stimare

Sono poche le persone che amo davvero, e ancora meno quelle che stimo. Più conosco il mondo, più ne sono insoddisfatta; e ogni giorno mi conferma  nelle  mie certezze sull’incoerenza della natura umana, e su  quanto  si  possa  fare  poco affidamento in ciò che appare merito e buonsenso.
— 

Orgoglio e pregiudizio

Jane Austen

A noi immortali non piace essere presi sul serio, ci piace scherzare. La serietà, caro mio, è una nota del tempo: nasce, te lo voglio confidare, dal sopravvalutare il tempo. Anch'io una volta stimavo troppo il tempo e desideravo perciò di arrivare a cent'anni. Ma nell'eternità, vedi, il tempo non esiste; l'eternità è solo un attimo, quanto basta per uno scherzo.
—  Hermann Hesse

Volevo scusarmi con chi mi ha sempre seguita,letta, ascoltata, con chi mi ha scelto quasi sempre per un consiglio, per uno sfogo, per chi si è sempre interessato con passione alla mia storia, alle cose che avevo da dire e raccontare, all'amore che condividevo.
Le cose sono cambiate, non immaginate quante, ma nonostante il dolore, la sofferenza , le delusioni io sono sempre Io, perché ho capito che siamo nati da soli, non abbiamo necessariamente bisogno di una persona al nostro fianco per essere felici, per stare bene, per considerarci completi, noi siamo nati completi e non dobbiamo mai dimenticare che prima di amare qualcun altro, dobbiamo amare, stimare ed essere orgogliosi di noi stessi, a prescindere dai nostri sbagli o dalle nostre mancanze.
Ho capito che nella vita c'è di più, che si sorride e si è felici anche per altro, che il segreto è pensare a tutto come un'esperienza, come una tappa della nostra vita, come un qualcosa di temporaneo, che c'è ma che il giorno dopo potrebbe anche non esserci più, senza avere rimorsi, rimpianti, senza portare rancori esagerati.
Certe cose sono destinate a iniziare, a durare ma anche a finire e la cosa migliore che qualcuno possa fare è ricordare tutto con un sorriso ma saper distinguere il passato, dal presente ma soprattutto dal nostro futuro.
Chi vuole esserci c'è, chi non ci scrive, non ci chiama, non fa nulla per farci capire che ci resterà affianco, non serve.
Abbiamo bisogno di presenze, non di assenze giustificate da cose ingiustificabili.
Dobbiamo essere importanti per noi stessi, in primis, per poter affrontare qualcosa, bisogna credere nelle proprie capacità, nei propri sogni, nelle proprie ambizioni , e tutto il resto verrà da se.
Chi mi conosce sa quanto ho amato quella persona, quanto eravamo felici, quanto siamo stati bene insieme, ma probabilmente doveva andare così e non posso che accettarlo e ricordare tutto con il sorriso.
Alla fine di tutto questo, io so di avere me stessa, di essere forte abbastanza per andare avanti, per realizzarmi e non mollare, e nonostante tutto io sono qui, sempre con il mio sorriso sulle labbra.
Un bacione a tutti, vi voglio bene e ho creduto fosse giusto avvisarvi e mettervi al corrente.

anonymous asked:

Lo ammetto, mi sono fatta i cacchi suoi. Forse un po' troppo. Ma tu lo sapevi che si tagliava e ha tentato il suicidio? Ciò la redne un brutto esempio o forse il fatto che stia meglio ( credo) la rende forte e ancora più da stimare?! Anche io ci ho pensato a volte ma se lei è rimasta forse vale la pena vivere.

sapevo tutto prima di voi.

è un esempio. per tutti.

MARSALA, 19 LUG – Altri due importanti risultati per i Carabinieri che proseguono incessante l’azione di contrasto al traffico di sostanze stupefacenti in tutto il territorio del Comune di Marsala. In questo contesto sono stati incrementati i controlli sul territorio per mezzo di pattuglie automontate e mediante l’ausilio dei militari dello Squadrone Eliportato “Cacciatori di Calabria”, che giornalmente stanno scandagliando tutte le zone rurali alla ricerca di piantagioni di marijuana.
Proprio durante questi controlli il personale dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Marsala, ha rinvenuto in via Mario Gandolfo, una piantagione di cannabis del tipo “afghana” nascosta all’interno di un magazzino. Dagli accertamenti effettuati dai militari intervenuti si risalito al proprietario e reale utilizzatore dello stabile, che è risultato essere ALBETRO Roberto, 56enne bolognese trasferitosi da molti anni a Marsala. Tutte le piante erano sistemate in vasi e disposte su file, corredate da un accurato sistema di irrigazione automatico. Delle influorescenze rinvenute su ogni pianta, si è potuto stimare un peso complessivo di oltre 120 kg di marijuana, che in breve tempo sarebbe stata pronta per essere immessa in commercio nelle piazze di spaccio di tutta la provincia. Dopo gli accertamenti svolti, su disposizione della Procura della Repubblica di Marsala, ALBETRO è stato condotto presso la Casa Circondariale di Trapani San Giuliano in attesa della convalida da svolgersi dinanzi il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Marsala. Lo stesso in data odierna, analizzati gli elementi raccolti ed in considerazione della gravità del reato, ha ritenuto valide le motivazioni addotte dai Carabinieri a supporto dell’arresto, convalidando l’atto e disponendo per il soggetto la misura cautelare degli arresti domiciliari presso il suo domicilio marsalese.
Altro importante rinvenimento operato sempre dai militari dell’Aliquota Operativa, di concerto con personale del Nucleo Investigativo di Trapani e sempre dei Cacciatori di Calabria, è avvenuto durante una perquisizione locale svolta presso l’abitazione di ANGILERI Antonino Giuseppe, 42enne marsalese. Durante il controllo infatti i carabinieri hanno rinvenuto ben 15 gr di sostanza stupefacente del tipo “cocaina”, strumenti per la pesatura ed il confezionamento della sostanza nonché oltre 1700 € in banconote di piccolo taglio, ritenuti dai Carabinieri provento dell’attività di spaccio. Per questi motivi l’ANGILERI veniva condotto presso la Caserma “Villa Araba” dove al termine degli accertamenti veniva dichiarato in stato di arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.
Su disposizione della Procura di Marsala l’ANGILERI veniva poi tradotto presso la Casa Circondariale di Trapani in attesa della convalida da celebrarsi dinanzi al GIP.
Non si ferma dunque la morsa dei Carabinieri volta a disarticolare il traffico di sostanze stupefacenti a Marsala, piaga che sempre di più sta affliggendo il Comune Lilybetano e che necessita di questi interventi corposi ed incisivi, così poter restituire alla popolazione un territorio dove si possa serenamente vivere nella civiltà e nel rispetto delle leggi.

[redazione]

[useful_banner_manager banners=29 count=1]

External image

[Cc] Marsala, Lotta allo spaccio di stupefacenti: due arresti
Made with WordPress