rovinarti

anonymous asked:

Ciao tra poco i miei vanno via e sono a casa da sola. Non ho mai fumato e la mia amica mi ha dato un pacchetto di sigarette da tenere nascosto e l'altro giorno gliel'ho riportato prendendone una, vorrei fumarla adesso, come posso coprire la puzza di fumo?

Io ti consiglio di non farlo invece. Butta quella sigaretta e  non iniziare a rovinarti la vita.

anonymous asked:

Le cose che per voi sono semplici come guidare o essere amico di qualcuno a me spaventano terribilmente. I dottori la chiamano fobia sociale, ansia depressiva ect ect Non voglio però tediarti e rovinarti la domenica. Passa una splendida giornata (abbraccino)

Il mio tedio della domenica si chiama Storia della Critica d'arte II, non certo una storia come la tua.
Certo non ho nessunissima competenza nel campo per poterti aiutare in una qualche maniera, però ti dico che qui oggi c'è un'arietta fresca, che l'ultimo libro di Stefano Benni anche se è un pochino spaventoso fa sorridere, e che se metti la menta nel tè diventa uno spettacolo di sapori buonissimi un po’ mediorientali. Oh e cerca ascolta tutti gli album che puoi di Maurizio Pollini che suona Chopin.
Non sarà una cura dei medici, ma ti posso garantire almeno una briciola di pace.

ps: pensa che per me guidare non è affatto semplice - 22 anni e niente patente, e ancora non ho capito come funzionano le marce, e il pensiero della guida mi fa venire da urlare (e purtroppo qui nessun medico mi spiega, ci pensa mia madre: “tu si scem’ ”)

Spoiler.

Questa volta non si tratta di un film o di una serie TV: si tratta della vita.

Se non ami gli spoiler e/o sei fermamente credente ti consiglio di non leggere oltre: in un caso potrei rovinarti il finale, nell'altro potrei aprirti la mente e farti vedere le cose sotto un'ottica totalmente diversa e probabilmente destabilizzante.

Questa è la tua ultima possibilità per non leggere oltre (poi non dire che non ti avevo avvisato).

Dio non esiste.

anonymous asked:

La scuola mi ha così demotivata, persone che non hanno mai fatto nulla vanno sempre più avanti di me nonostante io mi sforzi tantissimo e le prof dicano che non possono chiedermi di fare di più, mi sento presa in giro. Non li voglio passare altri due anni così, per giunta con queste persone. Perdona lo sfogo, mi sento un po' stupida.

Non sei stupida è normale, sai quante volte le mie stesse amiche, le mie compagne di classe hanno fatto questo discorso?

La scuola purtroppo è così basta un niente, un prof stronzo, un momento di fragilità, una classe con cui non vai d’accordo per rovinarti la vita e buttarti giù. Il mio consiglio per quanto ti può servire è di non darci troppo peso, se il prof è stronzo tu fai il tuo dovere e pensa che nel giro di un anno non lo rivedrai più e così via. Non fanno altro che usare la frase “potrebbe fare di più” o la variante “non si applica abbastanza” solo perchè effettivamente non sanno che dire ai tuoi genitori al ricevimento.

Dovresti vivere uno dei momenti più belli della tua vita, non farti trascinare a fondo da cose che viste col senno di poi ti sembreranno così piccole che nemmeno t’immagini.

anonymous asked:

ti comporti da donna vissuta ma hai solo quindici anni, torna a giocare con le barbie va, invece che rovinarti la vita per 'piacere' desmèt va

cit. una sedicenne? Donna vissuta? Ma vai a fare in culo testa di minchia. Dài poi lo sapete che queste minchiate mi entrano da un orecchio ed escono dall’altro (senza passare per il cervello)

anonymous asked:

Pesavi 60, hai dimagrito 20 kg, quindi ora ne peserai 40.. E poi per quanto sei magra lo si vede ad occhio nudo, genio! E poi vorresti dimagrire ancora altri 20? Ma tu sei pazza. Perchè devi rovinarti? Sei così bella! Mi sale il porco Dio solo a pensare che non c'è modo per farti cambiare idea, sei bella come sei, punto.

1) Cosa ne sa tu di quanto pesavo prima e di quanto peso ora. Le persone che sparano cose a caso credendosi dei sapientoni non le capisco proprio.
2) Se mi credi pazza allora non starmi qua a parlare.
3) Evita le bestemmie,non hanno un senso,un po’ come il tuo messaggio.
4) Di sicuro,nessuno di voi riuscirà a farmi cambiare idea,mi spiace,ma non siete nessuno. Se dovessi cambiare,sarà solo grazie a me,e questo voi non lo capite proprio,e imperterriti continuate a rompere.
5) Se sono magra o no,questo tu non lo puoi sapere. Non mi hai mai vista,e se forse sei uno dei pochi che sa come mi chiamo su Instagram,ci sono solo foto del mio viso,quindi del corpo tu non ne sai niente.
6) Buona serata.

attimofuggente99 asked:

4 mesi fa ho lasciato il mio primo ragazzo. Era un menefreghista. Ci sono rimasta malissimo xchè credevo fosse diverso. Cmq ho scoperto che ad un suo amico gli piaccio e lo vorrei conoscere ma ho paura del giudizio degli altri. Che fare allora?

Non impedire agli altri di rovinarti una possibile storia d'amore.

anonymous asked:

Non capisco perché rendi così pubblica la tua vita, perché fa uso di droghe.. È sbagliato, ti fa male e non dovresti Sei bellissima così, perché mai dovresti rovinarti

Perchè non dovrei condividere le mie esperienze? Ma siete davvero così chiusi che quando si parla di sesso e droga vi scandalizzate? Non bisogna parlare solo delle cose belle.

Non mi sto rovinando, per l’uso che ne faccio io non mi rovino

anonymous asked:

ti capisco (so che dà fastidio sentirselo dire ma non so come altro esprimere il concetto). neanche a me piace andare a comprarmi cose o provarmi vestiti, finisco sempre per arrabbiarmi o starci male perché non c'è niente che mi stia bene addosso. certo si può cercare di migliorarsi, ma ti assicuro che non mangiare non è una soluzione, e mi rattrista un sacco vedere tutte quelle note sotto un post del genere... scusa se rompo, sei una bellissima ragazza, non rovinarti così

non mi rompi affatto anzi mi ha fatto molto piacere leggere le tue parole e ti dico che sto facendo un sacco di palestra per eliminare questa benedetta cellulite e smagliature dal mio corpo.
se guardo le mie vecchie foto non credo ai miei occhi, avevo gambe magre; avevo.
Un giorno ho pianto dentro un camerino per lo schifo che vedevo nello specchio.

Sabato non vuoi che vada ad allenarmi al parco.
Cara mamma, sappi che io, al parco, non faccio praticamente nulla, se non guardare gli altri fare capriole e salti mortali da una debita distanza; bere coca-cola e ridere veramente.
Non mi hai ancora spiegato perché non vuoi che ci vada.
Considerando che, per un bel po’, non vedrò quei ragazzi che mi hanno salvata da pomeriggi di noia e sottrtta ad una morte certa, data la depressione e la tristezza che si stavano accumulando nella mia testa.
Però io so la verità, anche se tu non vuoi dirmela. Hai paura che mi faccia male, hai paura che cada o che mi rompa qualcosa.
Non perché ti preoccupa la mia salute. Ma semplicemente perché hai paura di rovinarti la vacanza che hai in programma da mesi. Ecco la verità.
Vuoi sapere la mia, di verità?
Io ogni notte piango in silenzio, soffoco le lacrime sul cuscino e cerco di non fare rumore, io ogni giorno cerco di tirare avanti, chiudendomi a riccio e cercando di dimenticarmi di quel senso di vuoto che ho dentro.
Ma, a te, cosa importa?
Non certo della mia salute, né del mio benessere.
Ti importa semplicemente di fare la tua fottuta vacanza. Di essere felice strafregandotene di come possa realmente sentirmi io.
Non è una cosa nuova. Ma ogni volta mi colpisce come un pugno nello stomaco. E fa male. Male da morire.
Solo che tu non lo sai. Ti ostini a non volermi capire. Chissà perché poi.
Non mi pare di essere tanto difficile da comprendere.
Vorrei solo che tu mi lasciassi libera di vivere. Magari anche nel rischio.
Perché ti ostini a non volermi lasciar sperimentare cose nuove?
Non puoi proteggermi per sempre. Lo so e lo sai. Nè puoi pretendere che io accetti impassibile ogni tua decisione.
Hai vinto la battaglia cara mamma.
Sabato mi hai negato il suo sorriso e quelle poche ore di libertà in cui respiravo senza groppi in gola.
Ma la guerra è ancora tutta da combattere.
E sarò io a vincerla.

Quello che servirebbe, in realtà, è un silkepil per pensieri superflui

Un acuto avvistatore ed estirpatore di quegli intrusi impertinenti pronti, in un attimo, a rovinarti la giornata

Ah come sarebbe bella la vita, liscia come il culetto di un bambino

Alcune persone vengono per rovinarti la vita…. però ci sono alcune persone, quelle speciali che appena le vedi da lontano non sai se piangere di felicità, correre ad abbracciarla o fare entrambe le cose… quelle persone che anche solo con un sorriso riescono a migliorati l'intera giornata…

anonymous asked:

Perché ti ostini a cercare dannate soluzioni che non servono a un cazzo dato che questo ragazzo non ne vuole sapere dell'aiuto di nessuna/o. Sei una ragazza in gamba, TU meriti di meglio, vorresti veramente rovinarti con un "accannato da due soldi"? Su, Giuliana smettila di strapparti i capelli e di perderti il mondo lí fuori, la vita è una!! Spero di aver reso il concetto, un bacio bella.🌼🌸

il concetto è arrivato benissimo, e ti ringrazio dei tuoi consigli e della tua volontà.
ti mando un abbraccio fortissimo e grazie, sul serio.
🌻🌸

anonymous asked:

ciao, ho bisogno di un favore enorme. a volte mangio davvero troppo e mi faccio schifo. ho provato a vomitare tutto, usando le mie dita. ma non riesco. dammi dei consigli, ti prego. salvami.

Ehi fermati un attimo.
Vuoi rovinarti? Vuoi stare peggio?
Vuoi piangere sempre?
Allora prego continua, sei sulla giusta strada.

Ma se vuoi davvero un consiglio ascoltami bene.
Guardati allo specchio.
Guarda ogni tua imperfezione e trasformala in un punto di forza.
Inizia a piacerti, inizia ad amarti.
Parti dalle piccole cose, da un neo, dalla linea delle tue labbra.
Soffermati, scrutale, ammirale.
Sono così belle, così uniche.

Perché stare male?