sonosola

Ho gli occhi gonfi dalle troppe lacrime versate, le occhiaie per le poche ore che dormo, le cuffie nelle orecchie e sono sempre più vuota… Sto uscendo da me stessa… È solo carne, la mia anima è andata a farsi fottere… Viene solo a rompermi le palle di notte con tutti i problemi esistenziali…
E poi ci sono tutti quei cazzo di stronzi che, anche vedendomi così, vengono e mi dicono: “oddio non sai che è successo! Te lo devo proprio raccontare!” … E io fingo un sorriso e annuisco… Per sentire le loro inutili storielle su un’unghia rotta oppure sulla caduta in skate, oppure pettegolezzi di cui non me ne può fregare di meno…
Io muoio dentro ogni giorno di più… Soprattutto a stare ogni giorno con tutte queste teste di cazzo che mi circondano…
Aiuto.
—  gentechespera-sf

“Ciao, scusami se ti ho fatto soffrire, scusami se non ci sono stato, scusami se sono sparito nel nulla, scusa per tutto.”
—“Figurati, tanto ormai è passato.”
“Davvero?”
—“Sì.”
“E allora perché sei così fredda?”
—“Perché, nel frattempo, sei passato anche tu.”

Volevo iniziarlo bene sto benedetto 2015, e invece sono quì sul mio letto a ripensare a tutto ciò che di brutto mi è successo quando non eri con me l’anno scorso. Mi viene da piangere solo al pensiero di quel periodo terribile che ho vissuto esattamente un anno fa, mi pesano ancora i polsi al solo pensiero. Tu non c’eri, non eri ancora entrato a far parte della mia vita ma io sono comunque riuscita ad alzarmi e a ricominciare anche se non del tutto. Poi sei arrivato tu era maggio, sì lo ricordo benissimo. La prima frase che ti dissi è stata “sei una testa di cazzo” e ripensandoci avevo ragione, anche se non ti conoscevo e tu dicevi che avevo troppi pregiudizi. Però una cosa non la scordo.. Quando c’eri tu il mio sorriso era reale te lo giuro, e per quanto mi possa sforzare, per quanto possa nasconderlo, senza te non è più lo stesso, e me ne sto accorgendo adesso; adesso che è notte e invece di dormire ti penso e penso al bene che mi hai fatto e al dolore che mi hai lasciato dopo.. Adesso non riuscirei però a dirti “sei una testa di cazzo” anche dopo tutto quello che è successo, non so perché ma ti voglio solo bene come prima. E il fatto è che vorrei anche dirtele ste cose ma sono una codarda e le tengo solo per me.
—  Rosyhopeblog
Hey, ti ricordi di me? Io ero la tua migliore amica.
Hey, ti ricordi di me? Ero la prima a correre in tuo aiuto.
Ti ricordi di me? Ti asciugavo le lacrime mentre piangevi.
Ti ricordi di me? Io ero la tua migliore amica.
Ti ricordi di me? Ti facevo copiare i compiti in classe.
Ti ricordi di me? Di quando ti facevo salire a casa e a prepararci insieme prima di uscire con le amiche?
Ti ricordi di me? Io ero la tua migliore amica.
Io ci stavo sempre per te.
Io ti abbracciavo quando eri triste.
Io ci stavo mentre il mondo intero se ne sbatteva di chi tu fossi.
Ma adesso?
Dove sei?
Non sei qui.
Ne hai trovata un'altra.
Forse meglio di me?
Ma sai una cosa?
Ne dubito.
Lei non ti abbraccerà come ti abbracciavo io.
Lei non ti dirà che ti ama come te lo dicevo io.
Lei non ci sarà sempre come ci stavo io.
Ma hey?
Ti ricordi di me? Io ero la tua migliore amica.
—  Vadoavanticonuntuosorriso