ti rendono

Troppe cose ti rendono quello che non vorresti essere, il cielo grigio, i discorsi inutili, le persone che incontri e non vorresti incontrare. E torni piano piano ad essere come tutti, un po’ vuoto, un po’ rabbioso, un po’ cinico, un po’ tutto quello che non sei.
—  Marco Polani.
Buffi i ricordi,eh?
Sono la cosa più bella che si ha,eppure ti rendono triste.

Spesso qualche filtro o posa ben fatta ti rendono agli occhi degli altri più bello di ciò che sei realmente, ma poi è con lo specchio di casa che devi fare i conti.

È paradossale quando ti rendi conto che ciò che ti rende più felice, allo stesso tempo, ti sta uccidendo.
Perché un momento prima ti rende felice e l'attimo dopo la persona più triste del mondo, e non sai perché, ma inizi a provare un dolore immenso solo a pensarci.
Forse non è vero che quel qualcosa o quella persona ti rendono felice, anche se le ami con tutto il cuore.
Ormai è più il dolore della felicità.
avere sempre problemi causati dal mondo esterno rende impossibile voler uscire dal proprio mondo interiore. E certe volte lo sguardo spento e la faccia apatica ti rendono solo freddo agli occhi altrui. Nessuno si sforza mai veramente di capirti e la veritá è che vorrei rimanere per sempre nei miei sogni e non alzarmi piú.
Ho sempre avuto questo problema una malinconia persistente peggio dell'ansia e i sensi sempre in allerta perchè alla prima occasione qualcuno ti accoltella.
—  light-dark11

Lo sai come ci si sente?
Quando non si prova niente?

Questo vuoto non se ne andrà mai fino a quando non ti lascerai andare.
E tra tutti i tuoi amici che si, ti rendono felice, tu sentirai un peso nel profondo del tuo cuore, un macigno, un muro che ti separa da quel mondo che apparentemente ti sembra di vivere.

E allora cosa farai?
Nulla, come hai sempre fatto. Berrai una birra, fumerai una sigaretta, e un'altra ancora, fino a quando a fine serata non tornerai a casa e ti ritroverai sola nel letto.

E penserai ai cuori spezzati, ai baci rubati, che sembrano così vicini a te, un passo dall'amore, ma che in realtà non significano niente.
Niente, blackout, vuoto totale.

E ti chiederai: questa vita quanto vale?nulla se non si ha qualcuno con cui scappare
e volare lontano da questa città troppo stretta
e ridere fino all'alba, fino al futuro
e piangere,litigare, starci male, per poi abbracciarsi, riprendersi, amarsi.

E ti sentirai sola in mezzo alla gente,
in un mare di niente.

—  Mare di niente, @traimieiparadossi

Ubi tu Gaie, ibi ego Gaia.

è una formula matrimoniale latina, pronunciata dalla sposa allo sposo e significa “Dove tu, o Gaio (Gaio e Caio è un nome latino) sei, lì io, Gaia (Caia), sarò”; in italiano si può rendere meglio con “Dovunque tu sia, io lì sarò”.
Una seconda interpretazione potrebbe essere: Dovunque tu sarai felice (gaio inteso come aggettivo), lì io sarò felice. Ovvero: le cose che ti rendono felice rendono felice anche me.

—  Wikipedia
  • <p> <b>I suoi baci:</b> superalcolici. Ti invadono le labbra, li senti in gola, poi inizia a bruciarti tutto dentro, in un gigantesco incendio, fino allo stomaco. Ti danno alla testa, facendoti perdere il controllo di te stesso e di ciò che hai attorno, ti rendono euforico facendoti sentire potente e invincibile e inarrestabile e immensamente felice e poi arrivi a toccare il cielo con un dito mentre ancora stai bruciando dentro, dentro l'anima. Infine, una volta che quei baci se ne sono andati e ti ritrovi di nuovo a precipitare a terra, non riesci a ricordare altro se non quelli.<p/></p>

“Sei bellissima anche nuda”

“Perché vestita non lo sono?”

“Sì, ma così lo sei di più”

“E perché?”

“Mi lasci vedere delle parti di te che nessuno ha mai visto. Sono sicuro che tutto questo è solo mio e spero lo sarà per sempre.”

“Ho un sacco di difetti così”

“Sì, ma sono quei difetti che ti rendono così speciale”

Secondo me non ci si innamora di qualcuno né per l'aspetto fisico né per il carattere, secondo me non c'è un perché, è così è basta. Ti innamori di una persona quando ti entra dentro il cuore così profondamente da diventare una parte indispensabile di te stessa.Ti innamori e dopo esserti innamorata ti accorgi di amare tutto di lui: i suoi occhi, la sua voce, il suo sorriso, la maniera in cui parla e la maniera in cui ride.
Ti accorgi di amare tutte le sue imperfezioni e tutti i suoi difetti, per il semplice fatto che fanno parte di lui e, appartenendogli, lo rendono perfetto.
Ti accorgi di tutto questo e non c'è un perché, ti accorgi che lo ami, che lo ami e basta.

-(via living_only_through_Books)
Non sono le situazioni a renderti infelice. Le situazioni possono procurarti dolore fisico, ma non ti fanno sentire infelice. Sono i tuoi pensieri che ti rendono infelice. Le tue interpretazioni e le storie che racconti a te stesso. Questo ti rende infelice.
—  Eckhart Tolle