ragazzo di strada

Io sono quel che sono
Non faccio la vita che fai
Io vivo ai immagini della città
Non vivo come te

Io sono un poco di buono
Lasciami in pace perché
Sono un ragazzo di strada
E tu ti prendi gioco di me

Tu sei di un altro mondo
Hai tutto quello che vuoi
Conosco quel che vale
Una ragazza come te

Io sono un poco di buono
Lasciami in pace perché
Sono un ragazzo di strada
E tu ti prendi gioco di me

—  I Corvi

Adesso che hai esultato, che hai riso in faccia alla morte di un centinaio di persone, che per colpa tua molte famiglie ora sono distrutte, che a causa della tua crudeltà non solo la Francia, il Belgio, l'Iraq o la Siria ma tutto il mondo sta piangendo. Ne vale davvero la pena? Provi davvero piacere nel torturare una persona fino alla morte? Tu, sostenitore di un movimento dagli ideali folli e insensati con l'unico scopo di seminare terrore, ne sei consapevole? Hai appena ucciso una persona, tra qualche secondo ne ucciderai un'altra, tra qualche minuto un'altra ancora, e poi un'altra ancora, e un'altra ancora e chissà fino a quando continuerai. Ora dimmi, che male ti hanno fatto quelle persone? Davvero conosci solo la violenza e il terrore? Non è una questione di Allah, perché tu uccidi anche persone che professano la tua stessa religione. La tua coscienza è una fossa comune, dentro la quale hai depositato migliaia di cadaveri, migliaia di vite spezzate, migliaia di anime polverizzate, per causa tua e di quelli come te. Per quanto mi riguarda sei da condannare a vita e dovresti provare una sofferenza così tale da pentirti per il terrore che hai causato, ma dato che sono privo sia del potere divino che del potere giudiziario io ti chiedo di fermarti un secondo e di ascoltarmi. In mezzo a questo tuo genocidio, hai mai pensato anche solo per un istante alla pace? Hai mai pensato che la morte di un uomo è una perdita incolmabile per qualcuno? Non ti sei mai chiesto quali siano le conseguenze dei tuoi massacri, dei tuoi attentati? Perché fai questo? Spiegamelo, perché io non riesco a trovare una motivazione logica per quello che fai. Sapevo che la mente umana fosse in grado di toccare un certo apice di brutalità, ma cazzo questo è veramente troppo. Avere il dono di vivere e sprecarlo così, facendosi esplodere per togliere di mezzo coloro che voi chiamate “infedeli”. Immagina se un secondo prima di farti esplodere ti venissero a mente queste parole e capissi di stare commettendo un errore grossissimo: le voci di coloro prossimi alla morte ti direbbero “togliti quella cintura, levati quello zaino e torna a casa, perché sprecare la tua vita così? Non ne vale la pena.” Immagina se prima di sparare alla testa di quell'uomo realizzassi il fatto che in fondo lui non ha fatto niente di così grave per meritare una fine così brutta. Immagina se un giorno capissi che il valore di una persona non si ricava dalla religione che professa o dagli ideali che si porta appresso. Immagina se un giorno il mio Dio, il tuo Allah e il suo Buddha andassero tutti d'accordo. E se un giorno parlassero tutti la stessa lingua? E se invece di uccidere tu amassi nel nome del tuo dio? Se invece di uccidere l'intera umanità la salvassi? Se invece di uccidere noi cristiani pregassi insieme a noi? Prova ad immaginare se il mondo non dovesse più avere a che fare con guerre, razzismo, genocidi, omofobia, xenofobia ecc.. Immagina se un giorno i conflitti tra i diversi Stati svanissero, immagina se un ragazzo di colore camminasse per strada col sorriso sul volto, senza la preoccupazione di sentirsi dire “negro bastardo, torna al tuo paese.” Immagina se un giorno due omosessuali avessero la libertà di baciarsi in pubblico senza essere giudicati e senza la paura di essere disprezzati. Immagina se un giorno la priorità dei governi fosse il benessere di noi cittadini, immagina se un giorno mettessero da parte i loro interessi personali per tutelare noi. Io non so se la tua mente è in grado di capire, probabilmente no. Probabilmente per te sono soltanto parole al vento, inutili. Ma io ti chiedo un favore: Prima di trivellare il mio corpo di proiettili e prima di farmi saltare in aria pensa a tutto questo, chiediti se ne vale la pena, chiediti se è davvero necessario seminare questo terrore.

Non avevo bisogno dell'Università.
Io ero un ragazzo di strada, la vita stessa mi faceva da professore. Droga, puttane e botte, erano queste le mie materie preferite.
—  #fanculo

Solo per cambiare la vita mi dicevano evita,
la gente non pensa a volte scelta non è permessa,
sono pietrificato ammanettato,
sudato, stanno entrando in casa,
con il mandato,
e la roba è sotto al divano,
una pistola carica ma nascosta nella caciara,
25.000 € in una calza della befana,
sono tutti quanti mi urlano a me di’ dov'è la roba,
io che avevo iniziato solo per cambiare una storia,