the bronx bombers

youtube

July 21, 1988

The Yankees trade Jay Buhner, minor league prospect Rich Balabon, and a player to be named later (Troy Evers) to the Mariners in exchange for 33-year-old Ken Phelps. The one-sided deal will be immortalized on Seinfield by Frank Costanza, George’s dad, when he laments the Bronx Bombers’ poor judgment, “How could you have traded Buhner for Ken Phelps?”.

Jay Z, his ex-consigliore John Meneilly, and “OG Juan” Perez, photographed while watching a game between the Los Angeles Dodgers and the New York Yankees at Dodger Stadium in Los Angeles on July 30, 2013. Hov was still in the city after performing on his and Justin Timberlake’s “Legends of the Summer” tour. Two nights previous they had performed at the sold-out Rose Bowl in Pasadena, grossing over $7 million in revenue. The Roc Nation Sports representatives were specifically there to watch their client Robinson Canó, who was [at the time] playing for the Bronx Bombers; and a friend of Jay’s for at least five years.

What makes this story more interesting is the fact that the famed sports agent Scott Boras was sitting about 15 feet away from the Roc Nation conglomerate. The formidable Boras had previously represented Canó, but on April 2, 2013 the second baseman became the first athlete to sign with the agency Hov had long-dreamed of starting. Four weeks before this game Hov had addressed the 60-year old agent—the only one in the world with more than $2 billion in active player contracts—on “Crown,” famously rapping “Scott Boras, you over baby! Robinson Canó, you coming with me!” Some may have seen the line as reckless, but Hov would soon prove the naysayers wrong [again] as he and RNS soon negotiated their new star a $240 million contract from the Seattle Mariners—the third biggest contract in baseball’s history.

The influential agent would soon fall for the oldest trick in rap’s book, by responding to the shots sent his way by someone far less experienced than himself in the sports representation business. Naïvely he would compare the entrance of the “business, man” into sports agency to “if Steven Spielberg walked into USC Medical Center and said, ‘I want to do neurosurgery,’ they don’t give him a scalpel.” Proving him wrong, RNS would quickly gain a reputation for being a “genuine” agency that puts their clients interests first and “really makes a significant contribution” to athletes across the board. Also, “[Jay] is mega-wealthy and uber-successful,“ as an unnamed prominent baseball agent once said. “He’s probably negotiated his own deals with record executives who are more cut-throat than any GM of a baseball team. You want to talk about big business? That’s big business.” Boras is also notorious for being focused on money and over-controlling with his clients interests, while Jay and his team are more focused on doing the best by their Roc representers: “[We will] form a company where we can help top athletes in various sports the same way we have been helping artists in the music industry for years.” The team at RNS puts the most emphasis on giving future-proofed financial advice to their clients—especially those who are just entering the sporting profession. 

youtube

[Monty entra nella toilette del ristorante del padre e scorge una scritta volgare sullo specchio: fuck you, ossia vaffanculo. Inizia a parlare con la propria immagine riflessa]
Monty: Sì, vaffanculo anche tu.
Riflesso: Affanculo io? Vacci tu! Tu e tutta questa merda di città [New York] e di chi ci abita.
In culo ai mendicanti che mi chiedono soldi e che mi ridono alle spalle.
In culo ai lavavetri che mi sporcano il vetro pulito della macchina.
In culo ai Sikh e ai Pakistani, che vanno per le strade a palla con i loro taxi decrepiti! Puzzano di curry da tutti i pori; mi mandano in paranoia le narici! Aspiranti terroristi, e rallentate, cazzo!
In culo ai ragazzi di Chelsea, con il torace depilato e i bicipiti pompati, che se lo succhiano a vicenda nei miei parchi e te lo sbattono in faccia sul Gay Channel.
In culo ai bottegai Coreani, con le loro piramidi di frutta troppo cara, con i loro fiori avvolti nella plastica: sono qui da 10 anni e non sanno ancora mettere due parole insieme.
In culo ai Russi di Brighton Beach, mafiosi e violenti, seduti nei bar a sorseggiare il loro the con una zolletta di zucchero tra i denti; rubano, imbrogliano e cospirano. Tornatevene da dove cazzo siete venuti!
In culo agli Ebrei Ortodossi, che vanno su e giù per la 47a nei loro soprabiti imbiancati di forfora a vendere diamanti del Sudafrica dell'apartheid.
In culo agli agenti di borsa di Wall Street, che pensano di essere i padroni dell'universo; quei figli di puttana si sentono come Michael Douglas/Gordon Gekko[2] e pensano a nuovi modi per derubare la povera gente che lavora. Sbattete dentro quegli stronzi della Enron a marcire per tutta la vita!!! E Bush e Cheneynon sapevano niente di quel casino?! Ma fatemi il cazzo di piacere! In culo alla Tyco, alla ImClone, all'Adelphia, alla WorldCom…
In culo ai Portoricani: venti in una macchina, e fanno crescere le spese dell'assistenza sociale. E non fatemi parlare di quei pipponi dei Dominicani: al loro confronto i Portoricani sono proprio dei fenomeni.
In culo agli italiani di Benson Hurst con i loro capelli impomatati, le loro tute di nylon, le loro medagliette di Sant'Antonio, che agitano la loro mazza da baseball firmata Jason Giambi, sperando in un'audizione per I Soprano.
In culo alle signore dell'Upper East Side, con i loro foulard di Hermès e i loro carciofi di Balducci da 50 dollari: con le loro facce pompate di silicone e truccate, laccate e liftate. Non riuscite a ingannare nessuno, vecchie befane!
In culo ai negri di Harlem. Non passano mai la palla, non vogliono giocare in difesa, fanno cinque passi per arrivare sotto canestro, poi si girano e danno la colpa al razzismo dei bianchi. La schiavitù è finita centotrentasette anni fa. E muovete le chiappe, è ora!
In culo ai poliziotti corrotti che impalano i poveri cristi e li crivellano con quarantuno proiettili, nascosti dietro il loro muro di omertà. Avete tradito la nostra fiducia!
In culo ai preti che mettono le mani nei pantaloni di bambini innocenti. In culo alla Chiesa che li protegge, non liberandoci dal male. E dato che ci siamo, ci metto anche Gesù Cristo. Se l'è cavata con poco: un giorno sulla croce, un weekend all'inferno, e poi gli alleluia degli angeli per il resto dell'eternità. Provi a passare sette anni nel carcere di Otisville.
In culo a Osama Bin Laden, a Al Qaeda e a quei cavernicoli retrogradi dei fondamentalisti di tutto il mondo. In nome delle migliaia di innocenti assassinati, vi auguro di passare il resto dell'eternità con le vostre settantadue puttane ad arrostire a fuoco lento all'inferno. Stronzi cammellieri con l'asciugamano in testa, baciate le mie nobili palle irlandesi!
In culo a Jackob Elinsky, lamentoso e scontento. In culo a Francis Slaughtery, il mio migliore amico, che mi giudica con gli occhi incollati sulle chiappe della mia ragazza. In culo a Naturelle Riviera: le ho dato la mia fiducia e mi ha pugnalato alla schiena, mi ha venduto alla polizia, maledetta puttana!
In culo a mio padre, con il suo insanabile dolore, che beve acqua minerale dietro il banco del suo bar, vendendo whisky ai pompieri inneggiando ai Bronx Bombers.
In culo a questa città e a chi ci abita. Dalle casette a schiera di Astoria agli attici di Park Avenue, dalle case popolari del Bronx ai loft di Soho, dai palazzoni di Alphabet City alle case di pietra di Park Slope e a quelle a due piani di Staten Island. Che un terremoto la faccia crollare, che gli incendi la distruggano, che bruci fino a diventare cenere, e che le acque si sollevino e sommergano questa fogna infestata dai topi.
Monty: No… No, in culo a te, Montgomery Brogan. Avevi tutto e l'hai buttato via, brutto testa di cazzo!

youtube

With baseball and MLB’s annual Winter Meetings recently underway, the most successful team in the biggest market for the game, the New York Yankees made the biggest splash so far. As thanks in part to another former Yankee great, Derek Jeter, who’s now part owner of the Miami Marlins, the Yankees made official their acquisition of defending NL MVP, Giancarlo Stanton to the Bronx Bombers in an official press conference to introduce him for the first time as a member of the ballclub.