statuto

Ad ogni essere umano è stata dotata una grande virtù: la capacità di scegliere.
Chi non la utilizza la trasforma in maledizione ed altri sceglieranno per lui.
—  Paulo Coelho- Lo statuto del nuovo millennio
youtube

Sole mare ma che caldo fa :P

Il Governo

la politica - politics

il partito - the political party

la elezione / la votazione - the election

la democrazia - democracy

la repubblica - the republic (democratic state w/o a monarch)

la monarchia - monarchy

la anarchia - anarchy

la dittatura - dictatorship

il fascismo - fascism

il comunismo - communism

il socialismo - socialism

il capitalismo - capitalism

votare - to vote

la votazione / il voto - the ballot

la legislazione - lawmaking / legislation

la legge - the law

la corte - the court (of law)

lo statuto - the constitution

di sinistra - left-wing

di destra - right-wing

la politica estera - foreign policy

Desiderio

Il mondo qui si divide tra chi vuole aumentare ulteriormente il mio desiderio e poi farsene dio e scaricarlo, e chi vuole annientarlo, affogarlo nel vuoto.
Un modo in più per esercitare potere su una cosa che è intrinsecamente e per statuto soltanto mia.
I migliori sono quei pochissimi che questa cosa istintivamente la capiscono e con il mio desiderio vogliono solo far danzare il loro.

June 2, Celebration of the Italian Republic! 

We celebrate the day Italy officially became a republic in 1946. This day that year, an institutional referendum was made to decide the form of government our nation should have had after WWII.
June 2 was a national holiday also under the kingdom of Italy, because it was the day when the first Constitution was granted in 1848 (Festa dello Statuto).

“oh, accidenti, perché per ottenere dei cambiamenti bisogna usare la violenza? d'altronde la violenza non ha mai portato nulla, esattamente come la rivoluzione russa, quella francese, lo statuto dei lavoratori e le centinaia di lotte che ogni giorno si fanno nel mondo. ma il vero sta sempre nel mezzo, nella mediazione e nella democrazia che negli ultimi 70 anni ha dato come risultato la vittoria di un centrodestra populista che fa leva sulle grandi masse incolte e disinformate. però oh, bella la mediazione e la calma.”

STORIA

Tutti gli appunti di quinto scientifico.

Italia: Dall’unità alla prima guerra mondiale

1848, Statuto albertino e Costituzione della repubblica romana: x
Cavour: x
Garibaldi: x
L’italia all’unificazione - La destra storica: x
La sinistra storica (DePretis): x
Completamento dell’Unità: x
La politica di Bismark, Inizio della questione coloniale, i Fasci siciliani: x
Crispi, Sconfitta di Adua, Crisi di fine secolo: x
Età Giolittiana: x , x

Prima guerra mondiale

Imperialismo e Presupposti della Prima Guerra Mondiale: x
Scoppio della guerra, situazione in Italia: x
La guerra di Posizione, La Rivoluzione Russa: x
L’entrata in guerra degli USA, Il fronte italiano, La fine della guerra: x
Pace di Versaille, Situazione della Germania: x

Primo dopoguerra italiano

Biennio rosso, I fasci combattenti: x
La marcia su Roma, Le prime riforme: x
Dal delitto Matteotti alle leggi fascistissime: x

Mettiamo che Steve Jobs sia nato in Italia. Si chiama Stefano Lavori. Non va all’università, è uno smanettone. Ha un amico che si chiama Stefano Vozzini. Sono due appassionati di tecnologia, qualcuno li chiama ricchioni perchè stanno sempre insieme. I due hanno una idea. Un computer innovativo. Ma non hanno i soldi per comprare i pezzi e assemblarlo. Si mettono nel garage e pensano a come fare. Stefano Lavori dice: proviamo a venderli senza averli ancora prodotti. Con quegli ordini compriamo i pezzi.

Mettono un annuncio, attaccano i volantini, cercano acquirenti. Nessuno si fa vivo. Bussano alle imprese: “volete sperimentare un nuovo computer?”. Qualcuno è interessato: “portamelo, ti pago a novanta giorni”. “Veramente non ce l’abbiamo ancora, avremmo bisogno di un vostro ordine scritto”. Gli fanno un ordine su carta non intestata. Non si può mai sapere. Con quell’ordine, i due vanno a comprare i pezzi, voglio darli come garanzia per avere credito. I negozianti li buttano fuori. “Senza soldi non si cantano messe”. Che fare? Vendiamoci il motorino. Con quei soldi riescono ad assemblare il primo computer, fanno una sola consegna, guadagnano qualcosa. Ne fanno un altro. La cosa sembra andare.

Ma per decollare ci vuole un capitale maggiore. “Chiediamo un prestito”. Vanno in banca. “Mandatemi i vostri genitori, non facciamo credito a chi non ha niente”, gli dice il direttore della filiale. I due tornano nel garage. Come fare? Mentre ci pensano bussano alla porta. Sono i vigili urbani. “Ci hanno detto che qui state facendo un’attività commerciale. Possiamo vedere i documenti?”. “Che documenti? Stiamo solo sperimentando”. “Ci risulta che avete venduto dei computer”.
I vigili sono stati chiamati da un negozio che sta di fronte. I ragazzi non hanno documenti, il garage non è a norma, non c’è impianto elettrico salvavita, non ci sono bagni, l’attività non ha partita Iva. Il verbale è salato. Ma se tirano fuori qualche soldo di mazzetta, si appara tutto. Gli danno il primo guadagno e apparano.

Ma il giorno dopo arriva la Finanza. Devono apparare pure la Finanza. E poi l’ispettorato del Lavoro. E l’ufficio Igiene. Il gruzzolo iniziale è volato via. Se ne sono andati i primi guadagni. Intanto l’idea sta lì. I primi acquirenti chiamano entusiasti, il computer va alla grande. Bisogna farne altri, a qualunque costo. Ma dove prendere i soldi?

Ci sono i fondi europei, gli incentivi all’autoimpresa. C’è un commercialista che sa fare benissimo queste pratiche. “State a posto, avete una idea bellissima. Sicuro possiamo avere un finanziamento a fondo perduto almeno di 100mila euro”. I due ragazzi pensano che è fatta. “Ma i soldi vi arrivano a rendicontazione, dovete prima sostenere le spese. Attrezzate il laboratorio, partire con le attività, e poi avrete i rimborsi. E comunque solo per fare la domanda dobbiamo aprire la partita Iva, registrare lo statuto dal notaio, aprire le posizioni previdenziali, aprire una pratica dal fiscalista, i libri contabili da vidimare, un conto corrente bancario, che a voi non aprono, lo dovete intestare a un vostro genitore. Mettetelo in società con voi. Poi qualcosa per la pratica, il mio onorario. E poi ci vuole qualcosa di soldi per oliare il meccanismo alla regione. C’è un amico a cui dobbiamo fare un regalo sennò il finanziamento ve lo scordate”. “Ma noi questi soldi non ce li abbiamo”. “Nemmeno qualcosa per la pratica? E dove vi avviate?”.

I due ragazzi decidono di chiedere aiuto ai genitori. Vendono l’altro motorino, una collezione di fumetti. Mettono insieme qualcosa. Fanno i documenti, hanno partita iva, posizione Inps, libri contabili, conto corrente bancario. Sono una società. Hanno costi fissi. Il commercialista da pagare. La sede sociale è nel garage, non è a norma, se arrivano di nuovo i vigili, o la finanza, o l’Inps, o l’ispettorato del lavoro, o l’ufficio tecnico del Comune, o i vigili sanitari, sono altri soldi. Evitano di mettere l’insegna fuori della porta per non dare nell’occhio. All’interno del garage lavorano duro: assemblano i computer con pezzi di fortuna, un po’ comprati usati un po’ a credito. Fanno dieci computer nuovi, riescono a venderli. La cosa sembra poter andare.

Ma un giorno bussano al garage. E’ la camorra. Sappiamo che state guadagnando, dovete fare un regalo ai ragazzi che stanno in galera. “Come sarebbe?”. “Pagate, è meglio per voi”.

Se pagano, finiscono i soldi e chiudono. Se non pagano, gli fanno saltare in aria il garage. Se vanno alla polizia e li denunciano, se ne devono solo andare perchè hanno finito di campare. Se non li denunciano e scoprono la cosa, vanno in galera pure loro.

Pagano. Ma non hanno più i soldi per continuare le attività. Il finanziamento dalla Regione non arriva, i libri contabili costano, bisogna versare l’Iva, pagare le tasse su quello che hanno venduto, il commercialista preme, i pezzi sono finiti, assemblare computer in questo modo diventa impossibile, il padre di Stefano Lavori lo prende da parte e gli dice “guagliò, libera questo garage, ci fittiamo i posti auto, che è meglio”.

I due ragazzi si guardano e decidono di chiudere il loro sogno nel cassetto. Diventano garagisti.

La Apple in Italia non sarebbe nata, perchè saremo pure affamati e folli, ma se nasci nel posto sbagliato rimani con la fame e la pazzia, e niente più.

—  Antonio Menna ©
youtube

Capo capo reparto
Rallenta la catena
Che voglio restar vivo
Prima che suoni la sirena
E cento cento allora
E cento pezzi devo fare
Non ho neanche il tempo
Il tempo per pisciare
In fabbrica in fabbrica
Non ci voglio andare
In fabbrica in fabbrica
Non ci vado piu piu piu piu
Come vorrei che fosse ieri
Vorrei un fine settimana
Ma oggi e lunedi
Si ricomincia la catena
E tiro e tiro avanti
Per una sporca busta paga
Ma chi ce stato lo sa
Che la fabbrica e una galera
In fabbrica in fabbrica
Non ci voglio andare
In fabbrica in fabbrica
Non ci vado piu piu piu piu
In fabbrica in fabbrica
Non ci voglio andare
In fabbrica in fabbrica
Non ci vado piu
Sentite che vi canto
La vita e solo una
Meglio un posto al sole
Che un turno alla catena
In fabbrica in fabbrica
Non ci voglio andare
In fabbrica in fabbrica
Non ci vado piu
Se otto ore vi sembran poche
Provate voi a lavorare
E proverete la differenza
Tra lavorare e comandare
In fabbrica in fabbrica
Non ci voglio andare
In fabbrica in fabbrica
Non ci vado piu piu piu piu

Statuto + Gang* - In Fabbrica

*thanks stegliu

youtube

Inflazionatelo pure, il mio nome.

youtube

STATUTO -RAGAZZO ULTRà - NAPOLI 2011 PARCO ROBINSON

…e al minuto 0:07 si intravede un componente dei NoGun soundsystem yeah!

GUERRA DI COMMENTI CON UNA PROF

Ciao ragazzi. L'immagine che vedete sopra è stata condivisa dalla mia pagina da parte di un mio carissimo amico. Prontamente, una prof ha commentato giustificando l'utilità dei compiti e della scuola e io mi son sentito in dovere di rispondere. Solo, come potrete notare, quando io chiedevo prove o giustificazioni, ricevevo delle educatissime offese fra cui:
- il fatto che non sono consapevole di quello che dico
- devo ancora maturare (sono immaturo)
- dico banalità
- mi baso su stereotipi
- non ho cultura e sono ignorante

Detto questo, qui c'è il link alla schermata completa di tutta la conversazione dall'inizio all'improbabile fine. Ho censurato i nomi e le foto per una questione di privacy, buona lettura (è lunghina).

External image

youtube

Statuto - Pedalando Elegante 

“Dai Wiggo vinci per noi che corriamo con te, balleremo al traguardo che tu taglierai. Dai Wiggo mostra chi sei perché siamo anche noi sempre fieri eleganti ed imbattibili”

Canzone omaggio al ciclista con più stile EVAH, Sir Bradley Wiggins.

youtube

Statuto - Rudy Playboy (Rudi’s in love)