Scoppi a ridere
e poi esplodi di dolore.
Crolli in silenzio.
Ti isoli.
Ti chiudi dentro te stessa
con quegli occhi fragili e spenti e lo sguardo perso nel vuoto.
Morendo dentro e non chiedendo mai aiuto.
—  Diario di una ragazza incompresa(via seiunsognoindelebile)

io sto attenta
a non calpestare i fiori
a non schiacciare le chiocciole
a non pestare i piedi a nessuno
a chiedere sempre permesso
a dire sempre grazie
io sto attenta,
a sorridere
a non crollare di fronte
a chi non tollera il dolore
a non dimenticare nessuno
alle parole che uso
io sto attenta

e mi si spappola il cuore
quando gli altri,
distratti,
non si accorgono se cado
se arranco
se muoio.

—  Susanna Casciani