rovinarti

Come stai?”
(Sono giorni un po’ malinconici:
Da quando mi hai lasciata a casa l'altro giorno non faccio altro che litigare con i miei, piango tutto il giorno e mangio pochissimo, mi viene la nausea solo all'idea di mangiare.
Devo studiare per gli esami di recupero a settembre ma non riesco a fare niente, non mi concentro e non appena penso a rivedere il prof di storia e storia dell'arte inizio a piangere ancora di più, proprio singhiozzo.
Sto tanto male amore mio, tanto…
In questi giorni dovrei andare a parlare con la preside, perché il prof di matematica nonostante il suo “ci penso io” non ha fatto niente, e io non posso passare altri due anni a scuola con questo prof, non posso proprio.
E mi manchi tanto te.
Non mi va di dirti che sto così, che piango e che mangio appena, so che ti dispiacerebbe tanto e non voglio rovinarti neanche un attimo del tuo viaggio.
Forse ti farò leggere queste cose quando tornerai, perché, come dici te “io e te non abbiamo segreti” e non voglio che questi miei giorni costituiti da tristezza e da paura ti siano sconosciuti.
Non vedo l'ora che sia giovedì, perché solo con te riesco a sentirmi al sicuro e a godermi la spensieratezza che ogni diciottenne si merita.
Ormai non riesco neanche più a uscire tranquillamente, cammino per il corso tremando ed ho paura di incontrare il prof, che se lo in rientrassi andrei totalmente nel panico, solo l'idea mi terrorizza. Mi viene da vomitare.
Sei diventato una colonna portante della mia vita, tanto che senza te non riesco più a affrontare situazioni come quelle scritte qua sopra: ora piango, aspetto che torni, e nel frattempo piango.
Mi manchi da morire, sei la mia vita.)

Bene amore, te?

Ti guardavo da lontano come si fa con le cose belle, come si fa con le cose che hai paura di rovinare, come si fa con le persone che hai paura di spaventare. Perché sapevo che avrei potuto rovinarti con i miei sbalzi d’umore e con i miei lati oscuri, che tanto oscuri non sembravano quando eri con me.

anonymous asked:

Oggi, per la prima volta, ho vomitato. Ho paura. Tanta paura di perdere il controllo.

Sei ancora in tempo a fermarti. Vomitare non ti serve, non funziona per dimagrire ma solo per rovinarti l'organismo e farti finire, col passare del tempo, in un letto d'ospedale. Tu sei bellissima così, coi tuoi pregi e i tuoi difetti e devi ripeterti ogni giorno che tu e la tua vita valete di più di qualsiasi altra cosa. Io sono con te, per supportarti e aiutarti, puoi scrivermi quando vuoi. Un abbraccio 🌸

Non sai che male mi faccia quel tuo “sto in ansia”, e non sai che male mi faccia mentirti, dirti che sto mangiando anche se non mangio niente da l'altro ieri. Dirti che sono appena appena agitata ma che è tutto apposto.
So che, anche se brutta, ti vorresti sentir dire la verità, ma le mie lacrime son le tue e l'ultima cosa che voglio è rovinarti il viaggio di maturità.
Quindi ti dirò che non ho molto appetito, ma mangio, te lo dico per messaggio perché so che se ti chiamassi sentiresti dalla mia voce che non è vero e che ti sto mentendo.
E quindi scusa amore, l'unica risposta vera che ti ho dato a questi messaggi è che anche io non aspetto altro che abbracciarti, però in questo momento voglio che tu ti diverta, che non tu non passi le giornate con l'ansia che io stia male.
Quando tornerai ti dirò la verità, intanto goditi questi giorni, ti meriti del tempo lontano dai miei problemi.
Ti amo da morire.