ti amo tantissimo

Oggi avevo un compito in classe. Dovevo rispondere alla domanda :”Cosa ci rende felici?”. Avrei dovuto leggere un testo riguardante l’argomento. C’erano vari autori che spiegavano cosa significasse per loro la felicità e io dovevo esprimere un mio parere di quale fosse il pensiero a me più vicino. Appena ho letto quella frase non sono andata avanti, non ho avuto dubbi, in quelle 8 parole c’era tutto quello che pensavo. Ormai lo sappiamo tutti . Nessuno da solo è felice. Tutti cerchiamo sempre una persona che venga a salvarci, che ci tiri fuori dalle nostre macerie e che ci faccia sentire importanti , almeno una volta nella vita.

-la foto è mia, non togliete la fonte grazie :)

Carenza di palle 🌹⭐️

Mi manchi. Non ce la faccio più. Non ce la faccio più a vivere con quella voglia di toccarti, abbracciarti, stringerti a me, baciarti, amarti.. Non faccio altro che reprimere in me tutti questi sentimenti che iniziano a far male. Sorrido quando vorrei solamente piangere, e fra me e me penso “Dai, ridi..ridi. Ti prego non piangere. Ti prego.. Tanto non importerà a nessuno, e nessuno capirà perché.”. Non lo so, è una sensazione stranissima quella di sentirsi morire e continuare a ridere. Non lo so. Non so più niente. So solo che non ce la faccio più. Credo di star esaurendo. E ci mancava pure il vento che sfiorandoti ha portato il tuo profumo fin sotto al mio naso. Si, profumo.. è strano? O forse sto solo diventando pazza.. So solo che amarti mi sta distruggendo.. Voglio morire…

E sono ancora qui a mezzanotte a pensare a te.. Come ogni sera d’altronde. È passato già un mese di questo nuovo anno, speravo fosse diverso. Speravo di averti dimenticato oramai, ma ancora non è successo. Speravo di non pensare più a te, di non piangere più, di non provare più questo dolore che ogni giorno mi distrugge sempre, pensavo che sarei riuscita a fare tante cose, ma non ce l ho fatta.
E tutto questo è per te, ogni mia singola azione è per te, ogni mio gesto, scrivere, piangere, pensare, leggere e mangiare, non ho la forza.
Da sei mesi faccio finta di stare bene, ogni mattina indosso la maschera dell’indifferenza a tutto, ma ora questa maschera l’ho tolta, e tutto è diventato ancora più difficile, non ho più fame il cibo sta diventando il mio incubo peggiore, mi viene la nausea solo a pensarci.
Spero di dimenticarmi di tutto questo dolore un giorno, lo spero tanto.
Ti amo sempre di più