tecniche fotoscioppe immense

L'almanacco del simpatico burlone, edizione fratello austriaco.

L’aver finalmente più tempo da passare con mio fratello ha generato in me, oltre che grande gioia, anche grandi idee per simpatiche burle. Tutto inizia qualche settimana fa, gli scatto una foto, questa.

Si, è di famiglia, oltre ad essere belli siamo incapaci di fare foto con la faccia normale. Insomma, la scatto e siccome ci eravamo presi in giro per i nostri piccoli difetti fisici, decido di fotoscioppargliela un pelo prima di inviargliela. Gli aumento leggermente le orecchie. Non di tantissimo, che si capisca appena. Così.

Passano le ore e non mi arriva risposta. Pensavo fosse evidente, che la vedi e rispondi “che stronzo, che cazzo fai, ti ammazzo di botte adesso”. Cose tra fratelli.
Niente.
Vado a casa sua e lo trovo davanti allo specchio, mi si avvicina e ansioso chiede “ti prego, dimmi che l’hai fotoscioppata tu quella foto, è tutto il giorno che mi guardo, non avevo mai notato di avere le orecchie così grosse, sono un mostro!”
Lo tranquillizzo, gli dico di si, ci scherzo sopra, gli mostro la foto originale. Non mi crede. Mi dice “No, non è vero, io ho le orecchie grandissime, tu me le hai ridotte adesso perché sai che sono sensibile a riguardo.”
Sono un pessimo essere umano.
Allora che ho fatto?
Ho iniziato a fotoscioppare una sua foto al giorno e a mandargliela!
Ecco le mie preferite:Qua i dentoni.

Qua il naso.

Qua mi sono fatto un po’ prendere e gli ho spostato occhi e pupille in stile Quasimodo e ingrandito la mano e adesso non è più così felice che mi sia trasferito a 250m da casa sua.
Però mi ha dato il permesso di fare questo post.
Gli voglio bene al mio fratellino.