superficialità

- Che hai?
- Niente, sono solo stanca.
Stanca si, ma della falsità e dell'ipocrisia, del menefreghismo, dell'incoerenza, della fiducia mal riposta, della leggerezza delle persone, della loro mancanza e superficialità, della loro incapacità di comprendere ogni cosa e del loro costante tradire e ferire le persone. Stanca dell'umanità e di ciò che essa è diventata.
—  Sfoghi di una che si è rotta il cazzo ragazza-fragile
Beati voi che riuscite a trattare le persone che amate con superficialità, perché io ho sempre la costante paura di perdere quelle a cui tengo.
—  ibattitidelcuore
Spietatamente vide la sua vita come doveva apparire agli occhi di un altro. Ponderatamente, con calma, realizzò che doveva sembrare un fallimento. Aveva voluto l'amicizia, e quell'intimità legata all'amicizia che potesse renderlo degno del genere umano. Aveva avuto due amici, e uno dei due era morto insensatamente prima che potesse conoscerlo, mentre l'altro si era ormai ritratto a tale punto tra i vivi, che…
Aveva voluto l'unicità e la quiete indissolubile del matrimonio. Aveva avuto anche quella e non aveva saputo che farsene, tanto che si era spenta. Aveva voluto l'amore e ci aveva rinunciato, abbandonandolo al caos delle possibilità.
Aveva voluto essere un insegnante e lo era diventato. Eppure sapeva, lo aveva sempre saputo, che per buona parte della sua vita era stato un insegnante mediocre.
Aveva sognato di mantenere una specie d'integrità, una sorta di purezza incontaminata; aveva trovato il compromesso e la forza dirompente della superficialità.
Aveva concepito la saggezza e al termine di quei lunghi anni aveva trovato l'ignoranza.
E che altro? Cosa ti aspettavi? Si domandò
—  John Edward Williams, Stoner

anonymous asked:

Sei superficiale. E non è un complimento.

Infatti è un aggettivo.
superficiale agg. [dal lat. tardo superficialis, der. di superficies «superficie»]. – 1. In genere, che è alla superficie, che costituisce la superficie o si estende su una superficie, che interessa una superficie: la parte s. di un corpo, di un oggetto; gli strati s. dell’epidermide, della corteccia, del terreno, della crosta terrestre; acque s. o acque di superficie (in contrapp. alle acque sotterranee), i fiumi e i torrenti. In partic.: a. In fisica, energia s., tensione s., che si manifestano alla superficie libera di un liquido (v. tensione, n. 1 a); stato s., locuz. con cui si indica la localizzazione alla superficie di un corpo (in genere, solido) di stati energetici cui competono caratteristiche diverse da quelle che si hanno all’interno.

Psicologia

- Non dire mai i tuoi problemi a qualcuno. Al 20% delle persone non importa, il restante 80% spera che tu ne abbia.

- Alcune persone che non socializzano non sono depresse. Preferiscono stare lontani da superficialità e falsità.

- Coloro che ti temono parlano male di te alle persone sperando che si facciano una brutta idea di te.

- Più una persona dice di essere qualcosa e meno lo è.

- Le persone che tendono a nascondere le loro emozioni sono coloro che ci tengono di più.

- Molte persone cercano solo una prova per convincersi che sono tristi.

- Il testo della tua canzone preferita esprime tutto quello che non riesci a dire.

- Colui che dice la verità tende a fare molti gesti, mentre colui che mente tende a restare immobile.

- Pensare troppo porta a pensieri negativi.

- Quando qualcuno si rifiuta di dire cosa non va, la maggior parte delle persone pensa che sia colpa loro.

- Coloro che fanno molti pisolini nella giornata sono soggetti a molta tristezza.

- Solitamente coloro che sanno dare ottimi consigli sono anche coloro che hanno molti problemi.

- Se due persone che nel passato erano una coppia riescono a restare amici significa che non si sono mai amati oppure si amano ancora.

Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma è planare sulle cose dall'alto e non avere macigni sul cuore.
E quindi punto felice è quello che metti senza rabbia, senza rancore. Capisci che c'è un momento in cui la tua essenza vale più di qualsiasi altra superflua presenza, e allora lasci lungo la strada chi non ha saputo distinguerti, capirti, chi non ti ha abbracciato abbastanza forte, chi ti ha dato per scontato, chi non è stato leale, chi non si è preso cura di te, chi ha preferito la superficialità e la volgarità, lasci lungo la strada tutte le cose che non ti davano sicurezza, tutte quelle cose che costantemente sceglievi senza essere scelta di rimando. Un punto felice non è un punto e a capo, è molto di più. È la forza di continuare da dove eri rimasto, da dove hai smesso di essere felice, con tutta la forza e tutto il coraggio hai ricominciato a splendere da quel punto lì.
—  #puntofelice 🦋