sacmis

2

Gotta spam the VT tag a bit more with Sacmis and Markus~~

Sacmis Ayar

  1.  With her water hatchling and a better version of her casual cape.
  2.  WTH.
  3.  I’m not in the group and I can’t even precisely calculate when she will have enough development to be promoted to Rider (only god knows). However, I truly like the design of rider uniforms so I got to give it a try.
  4.  She hates to cry because all that make up is wasted.
  5. Inspired by the artists of VT and their beautiful arts filled with blood and gore mine is like a portrait of kids playing in the playground compared to them.
  6. Alright, you can be the moon goddess tonight. Headcanonical and rather of a silly idea which formed in my mind when I had nothing else to draw about her(because I actually really don’t think about messing with Egyptian or Incan mythology ). At some sort of festival where people put on masks, both her and a kid in her neighborhood put on the masks of moon gods, one is of Egyptian, and the other is of Incan belief.

Markus Arziani

  1. Markus on his way to avenge all the misdeeds his old boss made to him.
  2.  What lays under his covers is a life long burden which makes him despise the living he had before. Some brutal facial scars from the battles he fought, and there is his final scar on the front side of his throat given to him by his old boss, a godfather who tried to kill him with a burning grip to his throat.
  3.  Younger Mark as he receives his first scar.
  4.  Mark preparing his kama for the danger ahead.

As soon as i heard that the second enrollments were going to be held for the RP group Vios Terra, i had to take a short break from all of my studies just in case to earn a place in the group. Take some of my OC Sacmis before her app ( Reviewed and made some changes on her previous look because of reasons) Now the only thing i ever need to get my hands on is a PS programme…

Da Modena a New Dehli, valigie pronte per 17 studenti Unimore
Modena, 27 ago. (Labitalia) - Valigie pronte per 17 studenti Unimore che domenica lasceranno l’Italia per raggiungere l’India, in particolare l’Amity University di New Delhi, dove dal 31 agosto al 19 settembre 2015 seguiranno la seconda edizione dell’India Immersion Program. Si tratta di una vera e propria summer school pensata per contribuire alla affermazione della cultura dell’internazionalizzazione a livello di impresa e di sistema socio economico della Regione Emilia Romagna.
Partner del progetto, che ha ricevuto il sostegno di Confindustria Modena, Cmb, Cnh, Panaria Group, Sacmi, Bper Banca, Unicredit, è Octagona srl, società di consulenza all’internazionalizzazione, con uffici in diverse parti del mondo. Con la sede di New Delhi (India), Octagona offrirà un supporto di tipo relazionale ed operativo allo svolgimento del progetto, questo gruppo di studenti potrà partecipare ad uno stage intensivo, che si terrà in India.
L’India Immersion Program, nome scelto per questa summer school, porterà il gruppo di studenti Unimore nel paese asiatico per tre settimane, presso l’Amity University di New Delhi, una delle più prestigiose sedi accademiche indiane, potranno seguire lezioni, seminari, visite aziendali presso aziende indiane o in sedi di imprese italiane in India (ad esempio, Cnh, Cmb), nonché raccogliere preziose testimonianze di rappresentanti delle istituzioni italiane presenti in India, dall’Ambasciata all’Ice, e di enti culturali colà operanti.
Unimore attraverso questo progetto, giunto alla sua seconda edizione, prosegue sulla strada dell’internazionalizzazione seguendo la scia tracciata dalle imprese del nostro territorio, sempre più alla ricerca di nuovi mercati esteri e di sbocchi per i nostri prodotti ed il nostro know-how.
Tra questi un particolare rilievo lo ha il mercato indiano che, per le sue dimensioni e potenziale di sviluppo, rappresenta una delle mete sempre più frequentate dalle imprese manifatturiere emiliane. Si tratta di un subcontinente, che presenta forti tratti di specificità in termini di regole, logiche competitive, distanza fisica, e ancor più culturale.
L’interesse del territorio per questo progetto è testimoniato dal sostegno economico offerto da diversi importanti attori del sistema economico locale e nazionale, come Confindustria Modena, Cmb, Cnh, Panaria Group, Sacmi, Bper Banca, Unicredit, nella convinzione che la dotazione di risorse umane, con un adeguato profilo di conoscenza e capacità di integrazione con il contesto locale, rappresenti un asset essenziale per le nostre imprese sulla via dell’India.
L’obiettivo comune è quello, pertanto, di contribuire con questa iniziativa alla affermazione della cultura dell’internazionalizzazione a livello di impresa e di sistema socio economico all’interno della nostra regione.
‘’Il successo della prima edizione – commenta Tiziano Bursi del Dipartimento di Economia “Marco Biagi” di Unimore, promotore dell’iniziativa – costituisce una delle principali ragioni che hanno spinto al lancio della seconda edizione del programma. Investire nella formazione di capitale umano e farlo insieme alle imprese è la strada da percorrere per accrescere il profilo internazionale del nostro sistema socio-economico’’.