tessa young after

—¿En qué piensas?

—En que desearía que te quedaras conmigo para siempre.

—  AFTER. Amor Infinito
Una volta mi ha accusato di averla rovinata. Ora, riflettendonci, capisco che si sbagliava. È stata lei a rovinare me. Mi è entrata dentro e mi ha distrutto. Avevo impiegato anni - tutta la vita, in pratica - a tirare su quei muri, ma lei è arrivata e li ha buttati giù, lasciando un cumulo di macerie.
—  After 2 Un cuore in mille pezzi
After ∞
  • Tessa: perché non mi hai mai detto ufficialmente che sono la tua ragazza?
  • Hardin: è importante definirti con una stupida etichetta da adolescenti?
Il dolore può allontanare chiunque da qualsiasi cosa. Il dolore ti spinge a fare cose che non avresti mai pensato di fare, come incolpare Dio della tua infelicità. Dolore.. Una parola così semplice, ma così densa di significato.
Ho imparato che il dolore è l'emozione più intensa che si possa provare. È l'unica che ogni essere umano sperimenti almeno una volta nella vita; e non ha alcun lato positivo, alcun risvolto che permetta di osservarlo da un punto di vista diverso. Ti travolge e basta.
Ultimamente ho conosciuto bene il dolore: è diventato quasi insopportabile. A volte, quando sono sola (e di recente capita molto spesso), mi trovo a domandarmi quale tipo sia il peggiore. La risposta non è semplice come pensavo. Un dolore lento e ostinato, quello che ti assale quando una persona ti ha fatto soffrire ripetutamente, eppure eccoti - eccomi - a permettere che il dolore continui.. E non finisce mai.
Solo nei rari momenti in cui lui mi stringe al petto e mi fa promesse che non manterrà, il dolore scompare.
E proprio quando sto per abituarmi alla libertà, ecco che torna a tormentarmi.
Ho deciso che il peggiore è quel dolore lancinante, ineluttabile, quello che ti assale quando finalmente inizi a rilassarti, quando fintamente respiri, pensi di esserti lasciata i problemi alle spalle, e invece li hai ancora, e i problemi di ieri saranno i problemi di oggi e di domani.
Il dolore che provi quando investi tutto su qualcosa, su qualcuno, e quel qualcuno ti tradisce completamente - e senza apparente motivo - al punto che il dolore ti stritola e non riesci più a respirare, e ti aggrappi a malapena a quel poco di forza che ti resta dentro e che ti scongiura di andare avanti, di non arrenderti.
Qualcuno si aggrappa alla fede.
Qualcuno ha la fortuna di potersi confidare con un'altra persona.
Il dolore è uno di quei luoghi orribili che, visitati una volta, non riesci più ad abbandonare; e anche quando pensi di essere sfuggito alle sue grinfie, scopri che ti ha lasciato un marchio indelebile.
Se sei come me, non hai nessuno su cui fare affidamento, nessuno che ti prenda per mano e ti rassicuri. Devi prenderti per mano da sola e tirarti fuori di lì.
—  Tessa Young, After; Come Mondi Lontani.