sleal

Cominci a leggere un libro. Un bel libro di quelli che tutti dovrebbero leggere almeno una volta nella loro vita ma che molto spesso non lo fanno. Giorno dopo giorno lo leggi, pagina dopo pagina. È un libro di circa quattrocento pagine, tu arrivi a circa un centinaio.
Poi d'un tratto smetti di leggerlo non perché non ti piaccia più, bensì perché conosci un altro libro.
Immediatamente ti ci affezioni e diventa molto importante per te.
In modo del tutto sleale, pervaso dalla curiosità e dalla impazienza, cominci a leggerlo. Questo libro, breve o lungo, dopo un po’ di giorni lo concludi, lo chiudi per l'ultima volta e lo riponi tra i tanti romanzi della tua libreria.
Dopodiché torni a riprendere il primo libro dalla tua scrivania; lo guardi, lo tocchi, lo annusi, lo sfogli, ma non è nulla di nuovo per te, però pare che qualcosa sia cambiato.
La tua mente chiede al tuo cuore, prima che i tuoi occhi ricomincino a fare mille capriole tra le innumerevoli lettere, parole, frasi, se tu debba ricominciarlo da capo, oppure continuare da dove ti eri fermato, cioè più o meno a pagina cento.
Tu cosa sceglieresti di fare? Tu piccolo cuore, cosa diresti alla tua mente di fare?

(…) Mi piace pensare che tu esisti solo nei lineamenti, nel profilo. La tua distrazione: quando cammini produci infedeltà. Per te sono sleale, mento. Eludo. E tuttavia non oso dire la menzogna che è consueta al tuo corpo: non oso dirti che è per amore che ti scrivo.
Sei un fantasma? Mi piacerebbe crederlo, placarmi con questa semplice, dolce dichiarazione: lei non esiste.
Ma a te non occorre esistere. Tengono il tuo posto odori, strani scricchiolii, ossa o carta, il fruscio di qualcuno che cammina. Valentina. Ripeto il tuo nome. Amo il tuo nome? Se lo pronuncio, aggiungo d’un fiato: carissima. Come sempre, lì mi fermo. E scrivo, e dico punto.

Giorgio Manganelli

anonymous asked:

Ciao waff, al comune del mio paese organizzano una specie di concorso con il tema del viaggio. Io vorrei partecipare solo perché nel mio paesino non si organizza mai niente e quindi per una volta vorrei appoggiare l'iniziativa, l'unica cosa che sarei in grado di fare è una foto, so che dovrei farlo sola però sono proprio a corto di idee. Mi sento un po' sleale a chiamarti in causa però hai qualche spunto? Scusa ancora

Che genere di spunto vorresti da me? Ti nomino qualche autore che puoi conoscere per farti venire qualche idea?
Che cosa carina, questo concorso!

Amici, aiutiaaaamo questo anonimo concorrente!

I tuoi occhi stanchi prendono appuntamento con la mia solita fretta di essere pronta, e sbaragliano la concorrenza sleale di uno specchio che chiede un’impossibile perfezione. 

Ci sediamo alla stretta lingua di legno di un tavolo per due e tuffi la tua giornata nella mia, e le tue dita tra le mie, mentre il vociare tutt’intorno ci raggiunge appena.

Due dita di vino nel mio bicchiere, tre nel tuo, parliamo con le bocche che si muovono appena, c’è odore di nuovo e di vecchio, assieme.

è nuovo, tutto nuovo, lo scorrere del tempo, che s’allunga fino all’orario di chiusura, quando nemmeno ci rendiamo conto di essere gli ultimi due chiamati ad uscire di scena, mentre calano le saracinesche.

Vecchia è la ritrosia a ricordare quel giorno particolare con un dolore particolare, non mio, ma pulsante d’una forza vivida, che atterrisce.

Nuove sono le mie guance rosse, sotto le tue risate sincere. Nuovo è il peso di quel che è stato, più leggere anche le scarpe e più risoluta è la forza di continuare a guardare dalla stessa parte in cui guardi tu.

Nessuna scala di grigi, nessun bianco e nero, solo il rosso del calice che mi porto alle labbra.

Alla nostra, Santé!

youtube

Although I refuse to accept that SloanxDon is endgame. Like hello Sleal