su unica

Ella.
La chica de los lunares.
Esa chica tenía los lunares más preciosos que había visto nunca, sobre todo había uno, ese de su mejilla derecha, abajo del ojo, pequeño y hermoso.
Y el de su barbilla, y el de su cuello…
Yo quería formar parte de sus constelaciones, y es que ella era tan brillante como el sol, y era más hermosa que la luna.
Ella era todo el jodido universo hecho mujer.
—  Misterioso sin sonido.
Non gioco d'azzardo, ma l'unica cosa su cui sono disposta a scommettere è me stessa.
—  Beyoncé

toycupcakes  asked:

Están hablando de Bon Bon!?

si :’’v esque tiene problemas en el sistema interno, pero no es como realmente su unica salvacion sea morir, existe un 20% de salvarla :’3

Ella me enseño, que no es de ninguna clase de chica, que no es ni de las que hacen aquello o lo otro, ella solo es ella, es única, irreemplazable, ella prende luces en mi que además no sabia que existían las enciende en variedad de colores, le pone vibra a mis nervios cada que vez que se que algo la hace sonreír y hace resonar en mi el sonido de su voz, que es lo más bello que he escuchado.

“Credo nel Grande Amore.
Ma parlo, e frequento gente, come se non ci credessi.
Non nutro aspettative frivole sulle storie d’amore. Non sto cercando qualcuno che mi faccia perdere la testa. Sono una di quelle rare (e forse leggermente ciniche) persone a cui piace sul serio la cultura dell’incontro casuale e che sono felici di vivere in un’era dove la monogamia non è necessariamente la norma.

Ma credo nel grande amore perché l’ho vissuto.
Ho vissuto quell’amore forte. Quell’amore totalizzante. Quel “non posso credere che un amore simile esista nel mondo reale”.

Quel tipo di amore che esplode in un incendio incontrollabile, poi si riduce in braci e brucia in modo discreto e tranquillo per anni. Quel tipo di amore a cui si dedicano romanzi e sinfonie. Quel tipo di amore che t’insegna molto più di quanto credessi di poter mai imparare e ti restituisce molto più di quello che prende.

È “l’amore della tua vita”.
E credo che funzioni così:
Se sei fortunato, riesci a incontrare l’amore della tua vita. Riesci a stare con quella persona, imparare da lei, darle tutto te stesso e permettere alla sua influenza di cambiarti in modi imperscrutabili. È un’esperienza unica su questa terra.

Ma ecco quello che le favole non ti diranno: a volte incontriamo l’amore della nostra vita, ma non riusciamo a tenerlo al nostro fianco per sempre. Non arriviamo a sposarci, a passare i nostri anni uno accanto all’altro, a tenerci per mano sul letto di morte dopo una vita felice, vissuta insieme.

Non riusciamo sempre a tenerci stretto l’amore della nostra vita perché, nel mondo reale, l’amore non vince tutto. Non appiana differenze inconciliabili, non trionfa sulle malattie, non concilia le discrepanze religiose, non ci salva da noi stessi quando stiamo deviando.

Non riusciamo a tenerci stretto l’amore della nostra vita perché, a volte, l’amore non basta. A volte tu vuoi una piccola casa in campagna e tre bambini, mentre lui (o lei) vuole una carriera frenetica in città. A volte tu vedi davanti a te un mondo intero da esplorare, mentre l’altro ha paura di avventurarsi fuori dal suo orticello. A volte si coltivano sogni più grandi.

A volte la scelta più importante, più amorevole da fare è lasciar andare.
Altre volte, semplicemente, non hai scelta.
Ma c’è un’altra cosa che non ti diranno sull’amore della tua vita: non avere il vostro lieto fine non sminuisce il suo valore.

In un anno una persona può amarti più di quanto altri possano fare in cinquanta. In un solo giorno, una persona può insegnarti più di quanto altre potranno mai insegnarti in una vita intera.
Alcune persone entrano nella nostra vita per un determinato periodo di tempo, ma con un impatto che nessun altro potrà mai eguagliare o sostituire.

E chi siamo noi per non definire queste persone “gli amori della nostra vita?”
Chi siamo noi per minimizzarne il valore, per riscrivere il loro ricordo, per alterare il modo in cui ci hanno cambiato in meglio soltanto perché abbiamo preso strade diverse? Chi siamo noi per decidere che dobbiamo assolutamente rimpiazzarli, trovare un amore più grande, più forte, più ardente, da tenerci stretto per tutta la vita?

Forse dobbiamo solo essere grati per aver incontrato queste persone.
Per averle amate. Per aver imparato da loro. Perché, dopo averle incontrate, la nostra vita si è come ampliata, è migliorata.

Conoscere e lasciar andare il grande amore non deve per forza diventare l’unica e più grave tragedia della nostra vita.

Se lo permettiamo, può diventare la nostra fortuna più grande.
In fin dei conti ci sono persone che non lo incontrano neanche, il grande amore.”

- Heide Priebe

Dime a donde se fue ese niño tierno que cuando decia lo que sentia se ponia nervioso, ese niño timido que le daba pena hacer una voz tierna y decir palabras tiernas pero igual las decia, esa personita que me hacia sentir que era especial y que no le importaba nada ni nadie mas, solo yo, ese niño que decia que no me iba a hacer daño ni me iba a lastimar, sino que me cuidaria siempre, ese niño que me llamaba todo el tiempo, me mandaba textos o audios largos de buenos días y así alegraba mis dias, ese niño que decia que lo hacia el chico mas feliz del mundo, y que ibamos a estar juntos toda la vida, ese niño que cuando teniamos problemas me llamaba sin parar o hacia lo que sea hasta que le volviera a hablar, ese niño que demostraba que yo estaba todo el tiempo en sus pensamientos, ese niño que me prometio que nunca se iba a fijar en otra, que no miraba a otras y que yo siempre iba a ser la unica en su vida, donde esta ese niño que todo el tiempo decia que me amaba y hacia de todo para demostrarmelo… Por favor, dime donde está, que lo extraño mucho y lo quiero de vuelta :’( ..

-desearia-estuvieras-aquí
Small Town Girl
~Cat🎶❤

Quiero sentir amor, quiero sentir en el estomago mariposas, quiero ponerme nerviosa y no saber que hacer o decir, quiero sentir sus caricias como unicas y que me quemen la piel, quiero sentir amor.

---

No soy muy de desahogarme y esas cosas , sin embargo hoy me nace la necesidad de hacerlo , sin importar si alguien lee esto o no , es por mi . Ademas por esta red social la gente es diferente…. bueno en fin , tengo mucha pena y desconfianza . La persona que amo tal vez no me vea como su unica mujer… y no se , es muy difícil tratar de bajarle el perfil o hacer algo al respecto . No se cual de las dos es peor . Tengo rabia , quiero llorar.

fuckingdeadinsidebaby  asked:

Me coquetea, y luego niega que quiera algo lo hace solo de joda pero cuando yo lo hago me pide que no siga haciendolo porque no quiere simplemente 😩ahora ultimo esta en ignorarme y sinceramente creo que ambos nos gustamos y el tiene miedo porque las cosas se descontrolaron pero por como me mira y ese tic nervioso cuando esta conmigo o que simplemente se quede callado a mi lado(cosa que es muy rara ya que habla hasta por las orejas😂) termino hace poco con su unica polola importante pero

Ajam

Imparare a bastarsi da soli questo è il vero segreto.

Ma non è così semplice significherebbe:

- guardarci allo specchio e sentirci abbastanza belli
- camminare con la testa alta, senza nascondersi
- non aver bisogno di una persona per sentirci felici
- saper di poter contare su un unica persona, se stessi
- essere felici di noi stessi
- essere abbastanza forte da superare tutto, dallo scavalcare una pietra che si presenta davanti, allo spaccare un muro che intralcia il passaggio
- imparare ad essere liberi

Beh mi correggo..
Più che difficile è semplicemente impossibile ..

38 ore che non dormo. Sono qua seduto. E la tua vita perde valore. Mio padre punto di rifermento per me sin da piccolo, con le stesse passioni e con la stessa testa. E sul bilico. O dentro o fuori. Sto qui con la paura e l'ansia che non sai se ce la farà o no. Lui e forte. E lo sta dimostrando. Io no. Mi aspetta una lunga notte in ospedale. Le persone di cui o realmente bisogno sono 3. 2 sono al estero, e una mi ha voltato le spalle. Sono solo e devo essere forte, per lui e per la mia famiglia. Sono l'unica persona su cui possono contare. E un peso enorme.

Le magiche delusioni del 2017 : PARTE 4

Persone che usano frasi paraculo per sbolognare il lavoro ad altri , ma quanto dolci siete? Che bello passare Pasqua e Pasquetta a casa davanti al PC con tazze di caffè. Che bello chiedere un minimo di collaborazione e ricevere un “eh sai ho i miei impegni, non riesco” oppure un “eh ma non lo so, meglio se fai te perché non sono capace/non ho tempo/non so farlo”
Ho capito che pensate a me, non sia mai che con questa arietta mi becchi qualcosa, ma tesori miei anche io vi auguro il meglio sapete? Giusto giusto un po’ di emicrania, o una gomma a terra anche perdere il cellulare con tutti i vostri file dentro, anzi no meglio l'hard disk :D
Sai che bello? Magari proprio ora, mentre siete a fare festa all’ togheter con i vostri amichetti (che dico : superamici) inciampate su quell'unica piastrella di casa vostra un po’ più alta~
Non sono cattiva, sono solamente stanca di sta gente del cazzo che trova sempre una scusa per te. Sono stanca di sta gente egoista e arrivista, che poi alla fine da la colpa a te giustamente no?
Sono stanca di investire il mio tempo con persone sbagliate. Sono stanca di ricevere delusioni. Sono stanca di rinunciare al mio tempo. Sono stanca.

By Heidi Priebe. È per te!

Credo nel Grande Amore.
Ma parlo, e frequento gente, come se non ci credessi.
Non nutro aspettative frivole sulle storie d’amore. Non sto cercando qualcuno che mi faccia perdere la testa. Sono una di quelle rare (e forse leggermente ciniche) persone a cui piace sul serio la cultura dell’incontro casuale e che sono felici di vivere in un’era dove la monogamia non è necessariamente la norma.

Ma credo nel grande amore perché l’ho vissuto.
Ho vissuto quell’amore forte. Quell’amore totalizzante. Quel “non posso credere che un amore simile esista nel mondo reale”.

Quel tipo di amore che esplode in un incendio incontrollabile, poi si riduce in braci e brucia in modo discreto e tranquillo per anni. Quel tipo di amore a cui si dedicano romanzi e sinfonie. Quel tipo di amore che t’insegna molto più di quanto credessi di poter mai imparare e ti restituisce molto più di quello che prende.

È “l’amore della tua vita”.
E credo che funzioni così:
Se sei fortunato, riesci a incontrare l’amore della tua vita. Riesci a stare con quella persona, imparare da lei, darle tutto te stesso e permettere alla sua influenza di cambiarti in modi imperscrutabili. È un’esperienza unica su questa terra.

Ma ecco quello che le favole non ti diranno: a volte incontriamo l’amore della nostra vita, ma non riusciamo a tenerlo al nostro fianco per sempre. Non arriviamo a sposarci, a passare i nostri anni uno accanto all’altro, a tenerci per mano sul letto di morte dopo una vita felice, vissuta insieme.

Non riusciamo sempre a tenerci stretto l’amore della nostra vita perché, nel mondo reale, l’amore non vince tutto. Non appiana differenze inconciliabili, non trionfa sulle malattie, non concilia le discrepanze religiose, non ci salva da noi stessi quando stiamo deviando.

Non riusciamo a tenerci stretto l’amore della nostra vita perché, a volte, l’amore non basta. A volte tu vuoi una piccola casa in campagna e tre bambini, mentre lui (o lei) vuole una carriera frenetica in città. A volte tu vedi davanti a te un mondo intero da esplorare, mentre l’altro ha paura di avventurarsi fuori dal suo orticello. A volte si coltivano sogni più grandi.

A volte la scelta più importante, più amorevole da fare è lasciar andare.
Altre volte, semplicemente, non hai scelta.
Ma c’è un’altra cosa che non ti diranno sull’amore della tua vita: non avere il vostro lieto fine non sminuisce il suo valore.

In un anno una persona può amarti più di quanto altri possano fare in cinquanta. In un solo giorno, una persona può insegnarti più di quanto altre potranno mai insegnarti in una vita intera.
Alcune persone entrano nella nostra vita per un determinato periodo di tempo, ma con un impatto che nessun altro potrà mai eguagliare o sostituire.

E chi siamo noi per non definire queste persone “gli amori della nostra vita?”
Chi siamo noi per minimizzarne il valore, per riscrivere il loro ricordo, per alterare il modo in cui ci hanno cambiato in meglio soltanto perché abbiamo preso strade diverse? Chi siamo noi per decidere che dobbiamo assolutamente rimpiazzarli, trovare un amore più grande, più forte, più ardente, da tenerci stretto per tutta la vita?

Forse dobbiamo solo essere grati per aver incontrato queste persone.
Per averle amate. Per aver imparato da loro. Perché, dopo averle incontrate, la nostra vita si è come ampliata, è migliorata.

Conoscere e lasciar andare il grande amore non deve per forza diventare l’unica e più grave tragedia della nostra vita.

Se lo permettiamo, può diventare la nostra fortuna più grande.
In fin dei conti ci sono persone che non lo incontrano neanche, il grande amore.