sta. cena

Compagni di scuola

Nel gruppo Whatsapp della cena tra ex compagni di classe uno ha appena postato una foto di Hitler che saluta alcuno suoi uomini con il braccio alzato.
Sotto c'è la didascalia: “A chi piace la figa alzi la mano”.
Che ridere.

Nasce sotto ottimi auspici ‘sta cena.

Penso sia inutile dire che mi stava antipatico già da allora questo.
Ora so pure perché.

Tanti auguri a una persona speciale.
E non lo dico così , tanto per dire.
Voglio fare gli auguri a una persona che ha superato mille difficoltà mantenendo il sorriso.
A una persona che ha dato tutta sé stessa per ottenere la felicità di qualcun altro.
A una persona che ha rischiato la vita per metterne al mondo un'altra.
A una persona che è finita all'ospedale con il naso rotto e il labbro spaccato per proteggere ciò che aveva di più caro.
A una persona che spesso non si sente abbastanza, ma che senza lei sarebbero tutti persi.
A una persona che è bella in qualsiasi modo è vestita , con i capelli raccolti in una pinza e il grembiule sporco perché sta preparando la cena.
A una persona speciale, che io chiamo mamma.

anonymous asked:

Ho bisogno del tuo aiuto. Sta sera a cena ho mangiato veramente tanto e male (biscotti, Nutella, fette biscottate, insomma una abbuffata) e ora sto da schifo, vorrei vomitare tutto. Come posso rimediare? Mi sento tremendamente in colpa ma il mio cervello è impazzito, non mi sono più controllata per dio. Pensavo.. se domattina non faccio colazione ma prendo una tisana? E come spuntino due mandarini? Ti prego aiutami..😞

Non fare colazione non è mai la soluzione. Mangia il giusto e fai attività fisica, questo è l'unico consiglio da parte mia. Sicuramente mangiare di più non ti ucciderà, né mentalmente né fisicamente.
Ora, risposte serie a parte, basta con questo troll. Hai inviato la stessa domanda che hai inviato a @idontwannabeheree e, ogni giorno, continui a fare domande sull'alimentazione. Ok, potresti avere un disturbo alimentare, ma cosa cambia avere più opinioni a riguardo? La forza per cambiare è la tua, la forza di dire “voglio stare meglio” (intendo SOLAMENTE quando la tua salute non è ottimale, non quando ti credi più grasso o magro di quello che non sei). Continuando così - opinione mia - ti farai solo del male, illudendoti che delle persone ti sono dietro, come se quindi avessi qualcuno: come se tu non dovessi far altro che aggrapparti ai loro consigli. Prima di tutto pensa a cambiare te stesso/a, devi capire cosa vuoi e poi potrai chiedere consigli perché in dubbio.

che cos'è la felicità se non un tramonto del genere fotografato mentre si sta andando alla cena di classe 14 giorni prima della Maturità, con i compagni del liceo, con i professori che hai sempre temuto, odiato ma che ti mancheranno sempre, nonostante tutto. 
che cos'è la felicità se non essere felici in un battito di ciglia, mentre ieri si piangeva ed il mondo sembrava crollarti addosso. e sta proprio lì, la felicità, quella cosa astratta che cerchiamo continuamente tra un dolore ed un altro, ignorando di poterla far fuoriuscire da un tramonto, da un semplice, fottuto, tramonto.

Comunque non vi ricordate di essere donne solo oggi perché sta sera andate a cena in uno di quei soliti posti,in cui,vista la serata,ci saranno i soliti bei camerieri e lo spogliarellista di turno.
Ricordatevi di essere donne tutti i giorni perché non siete speciali solo oggi,ma sempre.
Quando venite sottopagate a lavoro,picchiate dai vostri fidanzati,mariti,quando non vi danno la libera scelta,quando la vostra dignità viene messa a terra, fate qualcosa per farvi valere per come siete realmente.
Perché le donne oggi vengano ricordate mica perché nel 1909 le femministe erano andate ad ubriacarsi in un bar di quartiere,ma per ben altro.