ronchini

3

Am I the only person who feels a bit in ‘Back to School’ mode? If you too are thinking of doing a little wardrobe update ready for the term ahead, I’ll give you the lowdown. Whilst some shops have an array of nice pastels in and a few have the occasional splash of red/purple.. the majority of shop on my brief trip down Bond Street looked like a Janelle Monáe video. Which of course is never a bad thing, as she is srsly ossum, but if you are looking for some light relief from some SERIOUS stripes then I have the answer.

The Ronchini Gallery, based just off of Bond Street is currently housing one of the sweetest little exhibits I have ever seen. Dream no small dreams features the miniature worlds of Adrien Broom, Thomas Doyle and Patrick Jacobs. I loved the teeny-tiny constructions and little miniature worlds each artist manages to conjure up. Before anyone says it; yes, I know, I am pre-disposed to believing good things come in small packages, but trust me on this one guys, it’s well worth popping in for a mid-shopping looksie.

For more information on the exhibition clickety-click your dorothy heels this way.

If you would like to know more about the individual pieces, click the pics and check out the captions.

 

Il concerto

Il giorno 28/05 nella scuola media di Carnate si è tenuto il concerto di fine anno,perché la nostra scuola è ad indirizzo musicale,cioè si dà la possibilità agli alunni di imparare a suonare uno strumento musicale.

gli strumenti che sono stati utilizzati sono: pianoforte,violino,flauto traverso,chitarra ed alcune percussioni.

il concerto è stato aperto con l’orchestra delle prime che hanno suonato:”Mister Blues” (R.Vinciguerra,G.Ronchini) e “Danza” ( T. Susato).

Il concerto è proseguito con alcuni solisti,duetti e assemble.

infine si è tenuta l’orchestra delle terze che anno suonato:”A Team”,”Hava Nagila” e un brano di grande successo che è piaciuto molto anche a noi:”YMCA”

siamo contenti che nella nostra scuola ci sia questo indirizzo perché anche noi due suoniamo e ci piace molto!!!

Simone Sala e Andrej Miniaci.