so cazzi amari

vabboh okay io dico solo na cosa prima di andare a dormire e poi ciao

manco ci provo in inglese perché chi si sbatte troppa fatica

io non è che ho problemi con la gente che fa battute su dante/inserisci-autore-o-periodo-storicoitaliano-qui in teoria, io ho problemi con il fatto che un post che dice che la divina commedia di base è una fanfic (che è una cosa che a scuola da me se sarà detta cinquanta volte con tanto di battute su chi stesse sopra tra dante e virgilio al solito) ha 40k di note e alcune abbiano commenti tipo ‘ah io l’ho letto e garantisco al 100% che questo post è very accurate’ (perché ce li ha) e che sta cosa venga fatta alle spese di un’opera come la divina commedia che si merita ben altro che sto cazzo di trattamento. come non si meritava quel deficiente che ci ha fatto il videogioco con dante che ammazza demoni all’inferno per salvare beatrice ma poi diceva che un videogioco da macbeth non l’avrebbe mai fatto perché ‘shakespeare è sacro non si tocca’. ah ecco però dante sì? mi sono un tantino scocciata l’anima di gente non italiana e che della divina commedia forse sa la trama da wikipedia (che poi cazzo parli di beatrice non mettere la copertina dell’inferno, almeno quello) che fa ste battute carine che si beccano una marea di note di altra gente che pensa che questi post siano oro colato/dicano la verità su roba scritta da vecchi uomini bianchi che ti fanno passare come classici senza sapere che cavolo ci sta dietro la divina commedia. lasciamo stare il discorso vecchi uomini bianchi visto che ho passato sei anni a studiare roba scritta da vecchi uomini bianchi per cui secondo il 90% dell’utenza di sto sito avrei misoginia internalizzata solo per il fatto che me ne sbatte qualcosa dei suddetti. che poi sia chiaro che quando stavo al liceo e la gente diceva ‘ma perché dovemo studiare sta palla mostruosa chi cazzo c’ha voglia de fare la parafrasi’ mi veniva da strangolarli uguale eh.

ma poi porca miseria in questo dannato paese la cultura/la letteratura/l’arte è l’unica cosa che abbiamo da vendere ormai e considerando che facciamo cadere a pezzi pompei e varie ed eventuali manco quello riusciamo a fare, avemo i ministri che dicono che con la cultura non ci mangi e che i fondi a pompei non devono essere prioritari perché so solo quattro pietre, I POLITICI, e poi devo venire su un sito dove in teoria dovrei piangere sulle mie fandom e sulla faccia di bucky barnes per sentirmi dire da parte di gente qualificata al livello dei politici di cui sopra se non meno (famo il greatest hits va) che dante scriveva fanfic, che il rinascimento in realtà non esiste ed era tutto merito degli arabi, che gesù cristo è bianco nei quadri perché CESARE BORGIA, che garibaldi si è inventato la mafia, che la cucina italiana è solo la pasta, che la pizza in realtà è una cosa americana e (questa era una conversazione privata ma vabbe sticazzi tanto non penso che la persona con cui l’ho avuta mi segua più e pure se mi seguisse l’italiano non lo sa) che se sono orgogliosa della cultura del mio paese e se boh mi sento proprio contenta se su youtube vedo video di due cantanti russi che vanno in tournee a cantare l’opera italiana in giappone per i giapponesi è una cosa sbagliata perché l’opera mica l’ho scritta io, e poi sono a rischio di diventare una razzista xenofoba perché penso che il mio paese sia tanto meglio degli altri? (cioè sta tizia praticamente mi ha detto una roba per cui secondo lei non dovrebbe piacermi il va pensiero e dovrei rifiutare di sentirlo a prescindere perché piace ai leghisti, quindi visto che piace ai leghisti dovrebbe farmi schifo e se non succede rischio di diventà come i leghisti. capiamoce.)

poi ovvio che ‘butto fin troppe parole per un post che era una battuta’ *parafrasi* ma grazie ar cazzo, però qualcuno lo dovrà pure fare visto che è palese che ste cose non le sapete. ma butto fin troppe parole a cercare di capire che le cose che studi a scuola non le studi perché chi ha fatto i programmi ti odia dai tempi del liceo, dove lo facevo con italiani a cui di sapere due cose in croce di dante o virgilio o foscolo o leopardi o ungaretti o che so io gliene fregava proprio niente e io la trovavo una cosa infinitamente triste. che poi io sono una di quelle persone noiosissime che pensano che se non hai una vaga idea della cultura letteraria/artistica del tuo paese (ma almeno vaga, non dico mi devi recitare a memoria l’opera completa di manzoni ma almeno sappi chi è) poi della sua storia poco ci capisci e se poco ci capisci poi quando vai a votare so cazzi amari per tutti e quindi boh sarò nata vecchia. però che cazzo ogni volta che se fanno battute sull’Italia/su cose italiane qui dovremmo metterce a ridere? e dante, e il rinascimento, e la pizza, e la mafia che vuol dire crimine organizzato e mica si riferisce solo alla mafia siciliana, sembra sempre che ce la prendiamo troppo e di solito viene da gente che non sa un benemerito niente manco della cultura del paese suo. e magari mi so anche stufata e magari quello di buono che abbiamo prodotto culturalmente vorrei che fosse preso sul serio per quello che è invece de sentirmi dire - che so, ah si durante il discorso di john green e il rinascimento - pure da italiani che ‘vediamo il rinascimento come la nostra epoca d’oro quando invece magari dovremmo ridimensionare le nostre aspettative e non è una cattiva cosa che gli altri ce lo facciano notare’, e che poi sticazzi di leopardi che era depresso a scuola dovremmo studiare i post emo di tumblr. ma qualcosa di buono abbiamo fatto, sarà mica un delitto farlo notare.

e che cazzo però.

naturalmente sto post mi è partito perché ho letto la risposta di una riga a quel commento al post di dante che oltretutto vorrei solo capire perché l’OP l’ha visto adesso quando ho fatto quel commento a luglio o ad agosto boh e naturalmente ho scritto tre paragrafi di scazzo ad una riga di post il che in realtà è testimonianza del fatto che me la dovrei prendere infinitamente di meno, però che cazzo mi sono scocciata.