postnarrativa

A Lezione dallo Stregone.

A great work from one of the best Contemporary italian poets… Charlie D. Nan a his point of wiew of everything that concerns sea.

Il suono della saracinesca tirata per sempre giù,

del bar dell’ università mendica in mezzo alla via

per la mancanza di frequentazione dei pensieri vibranti

come i pugni tirati alle assi dei tavoli per le affermazioni

che non si condividono, vi ricorda che non vi riunite più

mentre ad ogni angolo aprono i templi della superstizione

Allora sono andato a lezione dallo stregone

e ho cominciato a scrivere partendo persino da più parti

come ciò che leggerai tra qualche riga è stato scritto prima

e anche mi sono imposto una metrica ( anche se potevo non farlo)

perchè ogni volta che poso la penna è per fare testamento

anche se dovrebbe essere il presupposto del mio silenzio;

e l ho fatto mentre ho lasciato la città a mio malgrado

mentre ho lasciato i muri spessi a cui appoggiarmi

mentre poi ho voltato lo sguardo allo strapiombo solo dopo un anno

mentre sono sempre stato anch io con l anima a picco sul mare

mentre quelle rocce mi reggevano dentro anche nelle notti avulse

perchè fino alle grotte degli antenati affondavano le mie radici

Allora sono andato a lezione dallo stregone

ed era li che vendeva libri ad una bancarella di legno scrostato

e non ho scelto io ma mi ha convinto lui con le sue parole

“il prezzo è buono per l articolo che stai scegliendo”

per la verità mi aveva già attratto prima mentre passavo

perchè ero stato catturato da un titolo interessante

da cui sapevo già si ricevesse un certo tipo di conoscenza

mentre non mi accorgevo che andava in atto quella pantomima

a cui anche lei ha partecipato dando una ragione ai miei istinti

infatti alcuni di noi non sono uomini ma piante sulle pareti a picco

ma fisse che ascoltano il suono continuo al sapore di Gin “Mare”

che semplicemente è perchè abbiamo attecchito diversamente

Allora sono andato a lezione dallo stregone

abbiamo ripreso a sciacquarci la faccia con l acqua dei troeggi

nonostante la fatica a riaprire dei rubinetti chiusi da tempo

abbiamo lasciato da parte certe ridondanze della poesia attuale

che non sfrutta le parole per quello che servono ma per accentuarle

così riprendendo il nostro posto sulle strade da percorrere

che siano lunghe o brevi o riprese o cominciate non importa

così trasformando anche poche parole in manifesti da appendere

come i dipinti con scene di caccia sulle pareti delle caverne

Notizia dell ultima ora: in Uttarkhand in fondo a un lago ghiacciato

trovati scheletri di 2800 anni fa, forse la natura, forse l uomo,

forse Dio, forse tra le tutte queste cose non c’è troppa differenza

Allora ascoltami, sediamoci un po al tavolino io e te per un caffè

discutiamo anche di poesia in generale, ma se vuoi anche del resto

perchè se stai su quella rupe, allora certamente saprai che

la superficie del mare nasconde sempre un abisso.