ragazza di

anonymous asked:

Tipo elisabetta.

ah. ho capito. ti ripeto, hai una vera e malsana fissazione per questa ragazza, chiunque tu sia.

comunque il puzzle si ricompone. dunque, la vicenda si può riassumere in questi termini: lei ti ha risposto o trattato male in chat (ignoro se a torto o a ragione) e tu non lo hai mandato giù.

quindi ti sei messo/messa a tormentarla assiduamente in anonimo (tu che parli dell'immaturità altrui, dovresti forse riflettere su questa tua immaturità). da quando lei si è rotta ed ha chiuso gli ask, allora vieni a scriverle qui, nel mio blog. ;-)

ho scambiato due parole con lei in chat e lei mi ha confidato di essere, giustamente, amareggiata e ferita per l'estrema cattiveria delle frasi che le venivano scritte in anonimo, frasi anche di morte.

ora io avverto te, oppure (se non sei tu lo stalker di questa ragazza) avverto tutti gli anonimi che superano il confine della civiltà nei loro messaggi: siete e rimarrete anonimi per tutti gli altri utenti di tumblr ma non per tumblr stesso che conosce perfettamente il profilo delle persone che scrivono in anonimo e, se queste non sono utenti tumblr, ne conosce l'indirizzo IP, l'ora e il giorno di connessione.

esistono leggi che proteggono dal cyberbullismo, esiste la polizia postale e, di conseguenza, chi non riesce a mantenersi nei limiti del rispetto anche nell'anonimato, potrebbe, prima o poi, avere a che fare con la legge.

ho mandato il cv per un lavoro di due giorni e dopo essere stata incazzata per tre ore perché nelle competenze lavorative ero tentata di inserire relazioni tossiche, droga e imboscate in vari musei, la mia ragazza ha tentato di consolarmi e io le ho detto che ero comunque arrabbiata per i miei complessi d’inferiorità e lei cercava di dirmi cose e io volevo solo essere arrabbiata fin quando non mi sono resa conto che lei voleva farmi sentire bene e io non capisco mai un cazzo e mi intestardisco sulle mie turbe mentali

“Solo chi ha pianto fino a finire le lacrime sa cosa si prova a fissare il vuoto e non poter esplodere.”
Io non credo più a niente, io non credo all'amore, no. Io non credo al per sempre.
Ho imparato che se dai tutto quanto ti fai male.
—  Alessandra Amoroso, L'unica cosa da fare
Forse non sono poi così importante.
Forse è meglio che sto zitta e che mi chiudo in me stessa.
Forse devo rimanere sola.
Forse nessuno ci tiene davvero a me.
Forse è meglio che io sparisca da questo mondo…