been taking proverbs from! Good for reading and translation practice. 

6) Tibetan-English Folk Tales

A great reading resource, complete with vocabulary lists, English and Tibetan versions of folk tales and reading comprehension exercises at the end of each story. 

ECLISSI DI MERDA 
ovvero come avere il mal di testa ancor prima che cominci

Figlia n.1 ha provato a parlarmi di ISO, apertura del diaframma, tempo di esposizione, applicazione di stop e cazzimazzi ma lo ha fatto questa mattina mentre mangiavo i cereali e a differenza dei monaci tibetani che ascoltano le preghiere durante i pasti così la benedizione entra con il cibo, a me quando sono a tavola non mi dovete rompere il cazzo (in questo caso glielo avevo chiesto io ma il risultato è che non mi ricordo nulla).

Abbassa gli ISO al minimo (forse), chiudi il diaframma al massimo (forse), diminuisci i tempi di esposizione (forse), applica uno stop casalingo con un paio di occhiali da sole, ecco, sì, la pallida sagoma del sole ben delineata su uno sfondo di tenebre, scatta la foto e…

CHE BEL PUNTINO SFOCATO

Bestemmia, riprova, allontana lo stop, zooma in avanti, regola ancora più in basso il tutto e… ecco, il disco solare ad alta definizione! questa volta…

CHIAZZA DI LATTE ROVESCIATO SU UN PANNO NERO AMMUFFITO

Regola tutto nuovamente, usa due lastre ortopediche come stop, zooma ancora di più, porta gli ISO a valori negativi, chiudi il diaframma con del nastro da pacchi, urla alla macchina di sbrigarsi ad esporre, prega Satana che si veda qualcosa e…

…decidi che fotograferai col cellulare l’anteprima sullo schermo LCD della fotocamera.

P.S.

Non ho fatto nessun tutorial su come poter guardare l’eclissi senza rimanere cecati e per un semplice motivo: sono troppi i fattori di rischio e non possono essere presi in considerazione tutti.
Non è che se rivolgete per due secondi gli occhi al sole vi friggete il nervo ottico… è possibile anche usare dei buoni occhiali a specchio (quelli seri da neve) ma è ovvio che con il passare dei secondi di sguardo fisso aumenta notevolmente il rischio di lesioni della retina.
Io darò un’occhiata ogni tanto con DUE lastre radiografiche sovrapposte ma non più di quattro o cinque secondi e soprattutto non lo farò per più di dieci o quindici volte nell’arco delle due ore…voglio dire, il divertimento non è il disco solare coperto, È IL BUIO, GLI ANIMALI CHE SCLERANO E PENSARE CHE DA QUALCHE PARTE UNA DOLORES CLAIBORNE STA BUTTANDO SUO MARITO IN UN POZZO.

RITORNO A CASA

E niente è cambiato.

I Cimbali tibetani da preghiera

Le monete e i bastoncini per l’I Ching

La Mirra e l'incenso.

La Pedra del Sol

La sfera di cristallo di mia mamma

E i libri…

…i libri…

…i libri…

…i libri.

I tarocchi (i miei preferiti da bambino)

‘Immanenza e Trascendenza del Divino’

'Il Tramonto della Chiesa’

Ritratto di mio padre, Cacciatore di Streghe (A.D. 1979)