subacquei

Indonesia: parte raccolta fondi per continuare ricerche sub dispersi

Milano, 27 ago. (AdnKronos) - La cooperativa sociale milanese Cascina Bianca, dove lavorava Michela Caresani, 33 anni, una dei subacquei dispersi dal 14 agosto nelle acque al largo del del Borneo Orientale, in Indonesia, promuove una raccolta di fondi per finanziare la prosecuzione delle ricerche dei quattro ragazzi scomparsi, portati via dalle forti correnti al largo dell'isola di Sangalaki dopo un'immersione.
I quattro (oltre a Michela Caresani, sono scomparsi il suo fidanzato Alberto Mastrogiuseppe, di 36 anni, l'amico Daniele Buresta di 36 e la 29enne belga Vana Chris Vanpuyvelde) sono stati cercati invano fino all'altroieri dalle autorità indonesiane, che hanno prolungato le attività, in via eccezionale, ma senza trovare alcuna traccia degli scomparsi.

“Desideriamo continuare le ricerche - scrive la cooperativa - e per svolgere queste operazioni attiviamo una raccolta fondi per la quale è stato aperto un conto presso Banca Generali (dove lavora Alberto). Michela Caresani è socia e coordinatrice del centro per minori con disturbo generalizzato dello sviluppo della nostra cooperativa e per questo motivo inviamo questa comunicazione a tutte le realtà che collaborano con noi. Per chi chi volesse contribuire il codice Iban è IT35J0307502200CC8500000057”.

Indonesia: parte raccolta fondi per continuare ricerche sub dispersi

Indonesia: parte raccolta fondi per continuare ricerche sub dispersi

La cooperativa sociale milanese Cascina Bianca, dove lavorava Michela Caresani, 33 anni, una dei subacquei dispersi dal 14 agosto nelle acque al largo del del Borneo Orientale, in Indonesia, promuove una raccolta di fondi per finanziare la prosecuzione delle ricerche dei quattro ragazzi scomparsi, portati via dalle forti correnti al largo dell’isola di Sangalaki dopo un’immersione. I quattro…

View On WordPress