Non capivo perché tutto questo mi faceva male.
Avevo talmente tanta di quell'ansia, che mi veniva un buco allo stomaco e giramento di testa.
Non sapevo neanch'io con che forza riuscivo a scrivere per raccontarti tutto ciò.
Cercavo di non essere una psicopatica depressa quando stavo da sola, ma non ci riuscivo.
Nel momento stesso che qualcuno mi lasciava da sola, in quello stesso momento io impazzivo pensando.
Forse era questo il mio male.
Pensavo troppo e ricordavo tutto quello che mi aveva ferito nel profondo.
C'erano alcune frasi nella mia testa che non erano facili da cancellare.
Avevo delle immagini di comportamenti che a mio parere, non erano stati molto corretti nei miei confronti.
Avevo troppe cose in testa che mi facevano impazzire e avevo paura che con il tempo,tutto questo, mi avrebbe uccisa.
E stava funzionando.