ramdom quotes

È che sono insicura. Più di ogni altra cosa sono insicura. E se fa male ricordare ho una memoria di ferro,se si tratta dei complimenti rimuovo presto. È che ho bisogno che tu mi coccoli,vizi,accarezzi,che mi faccia credere che davvero per te la curva dei miei fianchi sia più suggestiva del Grand Canyon,che davvero,ormai lo so,col tempo la meraviglia finisce e si arriva a vedere le persone per come sono,squallidamente normali,ma che ancora,e per tanto tempo,i tuoi occhi sono coperti da un velo di ingenuo stupore,e che se anche se le mie labbra non mi dicono poi granché,tu mi faccia quasi arrivare a credere siano belle,ripetendolo ancora e ancora,bloccandoti mentre parliamo,toccandole quasi come a rassicurarti del fatto siano reali.
Che solo un uomo che ama davvero-o che mente bene- può farmi arrivare a bloccarmi di fronte allo specchio fissando stupidamente il mio collo,il mio normale collo,solo perché non fai altro che ripetermi quanto ami lui e le valli delle mie clavicole.
È che sono insicura e non sono abituata ai complimenti testardi che non si arrendono davanti ai “no,Eddai smettila di dire stronzate. Le mie gambe non hanno niente di speciale.”
È che sono insicura e tu mi hai fatto innamorare delle parole e dei dettagli. Sei addirittura riuscito a farmi accettare me stessa,quasi a farmi amare. Mi hai resa giusta a questo mondo dandomi un posto,esattamente accanto a te e qui ci sto tremendamente comoda.
—  Pensieriameta

Gina: Well “Sinead O'Rebellion.” Shock me shock me shock me with that deviant behavior. 
Debra: God, that is so clever. I swear you get smarter the shorter your skirt gets. 
Gina: And you get smarter the shorter your hair gets, so it’s probably a good thing you went with that. It’s a wonderful look for you darling.

“Yo no sé si será Europa, Europa y París, que difícil París, que difícil ser la capital del amor con toda la gente que se despide en las estaciones de trenes y en los aeropuertos, y en todos esos lugares donde llueven los “hasta luegos” y se esconden los “no te vayas” en los bolsillos. Y París, no sé si será París pero por alguna razón se bailó el último tango allá, y muchos otros se quedaron atrapados en algún acordeón"