scenae

I colpi di scena, le svolte sono invenzioni di narratori e dramamturghi, espedienti necessari quando si vuole ridurre, tradurre una vita in un intreccio, quando si vuol distillare un significato morale da una sequenza di atti, quando si intende congedare il pubblico con qualche cosa di indimenticabile che segni la crescita di un personaggio.
—  Ian McEwan
Ci młodzi ludzie nie mieli żadnych życzeń, żadnych przekonań, a co dopiero ideałów, nie dążyli do zdobycia żadnego zawodu, nie interesowały ich ani wpływy polityczne, ani szczęśliwa rodzina, ani dzieci, ani zwierzęta domowe, ani ojczyzna, nie ciągnęło ich ani do przygód, ani do rewolt, ani też do spokoju czy do tradycji. Poza tym przestali postrzegać przyjemność jako jakąś wartość: czas wolny i nie wolny były jednakowo nużące i różniły się w pierwszej linii tylko tym, czy pieniądze się przy tym zarabiało, czy wydawało. Hobby do zabijania czasu były niepotrzebne, bo czas przemijał i tak sam z siebie. Telewizja była nudna, scena literacka martwa, w kinie cały czas leciały od lat trzy czy cztery warianty różnych filmów. Dyskoteki były czymś w sam raz dla miłośników głupoty i złej muzyki, a do Szostakowicza nie dało się tańczyć. Ta młodzież przestała się interesować przemysłowo kreowaną modami, osobowościami, sylwetkami bohaterów i obrazami wrogów. Mniej niż jakakolwiek generacja przed nimi tworzyła generację. Po prostu byli tu - klan przejściowej epoki.
—  Juli Zeh ‘Instynkt gry’
10

-Meredith: “Non voglio uscire con te.”
-Derek: “Ti ho chiesto di uscire con me?
Ti va di uscire con me?”
-Meredith: “No, per niente. E di sicuro non torno a letto con te: sei il mio capo.”
-Derek: “Sono il capo del tuo capo.”
-Meredith: “Sei il mio insegnante. E l'insegnante del mio insegnante.”
Derek: “E sono tua sorella e tuo figlio.”
-Meredith: “Mi stai molestando sessualmente.”
-Derek: “Sto salendo con l'ascensore.”
-Meredith: “Sto tracciando una linea.
Una linea di confine. Ed è molto netta.”
-Derek: “Questa linea di confine è immaginaria oppure ti serve un pennarello?”

Questa scena mi ha distrutto, più di tutto il resto.
Lasciar andare l’amore della tua vita è una cosa che uccide già di per sé, se poi mettiamo in conto un incidente per una banale disattenzione e la malasanità, ti distrugge completamente.
E poi vederla sola, lì, disorientata, scioccata, ancóra incredula.
Si cinge perché non ha più nessuno da abbracciare e soprattutto più nessuno che l’abbracci e la protegga.
Già da un po’ di tempo ha perso i suoi amici George ed Izzie, poi è toccato a Lexie, diventata poi più che una semplice sorella, poi la sua persona, la grande Cristina ed ora anche Derek.
Io non so davvero come si possa superare tutto questo. Non lo so.
Ed è proprio tutto questo che ti fa cambiare, che quasi ti fa diventare irriconoscibile.
Hai amato tanto, tanto, ma quanto tanto altro ti è capitato?
Dal tenere una bomba in mano al perdere l’amore che in fondo ti ha reso ciò che sei ora.
Lo perdi e oramai te ne rimani lì, in silenzio, inerme, quasi impassibile, a parte qualche lacrime che proprio non riesci a contenere, con un dolore dentro che ti logora costantemente e non ti permette di reagire.
Vorresti urlare ma dalla bocca non esce nessun suono (Mia amata Lexie), ma ti viene solo da biascicare qualcosa di insensato.
E poi implodi.

— greysanatomy-italia.

🌳"HAKUNA MATATA"🌳
- This pic reminds me a scene of “The Lion King”
- Questa foto mi ricorda molto una scena de “Il Re Leone”

“  I read once that.. holding your breath could stop a panic attack. So when I kissed you.. you held your breath. “ 

Teen Wolf, Stiles and Lidya 

La resistenza ai tempi dell’Ikea

Oggi pomeriggio, per questioni lavorative, il mio giovine collega, giovine si fa per dire, ha un anno meno di me, ha dovuto fare una telefonata all’ikea per informazioni sui tessuti. La scena è stata questa:

Lui che cerca on-line il numero e ad un certo punto se ne esce con:

- Ma come faccio a chiamare al reparto tessuti dell'ikea di corsico?
- Beato attè, non c'è di sicuro il numero del reparto, ti va bene se trovi un servizio clienti, ti va molto bene se è un 800, un po’ meno bene se è un 199.

Poverino, non è stato programmato alla vita, non è un cattivo ragazzo e nemmeno stronzo o scemo, è solo che non sa come funziona il mondo, mi chiedo come non sapesse dell'esistenza del sistema odierno delle grandi (e anche piccole) aziende di delegare i bisogni dei clienti (quindi degli interessati più importanti) a dei ragazzi demotivati perchè sottopagati per dare risposte formali e preconfezionate inutili.
Allora glielo spiego che funziona così, visto che ho pure lavorato in uno di quei gironi dell’inferno.
E lui non se ne capacita.
E io non mi capacito che lui non se ne capacita e allo stesso tempo mi rendo conto che c'è gente che non sa.

Ma la notizia è che, riusciti a prendere la linea col centralino, la voce registrata ci informa che tutte le ikee d'italia il 25 resteranno chiuse per festa, tranne che.
Tranne che quella di Padova!!

Signori padovani curiositasmundi, sabrinaonmymind catastrofe(?) e chi altri non so: avete vinto!

A quando la camicia nera al sabato?

ho bisogno di rassicurazioni, ho bisogno di coccole, ho bisogno della classica scena da film in cui qualcuno ti dice: ‘andrà tutto bene, vedrai’, mentre ti bacia e accarezza la fronte

SARA, una fan, cerca di far ordine degli avvenimenti.

“Qualcuno mi aiuta a capire?
Allora la 11x19 inizia con Meredith & Derek che si svegliano e lui che le dice che quella mattina andrà a chiudere la sua esperienza a Washington. E parte con la camicia blu.
Ci si sposta in ospedale e c’è la storia dell’uomo a cui han tagliato il pene e quella della tipa che gioca a golf, viene chiamata la mamma di Jackson e mentre sta operando Arizona dice «Ci vorranno 10 ore per riattaccare il pene.»
Una volta finita l’operazione, Webber bacia la mamma di Jackson, quindi come minimo sarà stato tardo pomeriggio.
Poi c’è la scena si sposta a casa di Mer dove Amelia sbotta (ed è sera) dopodiché a fine puntata si vede che Mer riceve la telefonata dalla Casa Bianca e le dicono che Derek non si è presentato (e son le 11 del mattino più o meno, anche se questo si capisce nella puntata dopo).
Nella 11x20 vediamo che Derek parte e chiama prima Mer che non risponde e lascia un messaggio in segreteria (che lei non sente) e poi parla con Amelia, April e la Bailey.
Loro gli dicono che rischia di perdere il volo e quindi si presume sia la mattina stessa in cui è partito.
Poi c’è l’incidente, che secondo l’orologio della macchina di Derek è successo alle 8 di sera mentre secondo la tipa sbudellata (che dice dover esser a scuola) è mattina.
Alle 21:19 Derek è morto.
Alle 17 la polizia avvisa Mer.
NON HA SENSO.”


A tutte queste incongruenze, aggiungo anche che, scaricando la puntata in HD, si nota che il monitor che segna la morte di Derek si spegne alle 09:19 p.m. del 23/04/2015, ovvero il giorno esatto in cui è andata in onda la 11x21.

C’È QUALQUADRA CHE NON COSA.

C'era un quadro nella stanza. Se non fosse stato per quel dipinto, la stanza sarebbe stata completamente vuota. Nulla, niente, silenzio, forse neanche la polvere, forse neanche la stanza. Ma c'era quel quadro. Ed è come se quel dipinto arredasse la stanza nel miglior modo possibile. Tutto perdeva di significato alla vista di quell'opera; e ogni cosa sembrava essere fuori posto. Ogni risposta non data trovava spazio dentro quella tela e ogni parola di troppo veniva assorbita per sempre. Quel quadro era lì, a rubare la scena; ad essere protagonista delle vite degli altri.
E fu improvviso stridere di emozioni.
Non si è ciò che si vede, ma si diventa ciò che si ha visto.

anonymous asked:

"Nei miei incubi di solito ho paura di perdere te e sto bene quando mi accorgo che ci sei" Hey, ricordi questa scena? 🙈😍

Come scordarsela?!
Panettiere nel ♥